martedì 23 febbraio 2010

UN'ILLUSIONE DI PANE!

Quando ho iniziato a pensare di mettere un pò di me in un blog (e ci ho pensato un bel pò!), mi ritrovavo la sera prima di dormire a pensare a che nome mettergli (proprio come ad un figlio...) e dopo aver trovato il titolo mi sono detta che, come sottotitolo, sarebbe anche andato bene "contraddizioni in cucina" (appunti disordinati va bene uguale, dato che io ordinatisssima non sono!).
Torniamo alle mie contraddizioni in cucina, tutto iniziò quando, andando da una naturopata per piccoli problemi di salute, mi ritrovai a dover escludere dalla mia dieta alcuni alimenti che allora consideravo gli unici possibili.
Da qui mi si è aperto innanzi un mondo nuovo che comprendeva cereali, farine integrali, zuccheri di tanti tipi e tutti con sapori e colori e consistenze diverse gli uni dagli altri,  e prodotti diciamo.... inusuali per la maggior parte delle persone.
Io ero, già di mio, un pò *fissata* con i prodotti bio (il mio papà faceva l'orto), cercavo di mangiare il più possibile rispettando la stagionalità dei prodotti  e provavo ad abituare i miei mostri ad assumere verdure e frutta (e ora posso dire che ci sono riuscita!) ma comunque non ero mai venuta in contatto con questo *mondo parallelo*.
Perchè dico contraddizioni?? Perchè purtroppo non sempre riesco a farlo diventare il mio unico mondo come vorrei. mi lascio "contaminare" da quell'altro mondo che è sempre stato il mio e poi mi trovo a biasimarmi un pò....(anche perchè ogni volta che regredisco il mio peso agisce in conseguenza, cioè aumenta, aimeè..:(()
Questo nuovo mondo (che ormai tanto nuovo non è più) si è notevolmente allargato da quando giro per la rete come qui da il Pasto Nudo oppure qui da Dodò oppure ancora qui qui e potrei andare avanti per ore... per cui visto che in questo periodo sono in fase positiva (nonostante io cucini quasi quotidianamente per il mio piccolo cucciolo di quasi 14 anni queste) [che tra l'altro ho provato a fare con farro integrale e latte di mandorle e che posterò nei prossimi giorni] oggi posterò la ricetta del mio pane integrale con pasta madre essicata (comperata!! e anche a caro prezzo!) ripromettendomi di iniziare a farla grazie anche alle spiegazioni dei blogger indicati sopra (mi ci vorrà uno studio prolungato ma sono sicura che ce la farò!!)
Ecco ora il mio pane  come dico io, la mia illusione di pane, sì perchè è un pane buono e con un indice glicemico (ma questa è un'altra storia e ve la racconterò magari un'altra volta) abbastanza basso che ci permette di mangiarlo con più serenità rispetto al comunissimo pane bianco.
Ingredienti:

800 g di farina integrale mista (farro, cereali come avena, soia, kamut, segale..)
200 g di farina di farro tipo 1
10 g di lievito madre in polvere
1 cucchiaino di malto di riso o di mais
600 ml acqua decalcificata
2 cucchiaini di sale
2 cucchiai di olio di oliva extravergine
1 cucchiaio di strutto (facoltativo)


Procedimento:

Preparo un poolish con 200 g di farina (presi dal totale) in cui ho messo la pasta madre e lo zucchero e 200 ml di acqua, dò una mescolata leggera e copro tutto con la pellicola e lascio a riposare due o tre ore in un luogo tiepido fino a che non raddoppia di volume.

Successivamente unisco il sale e gli altri ingredienti al resto della farina, aggiungo il poolish, la restante acqua e inizio a impastare.
Avendo io il Bimby, non riesco ad impastare tutto insieme, dunque metto la metà degli ingredienti per volta impastando tutto a vel 6 per 1 min e poi a vel Spiga per 3 minuti (il risultato così è ottimo) e ripeto l'operazione per due volte.

Una volta pronto l'impasto lo metto a lievitare, coperto con un panno umido, in un posto tiepido (che di solito è il forno, spento ovviamente!)  per altre 2 o 3 ore.

Passato questo tempo passo alla formatura del pane, di solito produco pagnotte come quelle della foto, e pratico un'incisione (che dipende un pò dall'umore della giornata: a volte a croce, a volte a tartaruga ecc... insomma secondo come sono ispirata!) e lascio ancora riposare l'impasto per una mezz'ora, intanto accendo il forno al max, che per il mio forno è 250°, e quando è in temperatura, inforno, avendo cura di mettere una tazza di acqua (per mantenere la giusta umidità all'interno del forno)
Lascio il pane a 250° per i primi 10 min e poi proseguo per altri 30/40 minuti a 200° .... trascorso questo tempo .... se resistete non mangetelo subito (noi adoriamo  il pane appena uscito dal forno e non resistiamo praticamente mai) avvolgetelo in un canovaccio e mettetelo a riposare su di un tagliere di legno (assorbiranno l'umidità in eccesso)
Il buono di questo pane, come di tutti i pani home-made è che dura tantissimo ed è molto buono anche nei giorni successivi.
Spero di essere stata chiara .... buon appetito!!
k@tia

Con questo post partecipo alla raccolta di Montagne di Biscotti sul farro

7 commenti:

  1. e dove lo trovo il lievito madre in polvere>?

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Thời gian vụt trôi , nhoắng cái đã qua sáu ngày . Đêm đến , khi Diệp Âm Trúc cùng Tô Lạp trở về từ phiêu lan hiên thì đã thấy Hương Loan cùng Hải Dương đứng chờ trước cửa .
      “ Âm Trúc , các ngươi đi đâu vậy ? Sao giờ này mới về ? “ . Hương Loan có chút bất mãn nói , hiển nhiên là các nàng đã đợi ở đây rất lâu . Mặc dù trời đã khuya nhưng vẫn không cách nào che dấu được vẻ đẹp của nàng , cái liếc mắt , nụ cười mỉm của nàng khiến cho Diệp Âm Trúc tim đập thình thịch .
      Diệp Âm Trúc mỉm cười đáp : “ Không có gì , ta cùng Tô Lạp ra ngoài một chút “ . Tô Lạp đã từng nói qua , việc hai người ra ngoài làm thểm tốt nhất là không nên nói cho ai biết .
      Cửa mở , nhị nữ dược mời vào nội sảnh của biệt thự . Hương Loan không kịp ngồi đã nói luôn : “ Ngày mai sẽ tiếp tục quyết đấu tranh tài , ngươi chuẩn bị thế nào rồi ? “ .
      Diệp Âm Trúc đồng tâm
      game mu
      cho thuê nhà trọ
      cho thuê phòng trọ
      nhac san cuc manh
      số điện thoại tư vấn pháp luật miễn phí
      văn phòng luật
      tổng đài tư vấn pháp luật
      dịch vụ thành lập công ty trọn gói
      http://we-cooking.com/
      chém giócả kinh , lúc này mới nhớ tới thời gian nghỉ ngơi sau vòng một đã hết , gãi đầu nói : “ Cũng chưa kịp chuẩn bị gì cả . Học tả , đối thủ ngày mai của chúng ta là a Loan tức giận nhìn hắn , ánh mắt mỹ nhân khiến Âm Trúc nhất thời ngẩn ngơ .
      “ Để ta nói cho mà biết , đối thủ ngày mai của chúng ta không phải là một ma pháp học hệ đâu

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. @monica Ben arrivata!!
    io lo compro in un negozio di prodotti bio vicino a casa mia e la marca è Antico molino rosso, ti metto il link al sito, anche se lì si vede solo il formato industriale per i panifici, io lo prendo in confezioni da 50 o 100 g e lo conservo in frigo dopo averlo aperto.
    Molinorossohttp://www.molinorosso.com/ita/pizzeria.html

    Spero di esserti stata d'aiuto e se sei in zona vicino a Piacenza posso darti qualche dritta in più.

    RispondiElimina
  4. Il pane integrale mi piace moltissimo!
    Pensi che si possa fare anche con lievito in cubetto o verrebbe molto diverso?
    Il lievito madre secco non l'ho mai visto nella mia città, però forse nei negozi biologici?!
    Comunque prima o poi lo proverò, mi attira moltissimo!
    A presto

    RispondiElimina
  5. Ciao Patty, ormai sei un'affezionata!!
    Beh, questo pane è ottimo puoi farlo anche con il lievito di birra ma il sapore non è lo stesso.
    Prova a cercare quello secco nei negozi bio e fallo vedrai che bontà e che soddisfazione!!
    ciao

    RispondiElimina
  6. bello questo pane!!!inserisco e...se hai altro manda pure, lo spirito della raccolta è avere quante più ricette per usare questo fantastico cereale!

    RispondiElimina

ditemi pure....i complimenti (o le critiche purchè costruttive) sono benvenuti...vi ascolto