sabato 10 aprile 2010

Un tiramisù e una promessa

tiramisù1
tiramisù2
Questo post lo dovevo a mio figlio da almeno un mese, cioè da quando è tornato dal suo viaggio studio (si fa per dire, visto che si è preso la febbre proprio in quei 5 giorni! e di conseguenza più che studiare a dormito) a Londra. Di ritorno ha portato, come è solito fare , un piccolo regalino ad ogni membro della famiglia e, a me,  ha portato un bellissimo cucchiaino da collezione e mi ha chiesto esplicitamente di fotografarlo con una ricetta per il blog… quale occasione migliore allora del contest della Cucina Italiana su uno dei suoi dolci preferiti??? Il tiramisù! Ho provato a farne uno in versione un po' diversa dal solito ma diciamo che lo ha gradito ugualmente!! Veniamo al dunque… ecco la ricetta:

Tiramisù classico alle pere e riduzione di caffè al cardamomo

Ingredienti:
250 gr di ricotta
250 gr di mascarpone
10 cucchiai di zucchero extrafine
5 uova intere
biscotti tipo savoiardi (la quantità dipende dalle dimensioni)
tre  tazzine di caffè lungo
6  capsule di cardamomo
2 cucchiai di zucchero di canna tipo muscovado
una scatola di pere sciroppate
100 gr di scaglie di cioccolato fondente
Preparazione:
Per prima cosa mettere in infusione nelle tre tazzine di caffè il cardamomo (prima però bisogna schiacciare le capsule perché sprigionino il massimo del profumo) così mentre prepareremo la crema il caffè avrà modo di profumarsi.
Dividere le uova e montare gli albumi nel Bimby (il tempo dipende dalla temperatura delle uova comunque io di solito metto la farfalla e faccio andare a vel 3/4 per 2 o 3 minuti ) togliere gli albumi dal boccale e tenerli da parte.  Senza preoccuparsi di lavare il boccale, sempre con la farfalla inserita, montare i tuorli con lo zucchero fino a che non sono ben gonfi e bianchi per 2 minuti sempre a vel 3/4, aggiungere la ricotta e il mascarpone e incorporare bene.  A questo punto bisogna unire alla crema gli albumi e di solito io procedo a mano per non smontarli,  vanno incorporati delicatamente mescolando dal basso verso l’alto.
Tagliare a spicchi  le pere sciroppate (io ho ricavato 5 spicchi da ogni mezza pera) e tenerle da parte.
Ora che la crema, il caffè e le pere sono pronti non ci resta che montare il dolce:
Io ho preferito metterlo in un bicchiere per averlo già porzionato ma si può procedere anche nel modo classico e preparare una "*basola* (per dirla come si dice nella mia zona) cioè una pirofila, procedendo nello stesso identico modo, cioè a strati.  Io ho iniziato con uno strato di pere, poi uno  di biscotti leggermente inzuppati nel caffè al cardamomo, poi la crema, qualche scaglia di cioccolato fondente (che dà quel croccante che a me piace tanto) e così di seguito concludendo con la crema, ancora qualche scaglia di cioccolato, qualche dadino di pera tagliato molto piccolo e qualche goccia di una riduzione ottenuta mettendo il caffè avanzato dall’inzuppo dei biscotti  in un pentolino con lo zucchero di canna e facendolo ridurre fino ad ottenere uno sciroppo piuttosto denso.
tiramisù Collage

5 commenti:

  1. Che carino tuo figlio e che carina anche tu a preparargli questo tiramisù così buono!!!

    RispondiElimina
  2. Il mio chiede che venga pubblicata una sua foto, il tuo il cucchiaino! E' vero, è bello che si interessino a quello che facciamo! Interessante il tuo tiramisù, ma a casa non amano le pere, le sostituirò con le pesche sciroppate, che ne dici? Un abbraccio e buona settimana

    RispondiElimina
  3. Grazie alla tua bravura e grazie a tuo figlio che ti ha "costretta" a realizzare questo tiramisù deliziosamente alternativo!
    Baci

    RispondiElimina
  4. Ciao! grazie per il tuo commento! a me piace molto il tiramisù con la frutta! complimenti per il tuo blog, è molto curato.
    P.S. per il termometro digitale ne ho trovato uno da Ikea che va benissimo, c'è scritto che è per la carne ma va bene anche per cioccolato e sciroppo e costa circa 7 euro!
    Ciao!
    Francesca

    RispondiElimina

ditemi pure....i complimenti (o le critiche purchè costruttive) sono benvenuti...vi ascolto