giovedì 20 maggio 2010

Due tradizioni in uno swap: *Tiedd d patan ris e cozz* direttamente dalla Puglia per Mara!

swap

Eccomi! finalmente ce l'ho fatta! Riesco a postare la ricetta che mi è stata inviata da Pagnotella (all'anagrafe Gaia) di "IL gaio mondo di Gaia",e, se devo dirvi una cosa,  lei è proprio come il nome suo e  del suo blog, Gaia di nome e di fatto, sprizza energia da tutti i pori (anche al telefono) e sono contenta di aver trovato una persona come lei per cui ringrazio Mara di Pan di panna per averci dato l'occasione sia, di conoscere ricette di tutta la nostra meravigliosa penisola, sia per averci dato la possibilità di stringere amicizie che vanno anche oltre lo schermo del pc, come è capitato a me con Gaia.

Ma ora veniamo alla ricetta che dovevo fare si trattava di un piatto tipico pugliese, ovviamente, *Tiedd d patan ris e cozz* (tradotto per i non pugliesi come me, tiella di patate, riso e cozze). Gaia mi aveva annunciato già al telefono quale sarebbe stata la ricetta e che il pacco avrebbe contenuto uno sorpresa e così è stato, un pacco ricchissimo (vedi foto) e con dei souvenir davvero speciali (il tappo in ceramica,che purtroppo nella foto non si vede benissimo (accidenti a me!!) e una fantastica sacca da mare in iuta) che mi ha fatto tantissimo piacere.

 

Il tutto è cominciato una domenica mattina, mi sono alzata di buon ora e ho iniziato a preparare questo piatto dal gusto semplice ma gustoso un po' elaborato da preparare (soprattutto per una nordica come me che non ha mai aperto cozze crude se non nel tegame con l’ausilio del fuoco) infatti la difficoltà più grossa per me stava appunto in questo ma, con l’aiuto di Gaia e di qualcun altro non è stato per niente difficile.  Ho preparato tutto come da ricetta dettagliatissima ma, ebbene sì c’è un ma, dopo circa due ore di forno la teglia mi risultava ancora piena di acqua, e dopo aver a mia volta tempestato Gaia di telefonate (in cui siamo arrivate alla conclusione che il riso che mi aveva inviato non era adatto, lei è stata così carina da acquistarne uno biologico apposta ma che non era quello che solitamente usa la sua mamma quando cucina questo piatto) risultato: il riso si era trasformato in una pappetta ed era irriconoscibile  e immangiabile dunque aimè è finito nella spazzatura. A questo punto ho detto a Gaia che io (da zuccona quale sono) avrei rifatto la ricetta (sia mai che se una cosa non mi riesce io abbandoni il campo sconfitta) e lei, gentilissima, mi ha rispedito tutti gli ingredienti (mettendo però il riso giusto!). A questo punto ho rifatto tutto (compresa l’apertura delle cozze dove ormai sono un’esperta! Se avete bisogno fate un fischio e arrivo!) e …. E’ UN PIATTO SPETTACOLARE!!! PROVATE PER CREDERE! Addirittura io lo preferisco il giorno dopo e a temperatura ambiente. E’ riuscito benissimo ma aspetto il giudizio di Gaia quando vede le foto per gridare vittoria a voce alta.

E’ piaciuto a tutti in casa, mostri compresi (tant’è che, per riuscire a fare le foto con una luce decente, lo ho cucinato al pomeriggio per la sera  e, mi vergogno un po’ a dirlo, sapete con cosa a fatto merenda il piccolo mostro??Sì proprio con questo piatto! e le foto lo dimostrano! (vedi fine post)

 

tiella2

tiella 1 

Tiedd d patan ris e cozz

(tegame di patate riso e cozze)

Ingredienti: per 5-6 persone

1,3 kg di patate

300 gr di riso che non scuoce (mi raccomando proprio quello parboiled!)

1,5 kg di cozze nere

8-9 pomodori rossi (io ho usato i datterini e ne ho messi una ventina)

2 cipolle medie

100 gr di parmigiano reggiano (quantità indicativa)

1 bel ciuffo di prezzemolo

Pepe nero in polvere q.b

Olio evo q.b

sale q.b

Come procedere:

Lavare le cozze sotto acqua corrente, graffiare i gusci con un coltello ed aprirle a mezzo guscio, avendo l’accortezza di porre sotto una scodella, in modo da raccogliere la loro acqua.

Versare il riso in una ciotola capiente con abbondante acqua fresca, sciacquare e scolarlo.

Pelare le patate, lavarle e tagliarle a fette spesse circa 4 mm, metterne da parte la quantità sufficiente, per creare lo strato superficiale che coprirà l’intero tegame. Aggiungere la restante quantità di patate al riso, con i pomodori a pezzi, le cipolle a fette sottili, parte del prezzemolo, una spolverizzata di pepe, il sale  (Gaia non lo aveva messo ma noi mangiamo un pochino più saporito dunque lo ho aggiunto)un’abbondante manciata di parmigiano, 3 giri d’olio, mescolare accuratamente con le mani.

Versare metà del condimento, in un tegame da 33cm di diametro alto circa 8 cm, aggiungere le cozze con il frutto riverso verso l’alto, aggiungere il resto del prezzemolo, l’acqua delle cozze versandola in maniera omogenea, una manciata di parmigiano, altro po’ di pepe, un giro d’ olio, versare l’altra metà del condimento (riso e patate) e poi ancora una manciata di parmigiano.

In fine, ricoprire con le fette di patate messe preventivamente da parte ed aggiungere nuovamente, un filo d’olio ed una manciata leggera di parmigiano.

Riempire il tutto di acqua fredda, fino a superare di circa 1cm la superficie.

Io ho messo meno acqua (la seconda volta, ovviamente!) mi sono fermata quando l’acqua ha raggiunto la superficie

Trasferire in forno a 180° per circa un’ora (la temperatura e il tempo di cottura, sono relativi alla potenza del forno), di tanto in tanto controllare che la quantità d’acqua sia sufficiente, aggiungerne (calda) quanto basta fino a cottura ultimata. (io non ne ho dovuta aggiungere ma ne ho tolta un po’ di quella che non era stata assorbita)

P.S il riso dovrà risultare ne troppo asciutto ne troppo umido

tiella 3

Grazie Gaia, davvero per la pazienza e per la tua incredibile gentilezza e disponibilità!

Immagine 519

14 commenti:

  1. Tesoro! E' perfetta!!!
    Promossa a pieni voti, non avevo dubbi, cosi come non ne avrei avuti alla prima prova, in effetti la colpa è stata mia per averti inviato un riso non adatto...che mi serva da lezione ^_^ la mamma ha sempre ragione...^_*
    Carinissima l'immagine col cucciolo goloso, è tutto dire, se è piaciuta a lui...
    Sei davvero una bella persona Katia, un bacio immenso e a presto
    p.s ormai ho il tuo numero ^_*

    RispondiElimina
  2. Complimenti Katia, ottimo piatto!!!
    Brave per l'iniziativa!!!

    RispondiElimina
  3. Ciao, mi sono persa questo swap! E questo riso patate e cozze ti è venuto benissimo!!! Lo fa d'estate mia suocera, che è pugliese, ma ti dirò la verità (non me ne voglia Gaia) io proprio non lo sopporto! Sarà che il primo impatto traumatico con questo piatto è legato ai primi mesi della mia prima gravidanza: nausee a non finire, caldo atroce e nella cucina della casa di campagna dei miei suoceri questo piatto che un giorno si e uno no cuoceva in forno. Un odore!..... per una incinta con lo stomaco sottosopra come ero io era l'ideale....!

    RispondiElimina
  4. Che bella ricetta! Accidenti, mi sono distratta e questo swap non l'avevo proprio letto :)
    Sembra un piatto delizioso!!

    RispondiElimina
  5. ma che bellezza, e ancora di più al racconto.... mi sono persa a leggerti! Caspitina che avventura.
    Ti bacio tanto tanto e ti ringrazio di aver partecipato!
    p.s. le foto del piatto sono strepitoseeeeee

    RispondiElimina
  6. @gaia: se lo dici tu ci credo!! ho capito che sei come me una persona sincera ( ricordi? non ce l'ho proprio fatta a dirti che la prima volta era venuta bene??)Un bacio e la tua minaccia la prendo come promessa!!

    @lucia peccato che tu ti sia persa questo fantastico swap, per me era il primo ma rimarrà davvero impresso nella mia memoria... per la tiella, peccato che tu ne abbia così un brutto ricordo! io,in cinta,non sopportavo il caffè, ma poi sono ritornata a berlo.

    @Maetta: grazie davvero

    @jasmine hai ragione è un piatto delizioso, assolutamente da provare! :( peccato che tu ti sia persa lo swap è stata davvero una bella esperienza

    @Mara: che dire se non GRAZIE! hai avuto un'idea strepitosa! e grazie anche per i complimenti per le foto, mi fa un sacco piacere anche perchè sono veramente agli inizi e, come ho detto a Gaia spesso al telefono, le faccio con gli occhi del cuore e, se vuoi, anche con un po' di fortuna (ci stava meglio un altra parola ma sono educata e non la dico!!) (quando mi riescono bene non so il perchè e il per come ma fa lo stesso prima o poi lo scoprirò!) un bacio

    RispondiElimina
  7. che bel piatto katia...sei stata veramente brava...è stata molto piacevole anche la lettura del racconto che tiene con il fiato sospeso per via dell'imprevisto poi per fortuna risolto...un bacio

    RispondiElimina
  8. Ciao e grazie per la visita!! Mmmm...chissà che buono questo piatto!! Deve anche avere un profumo spettacolare!

    RispondiElimina
  9. nonostante l'avventura tesoro il piatto alla fine è venuto uno spettacolo!!!conosco questo piatto lo faceva spesso mia nonna ed era buonissimo!!adesso mi segno anche la ricetta di gaia!!!un bacione e complimenti!!!imma

    RispondiElimina
  10. Bellissima ricetta, e tu sei stata perfetta!
    Questo swap ci ha rapiti tutti :)
    P.S. Dietro il tuo piccolo "mostro" si intravede una bellissima cucina!

    RispondiElimina
  11. e' un sacco di tempo che nn mangio le cozze... questo piatto mi pare davvero l'occasione giusta...!! che bellezza...e quegli occhioni mi dicono che è pure bbbbuono!! ^_^
    ciao buon weekend!

    RispondiElimina
  12. @saretta: grazie e io che penso sempre di fare post troooppo lunghi!

    @imma: segnati la ricetta di Gaia è veramente spettacolare!

    @marsettina: ti credoche l'adori è ottima! dunque sei pugliese anche tu??

    @nicol: benvenuta! hai proprio ragione, per me è stato ilprimo swap, ma mi ha proprio rapita!

    @madama bavareisa beh, ritornare a mangiare le cozze con questo piatto direi che non ha prezzo!

    RispondiElimina
  13. Si vede che è un piatto speciale e completissimo, riso, cozze e patate, una teglia che trasuda bontà! Non conoscevamo questa ricetta, ma ora non abbiamo scuse!
    Buon sabato
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina

ditemi pure....i complimenti (o le critiche purchè costruttive) sono benvenuti...vi ascolto