giovedì 8 luglio 2010

Di ritorno… un po’ svogliata per la Cometa Pasticciona…Gelati…. ma non gelati!

Immagine 547
Dopo tanto tempo di assenza vi dirò che quasi non avevo voglia di ricominciare a postare, cioè avevo voglia ma sono stata troppo impegnata (come vi avevo detto) prima e trooooppo pigra dopo!
Beh, bando alle ciance mi sono data una mossa e ho prodotto un dolcino bello, bello per la raccolta di Mara e Albertone di cui avevo già parlato qui.
COMETA PASTICCIONA
Nonostante l’ultimo appello di Mara (cioè quello di postare ricette natalizie perché il libro verrà venduto a Natale) io avevo già fatto questi dolci,  dunque li posto ma mi riprometto produrre qualcosa di natalizio prima che scada il termine per la presentazione delle ricette.
Ecco la ricetta è decisamente semplice, il difficile per me è stato convertire le misure americane, infatti la ricetta l’ho presa qui sul sito della fantastica Martha Stewart e appena l’ho incrociata me ne sono innamorata e ho pensato alla Cometa!
Ecco gli ingredienti:
12 cialde da gelato vuote
110 gr farina
1/2 cucchiaino di bicarbonato
1/4  cucchiaino di sale
180 ml + 2 cucchiai di latte intero
110 gr burro
80  gr di cioccolato fondente tritato grossolanamente
225 gr  di zucchero di canna
1 uovo grande
estratto di vaniglia qb  (io ne ho messo un cucchiaino)

Per la decorazione:
Ganache al cioccolato:
250 gr di panna liquida fresca
250 gr di cioccolato fondente al 55%
Panna da montare 250 ml

Procedimento:
Beh, si procede come per tutti i muffin o cupcakes si uniscono in una terrina gli ingredienti solidi che nel nostro caso sono la farina, il sale e il bicarbonato.
Successivamente nel bimby io ho messo il latte il cioccolato spezzettato e li ho fatti fondere a 50° per un paio di minuti a vel 1; poi ho aggiunto  il burro e ho azionato  ancora a vel 1 per 30 sec, quando tutto si è sciolto perfettamente ho aggiunto lo zucchero e lo ho fatto sciogliere ancora per 30 sec a vel 1. Io avevo tutti gli ingredienti a temperatura ambiente, ovviamente se fossero stati in frigo i tempi sarebbero stati un po’ più lunghi.
A questo punto il composto ottenuto sarà liquido e tutti gli ingredienti ben sciolti dunque si potranno aggiungere gli ingredienti secchi preparati in precedenza a vel 3 per 30 sec e, infine,  l’uovo e l’estratto di vaniglia per altri 30 sec a vel 3.
Ora sarà sufficiente posizionare i coni su una teglia ricoperta di carta forno, e, con un cucchiaio da tavola, riempirli  fino a mezzo centimetro dal bordo e metterli a cuocere nel forno già caldo a 180° per 20/25 minuti (o almeno fino a quando lo stecchino non uscirà ben asciutto).
Per completare i nostri *Gelati… non gelati* io ho preparato sia della normalissima panna montata senza zucchero, sia una ganache al cioccolato fatta semplicemente facendo bollire la panna e versandola sul cioccolato tritato grossolanamente, lasciando raffreddare il tutto , mettendola una volta fredda in frigo e montandola con le fruste.
Ho formato i coni proprio come fanno i gelatai con la spatola, ricoprendo bene la montagnola di torta che si era formata sia con la ganache sola, che con la panna sola che con ganache e panna insieme… il risultato??
Lascio a voi il verdetto!
La cosa che è piaciuta di più di questi speciali cupcakes è che sembrano veramente dei gelati e i bambini erano meravigliati quando ho detto loro che erano una tortina!!
Si possono preparare per le feste, magari mettendo solo la ganache (si può fare anche con il cioccolato bianco) che si conserva meglio della panna.
La cosa speciale è che i cupcakes, che di solito a me piacciono appena fatti, perché rimangono umidi e soffici, si conservano benissimo sia grazie alla ganache, che grazie alla cialda che li mantiene perfetti anche il giorno dopo!
Ora che ho finito sono proprio contenta di aver ricominciato a postare!!
A presto!

Edit del 24 febbraio 2011
E' con piacere che ripropongo questa ricetta che tanto successo aveva riscosso per un'iniziativa altrettanto interessante quanto quella della Cometa! Leggete questo post di Caris (che ho *conosciuto* giusto oggi) per capire meglio quello di cui vi sto parlando (bastano pochi minuti, ma ne vale la pena).

Con questo post aderisco, CON MOLTO PIACERE, all'iniziativa "Una ricetta per il Santa Lucia".


6 commenti:

  1. oddio katia ma sono bellissimi!!! davvero, appena ho visto la foto ho pensato avessi fatto il gelato :) che idea carina! le cialde le prendi al supermercato? si trovano? non ci ho mai fatto caso ;)

    RispondiElimina
  2. Ciao Giada!! allora io li ho comperati dal mio gelataio ... non le ho mai viste al super... di solito si trovano i coni o le cialdine tipo biscotto, ma magari dalle tue parti i supermercati sono più forniti che qui a Piacenza (dove tutti sanno non si trova mai niente!)

    RispondiElimina
  3. ma son meravigliosi Katia! un'idea davvero bellina per far divertire i bimbi ed affascinarli nella scoperta di qualcosa di nuovo!

    RispondiElimina
  4. Belli belli!! Com'è andata? Io ho fatto solo due settimane di sottosopra, ma è stato bellissimo!! Ora sono in montagna, navigo con chiavetta e non credo che posterò nè commenterò molto... Bacioni!!

    RispondiElimina
  5. @Juls: che onore!! grazie sono in effetti davvero carini e ai bimbi sono piaciutio molto!

    @Lucia: ciao è andata bene ma ho finito veramente *spappolata* sto invecchiando e il tour de force di 3 settimane senza interruzione è veramente intenso... comunque è stato fantastico e sto pensando di fare 4 settimane il prossimo anno!! (mio marito dice che sono malata, ma la soddisfazione è tanta che la fatica passa e rimane tutto il resto, beh, da qui a la si vedrà!! buone vacanze e goditi il fresco, tu che puoi!!

    ps mi rimane ancora l'ultimo sforzo:porto tutti i miei 50 animatori in gita e poi anche per questa estate ho concluso, si ricomincia a settembre!!

    RispondiElimina
  6. ciao, volevo farti i miei complimenti! Il tuo blog è così allegro, belle ricette, divertenti, colorate. Anch'io quando ero a Sassuolo stavo con i ragazzi in estate, ero negli scout quindi campi estivi a go go. Da mamma poi sono passata a cucinare per i lupetti e le coccinelle...bellissimo!!! Ho letto il post del tuo impegno con il Grest, sei piena di energie.
    E' stato un piacere conoscerti di sicuro ripasserò a trovarti!!! Questa ricetta è originale e divertente, brava!

    RispondiElimina

ditemi pure....i complimenti (o le critiche purchè costruttive) sono benvenuti...vi ascolto