mercoledì 6 ottobre 2010

Marmellata di Prugne, uva fragola, alloro e zenzero.

 

marmellataprugne1

Eccomi con un’altra marmellata, o meglio, confettura! Questa volta mi ritrovavo delle belle prugne, mature e saporite prese direttamente dal contadino di fiducia, ho pensato di aggiungere il succo dell’uva fragola che io adoro per il suo gusto speciale e profumato e, essendo nella mia fase ^alloro^ (lo metto un po’ ovunque, dalle zuppe alle tisane) ho pensato di metterlo, insieme allo zenzero che pensavo le desse quel tocco di piccantino che mi piace tanto.

marmellata prugne2

Ho proceduto come per la marmellata di pesche, prugne, uva … con il metodo imparato su *Cucina naturale* del mese scorso, cioè con una cottura breve come vado a spiegarvi.

Ingredienti:

600 ml di succo di uva fragola

1,6 kg di prugne snocciolate 

600 gr zucchero di canna chiaro

due limoni interi

tre cucchiaini di zenzero in polvere

quattro foglie di alloro

 

Preparazione:

Ho snocciolato le prugne dopo averle lavate e asciugate e le ho messe in un tegame d’acciaio capiente.

Ho lavato l’uva fragola e, siccome la buccia era un po’ coriacea e aveva i semini al suo interno, l’ho messa nel Bimby e ho azionato per 30 sec a vel 4, ho filtrato il succo con un colino a maglie strette per dividere le bucce dal succo e lo ho aggiunto alle prugne; in alternativa potete aprire l’uva a metà e togliere i semini lasciando le bucce o ancora schiacciare in un colino a maglie larghe gli acini così da fare uscire solo il succo.

Ho rimestato per bene e ho aggiunto lo zucchero, mescolando, ho riposto il tegame in frigo per dodici ore ricordandomi di girare il contenuto almeno 3 o 4 volte.

Passate le dodici ore (minuto + o minuto –) noterete che le prugne avranno rilasciato il loro succo e la quantità di liquidi sarà notevolmente aumentata, con un colino separate lo sciroppo dalla frutta e mettetelo sul fuoco per almeno mezz’ora, o almeno fino a quando non notate che si sarà ridotto della metà.

A questo punto unite la frutta che avevate tenuto da parte, insieme al succo di limone, allo zenzero  e ad una garzina, in cui avrete rinchiuso i resti dei limoni spremuti, compresi i noccioli, e le foglie di alloro.

Lasciate cuocere la frutta nello sciroppo per 20 minuti, poi togliete il sacchettino di garza e continuate ancora per una decina di minuti.

A questo punto potete lasciarla così com’è oppure fare qualche giro di minipimer (come ho fatto io) per eliminare i pezzettoni di frutta se non vi piacciono.

Terminato di cuocere la marmellata invasatela in vasi perfettamente puliti e sterilizzati, riempiteli fino a 1  cm dal bordo, chiudeteli ben stretti e capovolgete il vaso per una decina di minuti. Io, per stare tranquilla, poi pastorizzo i vasetti facendoli bollire nell’acqua:

  1. avvolgo i vasetti in fogli di giornali , per evitare che toccandosi fra loro durante l’ebollizione si rompano;

  2. li metto in un pentola tanto grande da poter inserire i vasi;

  3. li ricopro interamente  in modo che l’acqua superi i vasi di circa 5 cm l’altezza del vaso più alto;

  4. accendo il fuoco, in genere per un vaso Bormioli medio da 500 gr circa calcolo 30 minuti da quando l’acqua inizia a bollire;

  5. li lascio raffreddare  nell’acqua di bollitura.

Vedrete che dopo tutto ciò il centro del coperchio sarà abbassato (si è creato il vuoto  nel vasetto), ora si possono asciugare i vasetti etichettarli e riporli in dispensa pronti per affrontare l’inverno!!

Anche con questa ricetta partecipo al concorso delle Tamerici *Crea un prodotto per Le Tamerici*  e al contest di  *Il luppolo selvatico* , *Le amni nella marmellata*.

imagemarmellatalogo1

21 commenti:

  1. Prima prima prima, stasera ce l'ho fatta :D! Ho vinto un vasetto? Mamma mia sono estasiata solo a leggere gli ingredienti, uno soprattutto... ZENZEROOOOOOO! Combinazione davvero originale e non oso immaginare quanto buona :D! Un bacione

    RispondiElimina
  2. Fedeee, ho deciso che ti meriti un premio!!penserò a cosa!! sto postando cose fatte nelle settimane addietro e nel we faccio la ricettina per l'uovooooo! ce l'ho in testa e non ho ancora avuto modo!! ma arrivoooooooooooo!! un bacio e buona notte!!

    RispondiElimina
  3. Che bella confettura che hai ideato...Bravissima...baci

    RispondiElimina
  4. meravigliosa!!!Anch'io ho smarmellato ulrtimamente, ma questa è una vera goduria!!!Ne avanza un barattolino!?!?

    RispondiElimina
  5. Il profumo dell'alloro mi manda in esatsi, io lo aggiungo alla camomilla, quando il pancino fa i capricci e all'arrivo delle signorine in rosso ^_*

    Una marmellata...ops confettura deliziosamente aulente.
    Bacioni e buona notte ^_^

    RispondiElimina
  6. Brava K@atia! bellissima anche questa tua preparazione!
    sono contenta che il file delle etichette ti abbia fatto piacere: appena riesco ne metterò a disposizione altre!
    baci

    RispondiElimina
  7. Ma questa marmellata deve essere assolutamente mia!!! Adoro l'uva fragola, potrei mangiarne a chili. Questa confettura deve essere squisita. Complimenti!! :)

    RispondiElimina
  8. interessantissimo il metodo!!! e stupenda la marmellata che hai fatto! speciale come tu sai fare!

    RispondiElimina
  9. Adoro le marmellate insolite, questa è senza dubbio originale. Complimenti.
    Piace molto anche a me il profumo dell'alloro :-)

    RispondiElimina
  10. che belle foto.... (io non riesco mai a fotografare le marmellate, mi sfuggono! :-))
    (e che bella ricetta! ciao!)

    RispondiElimina
  11. Una combinazione veramente speciale, molto interessante il metodo che usi. Lo proverò sicuramente baci baci

    RispondiElimina
  12. saretta è buona oltre che bella!

    zebrina ho visto, ho visto, tu molto più di me!!

    gaia anche io lo aggiungo alle tisane ma alla cmomilla mai provato, alla prossima lo provo sicuramente!

    Felix grazie!! oggi finalemnte faccio il pane per la mmia amica!! speriamo bene ;)

    maetta ho visto che meraviglia di pdf hai fatto, se mi capiterà ti chiederò consigli!!

    RispondiElimina
  13. Kristel è veramente buona ma se ti piace tanto l'uva fragola cambia le proporzioni, mettine un po' di più e riduci le prugne e se la fai fammi sapere.

    Terry il metodo è, oltre che interessante, veloce e mantiene i colori della frutta che, non stracuocendo, rimangono intatti

    Acilia, le pellegrine e marsettina è molto particolare e se provate fatemi sapere!!!

    RispondiElimina
  14. C'è qualcosa di dolce e ruvido allo stesso tempo in questa marmellata. Adoro l'idea dell'alloro :-) Buon fine settimana

    RispondiElimina
  15. Ma che buona marmellata!!! Piacere di conoscerti e complimenti per il tuo bellissimo blog!!!

    Ti seguo

    RispondiElimina
  16. Mai provata la cottura breve, mi toccherà sperimentare al più presto, grazie grazie!

    RispondiElimina
  17. Ammiro molto chi riesce a fare confetture e marmellate in casa, io non ne ho il coraggio ma le assaggio volentieri se me ne mandi qualche vasetto ^_^ come si dice: Controllo Qualità ;)
    Buona domenica
    Sonia

    RispondiElimina
  18. Edda quanto mi fa piacere quando passi di qui!!

    Francesca benvenuta e grazie!!

    Reb sperimenta, sperimenta e vedrai che buona!!

    sonia io ammiro molto chi prepara feste di compleanno per i propri figli come fai tu!! per la marmellata?? mandami l'indirizzo un vaso c'è sempre!!! in effetti chi fa controllo qualità qui è decisamente di parte!! mi servirebbe qualcuno di imparziale!

    RispondiElimina

ditemi pure....i complimenti (o le critiche purchè costruttive) sono benvenuti...vi ascolto