giovedì 23 settembre 2010

Marmellata di pesche, prugne, uva al profumo di vaniglia e lavanda

 lav1
Marmellata FANTASTICA!! Chiariamoci eh a me marmellatare piace da impazzire e che da quando ho il Bimby è tutto molto più semplice, ma questo mese, come ormai da un anno a questa parte, ho comprato la rivista *Cucina naturale* e ho sperimentato un metodo che non avevo mai provato prima ma che mi ha entusiasmato davvero, velocissimo, ma soprattutto, che  lascia intatto il sapore della frutta.
lav3
Questa marmellata nasce come molte delle marmellate che facevano i nostri nonni cioè per smaltire della frutta che stava passando di maturazione, nello specifico, pesche, prugne e uva; mi ha sempre incuriosito l’uso della lavanda in cucina (che da un po’ di tempo si vede un po’ di qua e un po’ di là per ogni blog) e dunque ho provato ad aggiungerla insieme alla vaniglia, che adoro, e che finalmente è arrivata direttamente dal Madagascar (come suggeritomi da Sigrid).
Ingredienti:
600 g di pesche bianche
300 g di prugne nere
100 g di uva bianca tipo datterino senza semi
300 g di zucchero di canna tipo Panela (bello scuro e aromatico)
un cucchiaio di lavanda in fiori
un baccello di vaniglia
un limone intero

Procedimento:
Questa marmellata non richiede una lunga cottura ma un pochino di riposo: alla sera ho sbucciato  le pesche e le ho tagliate in pezzi un po’ alla come capitava; ho snocciolato le prugne e sgranato i chicchi di uva ho aggiunto lo zucchero,ho messo tutto in un tegame di acciaio e  ho rimescolato bene, ho messo il coperchio e messo a riposare (di notte che si fa?? si riposa, no??) in frigorifero (la ricetta diceva per 12 ore, io cosa ho fatto?? me la sono scordata!!!! ma niente, l’ho lasciata un giorno intero! rimestando due o tre volte).
Una volta trascorso il tempo, filtrate la frutta e mettete lo sciroppo in un tegame (io di acciaio) con i semi della bacca della vaniglia e lasciate ridurre per una ventina di minuti; intanto spremete il limone e conservate i semini (sì, sì i noccioli capito bene!!!) e la scorza spremuta, metteteli dentro una garzina tipo quelle per bendare le ferite con la lavanda e la bacca di vaniglia privata dei semini, legate ben stretta la garza (io ho fatto un nodo perché era abbastanza grande ma potete legarla con dello spago da cucina) e aggiungete il sacchettino  aromatico insieme alla frutta e al succo di limone allo sciroppo che si sarà ridotto, lasciate insaporire il tutto per 10/15 minuti e poi togliete il sacchettino, continuate per altri 5 minuti. Io ho passato un po’ la frutta con qualche giro di minipimer perché non amo troppo i pezzi nelle marmellate ma se vi piacciono potete anche lasciare i pezzi, dopodiché potete invasare e sterilizzare il vaso come indicato qui.

Contrariamente a quanto credevo la lavanda non lascia nessun gusto, diciamo, saponoso, anzi è  meravigliosa, provate!!! ma soprattutto provate questo metodo che lascia intatto il gusto della frutta fresca, quando la apriremo il prossimo inverno, in mezzo alla neve e alla nebbia, ci tele-trasporteremo nel clima meraviglioso che solo la fine dell’estate ci  può regalare!
Alla prossima.
Ah, dimenticavo con questa marmellata partecipo al contest delle Tamerici *Crea un prodotto per Le Tamerici* e al contest di *Lavanda in terrazza* sulla Lavanda in cucina e al contest *Le mani nella marmellata* de *Il luppolo selvatico*




24 commenti:

  1. che meraviglia! sai che ci sto pensando anche io a ordinare la vaniglia on line? stamattina al super non c'era neanche.... Bella l'idea della lavanda, io ne ho ancora un po' in giardino.
    Bacioni! Lucia

    RispondiElimina
  2. Immagino la delizia di questa marmellata. La mia nonna la faceva spesso con al frutta mista, proprio come dici tu per smaltirla ed era fantastica. Così profumata e aromatica mi sa che il vasetto aperto non dura una giornata. Posso chiederti su che sito hai ordinato la vaniglia? Grazie, un bacione

    RispondiElimina
  3. Ricambio volentierissimo la visita e che bello qui, tutto a portata di mano!
    La marmellata e'.. interessante e condivido la tua passione nel farle! A presto Kat

    RispondiElimina
  4. che spettacolo!!!!!!!!!!!!!!!!! è fantastica e mi piace l'idea dell'abbinare più frutti!

    RispondiElimina
  5. Anche noi ci siamo procurate la vaniglia del Madagascar (seguendo il consiglio di Sigrid)... è da prendere assolutamente, niente a che vedere con la vaniglia che si trova al super...
    Chissà che bontà questa marmellata con tutti questi profumi!!!!!

    RispondiElimina
  6. Ah eccola!!! che bella così ricca...ci hai messo anche altre cosucce buone buone direi!
    brava!!!
    io la lavanda la uso in cucina da anni... e l'adoro!:)
    complimenti!

    RispondiElimina
  7. Connubio di ricordi e profumi d'estate, dell'autunno che arriva. Bellissima idea, anche cromatica :-)

    RispondiElimina
  8. @lucia e @federica: la vaniglia on line è stata un acquisto fantastico davvero! allora l'ho ordinata e in 48 ore è arrivata per posta, sono 200 g di morbide bacche di vaniglia del madagascar profumatissime, vi dico solo che mi sono accorta che erano arrivate dal profumo che usciva dalla cassetta delle lettere. vi lascio il link nel caso: http://stores.ebay.it/MADAGASCAR-DIRECT
    un ultima cosa costa veramente poco (io l'ho pagata 15 euro e sono circa 40 baccelli) confronto a quella del super e non è nemmeno da paragonare!!!

    RispondiElimina
  9. @tutte: è veramente meravigliosa ma oggi ho visto da terry che la lavanda si può frulla rentro alla marmella ta dunque se qualcuno si cimenta può provare!! buon we

    RispondiElimina
  10. Mmmm, una torta farcita con questa marmellata deve essere una delizia! :P
    Passo di quì in occasione del Blog Hop del venerdì :)
    Bacibaci

    RispondiElimina
  11. ma che buona!!!Veramente super questa conserva!

    RispondiElimina
  12. Ciao...siamo arrivati qui grazie al blog hop del venerdì...non ho trovato il post relativo, quindi ti lascio il commento qui. Complimenti per il blog, è molto piacevole! :) siamo diventati tuoi sostenitori! Ciao ciao

    RispondiElimina
  13. Eccomi per il blog hop!!che bello il tuo blog...complimenti!!!;)...passero' spesso...ciao e buon week-end!!

    RispondiElimina
  14. Ciao Katia...sono passata per il blog hop e ci rimango estasiata dalle tue japanese cotton cheesecake! Ciao a presto

    RispondiElimina
  15. ecco un'altra bella scoperta del blog hop!molto piacere!

    RispondiElimina
  16. Blog carinissimo complimenti... siamo viaggiatori golosi arrivati d te grazie al blog hop del venerdì... siamo diventati tuoi sostenitori e se vorrai contraccambiare ci farà molto piacere, così non ci perderemo di vista ... a presto e buon week end...

    RispondiElimina
  17. Che dire... ho scoperto questo splendido blog grazie al Blog Hop del venerdi e ne sono proprio felice, sono diventata tua sostenitrice. A presto ^_^

    RispondiElimina
  18. che marmellata particolare!!!!Grazie al blog hop sono passata da te e spero di conoscerti.....hai acquisito una sostenitrice in più......A presto...stefy

    RispondiElimina
  19. ciao! sono qui per il blog hop del venerdì!
    il tuo blog mi piace molto! e questa marmellata deve essere profumata e buonissima!
    sono una tua nuova sostenitrice!
    baci!

    RispondiElimina
  20. Sono contenta che la lavanda ti sia piaciuta! Buonissima questa marmellata, un perfetto mix settembrino che di ricorda l'estate!

    RispondiElimina
  21. Marmellata stupenda e grazie per la visita, che ricambio di cuore,questo modo di preparare la marmellata mi incuriosisce, la salvo!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  22. ovunque ci sia la lavanda, ci sono anche io! ottima :)

    RispondiElimina
  23. IO delle marmellate sinceramente ne farei a meno, ma non posso negarti che di fronte a questa marmellata mi viene l'acquolina in bocca.. .sembra davvero buona, ricca di tanta buoina frutta e con un buonissimo profumino di vaniglia e lavanda... vorrei provarla! Ne è riamsto u ncucchiaino?!? ^-^

    RispondiElimina

ditemi pure....i complimenti (o le critiche purchè costruttive) sono benvenuti...vi ascolto