giovedì 16 giugno 2011

Biscotti di castagne…si fa pulizia!

biscotti di castagne1

Capita anche a voi ne sono sicura di comperare ogni tipo di genere alimentare perché ci vorreste cucinare qualcosa di particolare, e poi lo lasciate a vegetare nella credenza per mesi, controllando di tanto in tanto la scadenza e dicendo a voi stesse che tanto manca moooolto tempo prima che scada e poi vi ritrovate a dover pensare a cosa combinarci proprio il giorno prima che scada!
Ebbene è la storia di questa farina! gira tu, che giro anche io da un blog all’altro mi son ricordata che avevo visto questi biscottini in uno dei miei blog preferiti, di quelli per i quali mi riservo la lettura la sera, da sola, quando tutti sono a dormire perché è un tempo per me, di relax e la maggior parte delle volte mi ritrovo a ridere e parlare allo schermo proprio come se avessi davanti questa signora che tanto mi piace per i suoi modi e le sue ricette, entrambi sembrano arrivare direttamente dal passato e sono tremendamente raffinati.
Beh, tornando alla ricetta non ho cambiato molto se non la farina, li ho fatti con quella di farro integrale e ci stava proprio bene, vi assicuro.
La riporterò pari, pari qui sotto per vostra comodità ma vi consiglio se non lo avete mai fatto di provare ad entrare nel mondo di Sabrine attraverso il suo blog, poi mi direte!
Ingredienti
farina di castagne: 100 gr
farina bianca 00: 100 gr (io di farro integrale 150 g)farina integrale di grano: 50 gr
zucchero grezzo di canna: 80 gr
burro: 100 gr
latte: 6 cucchiai
sale fino: un pizzicco
Preparazione
Tirate fuori il burro dal frigo con mezz'ora d'anticipo.
Mettete nel mixer le farine, lo zucchero e il sale e fate andare per un paio di secondi (non di più, sennò vi perdete il "crunch crunch" della farina integrale...). Poi aggiungete il burro a tocchetti e il latte, e fate andare a intermittenza finché il composto non diventa una palla (non più di altri dieci secondi).
Rovesciate l'impasto in una ciotola, sigillate con della pellicola e mettete in frigo per mezz'ora (o anche due giorni, se vi fa comodo).
Accendete il forno a 170° e foderate di carta forno una teglia per biscotti (che non sarebbe la leccarda che usate per l'agnello arrosto...).
Stendete l'impasto col matterello in una sfoglia di 4 mm di spessore, tagliate i biscotti della forma che preferite e infornateli per 8-10 minuti. Non perdeteli d'occhio (non dimentichiamoci mai che ogni forno risponde a regole sue...) e appena li vedete colorirsi un po' estraete la teglia dal forno, girateli e continuate la cottura per qualche altro minuto (diciamo 5-10 al massimo). In sintesi: tirateli fuori quando sono del colore di quelli della foto da entrambe le parti, tenendo presente che il mix di farina di castagne e farina integrale li rende... naturalmente abbronzati.
Fateli raffreddare su una griglia da pasticciere e conservateli in una scatola di latta: reggono alcuni giorni (un po' meno se siete di quelli che per concentrarsi hanno ogni tanto bisogno di un cappuccino con un paio di biscotti croccanti...)
Dimenticavo che io per renderli ancora più golosi li ho accoppiati a due a due  unendoli con la meravigliosa Nocciolata che Rigoni di Asiago mi ha gentilmente inviato! Vi dirò che ero scettica ma è forse meglio di quella famosa, soprattutto è naturale!

biscotti di castagne
con questo post partecipo al contest davvero originale di “L’amaranto e il melograno”. Fateci un giro, ne vale la pena!

 Con questa ricetta partecipo al contest di Lia di Montagne di Biscotti sul farro


venerdì 10 giugno 2011

Giornate intense per una vita sempre di corsa…

Chi mi segue anche su fb sa che sono perennemente impegnata, in questo periodo latito un po’ dal blog per mille altri impegni: sta per ricominciare il Grest (che mi terrà impegnata per due settimane) e quest’anno visto che si è aggiunto anche il lavoro sarà ancora più impegnativo del solito, stanno concludendosi tutte le attività invernali dunque sono cene di fine corso per il nuoto, cene di fine stagione per il calcio, cene per festeggiare la fine dei tornei, cene per la fine anno scolastico…. insomma per ognuna di queste occasioni io non mi faccio mancare di proporre di portare qualcosa, cosa se non un dolce??

Tutte queste sono occasioni per me di sperimentazione di ricette, di decorazioni ecc…

qui sotto le foto di due delle torte (diciamo quelle degne di nota), di seguito le ricette!

 

 

243592_176666795724507_100001435633932_483118_429543_o

 

 

 

campocalcio

Per il Pan di spagna

6 uova intere

3 tuorli d’uovo

200 gr di zucchero semolato

200 gr di farina00

50 gr di fecola

una bacca di vaniglia

una punta di cucchiaino di lievito per torte

cacao a piacere

Procedimento

Accendere il forno statico a 200°

Nella planetaria  (o con una ciotola e uno sbattitore elettrico) mettere le uova (tutte) e lo zucchero e lasciare andare per almeno 15/20 minuti, fino a quando con la frusta sarete in grado di scrivere sul composto.

Intanto che si montano le uova pesate il resto degli ingredienti e quando le uova saranno montate unite gli ingredienti secchi a cucchiaiate setacciandoli  nel composto di uova sempre partendo dal basso verso l’alto molto delicatamente. Verso le ultime cucchiaiate vi sembrerà che il composto si smonti, ma voi continuate sempre delicatamente e vedrete che il risultato sarà stupefacente (ci vuole solo un pochino di pazienza in questa operazione affinché tutta l’aria che le uova e lo zucchero hanno incorporato montandosi non se ne esca tutta)

Io con questa dose ho fatto una teglia di quelle che uso per la pizza 30x50 e per me questo era uno strato della torta, dunque ne ho poi rifatto un altro identico, trovo molto più comodo preparare gli strati così piuttosto che fare un pan di spagna alto e poi tagliarlo a strati che non mi verrebbero mai precisi come in questo modo.

Ora per le due torte ho usato due farciture diverse: nella prima una normalissima crema tiramisù a base di mascarpone, zucchero e uova (che però ho pastorizzato per stare più tranquilla) ricoperta di panna, fragole e Oreo in onore ai colori della squadra (rosso/nero), nella seconda una ME RA VI GLIO SA crema SIMIL-RAFFAELLO presa da qui!

Ingredienti:
250 g mascarpone
100 g latte condensato
150 ml panna da montare non zuccherata
150 g cioccolata bianca
Metà pacco di wafer alla vaniglia
Granella di mandorle (facoltativa, ma io l’ho messa)
Farina di cocco (facoltativa, ma io ho messo anche questa, anzi ho messo delle chips di cocco leggermente tritate, hanno una consistenza diversa che a noi è piaciuta molto!)

Procedimento:
Montare leggermente il mascarpone, unire il latte condensato.
Portare quasi a bollore 100 ml di panna e aggiungere il cioccolato bianco tritato grossolanamente.

Far raffreddare un po’ la ganache ed unirla alla crema di mascarpone

amalgamare ed aggiungere la restante panna, precedentemente montata.

La crema va completata con l’aggiunta di wafer sbriciolati

e, a piacere, granella di mandorle e cocco.

 Per decorare:

cocco grattugiato disidratato

colorante verde

Colorare il cocco è semplicissimo: basta mettere la farina in un sacchetto di plastica per il congelatore e aggiungere il colorante del colore desiderato, io avevo in casa del colorante in gel e ho usato quello diluendolo con un goccio di acqua (una tazzina da caffè, per capirci) ho versato l’acqua nel sacchetto e non ho fatto niente altro che massaggiarlo fino a che tutto il cocco non è diventato del verde che volevo io, ma se dovete prenderlo apposta magari è meglio il colorante liquido.

 

 

ASSEMBLAGGIO DELLA TORTA

Ho spennellato con il caffè il primo strato di pandispagna (ma la prossima volta lo bagnerò con il latte, il caffè si sentiva troppo per i miei gusti)

ho spalmato un abbondante strato di crema e poi ho sovrapposto il secondo strato di pan di spagna anche lui bagnato con il caffè (sul lato che sarebbe andato a contatto con la crema)

Ho ricoperto tutto il dolce con un velo di panna montata non zuccherata e poi ho letteralmente sparso il cocco colorato su tutta la superficie e i bordi della torta premendo con delicatezza affinché si attaccasse bene, ho posizionato giocatori, porte e bandierine e voilà!

Eccoli felici dopo un anno veramente bello e intenso, ricco di soddisfazioni!

 

242832_176679322389921_100001435633932_483310_593684_o

domenica 5 giugno 2011

Al ballo senza bacchetta?? No. Non si può!

Ecco tutto è nato così: una ragazza a me carissima aveva un ballo per ieri sera, non un ballo qualsiasi, Il Ballo, quello con la B maiuscola, e per quella occasione doveva indossare o portare qualcosa di magico. Mi è dunque arrivato su fb questo messaggio: :”Hai per caso una bacchetta magica per me?”

Ad una simile richiesta di aiuto si può far finta di niente?? IO NO, NON SONO CAPACE!  Nemmeno se arriva alla fine di una giornata e di una settimana estenuanti :)) Vuoi che, con due figli maschi quando mi ricapita più di dover creare una bacchetta magica su misura tutta sbrilluccicante, vuoi che non posso vedere gli occhi delle persone a cui voglio bene intristirsi per così poco, soprattutto se stanno passando momenti non troppo facili, vuoi infine che mi piacciono le sfide e mi piace da morire pasticciare (non solo in cucina),che di fronte ad una simil richiesta mi sono scatenata e ho trovato questa (ogni tanto mi domando cosa faremmo senza google O_o) e ho iniziato a frugare in casa per trovare qualcosa per costruire!!

Bene ecco il risultato!

 

bacchetta6

 bacchetta 1

 

bacchetta0

 

Materiale occorrente:

colla vinilica - filato - acqua - formina per biscotti

(in questo caso a forma di cuore) - carta da forno -

ciotola - perline, cuoricini, tulle per la decorazione finale-

bastoncino

Esecuzione

Su di un piatto di plastica usa e getta, diluite 1/4 di tazza di colla vinilica con 1/2 tazza di acqua.

Preparate su un vassoio un foglio di carta da forno e appoggiatevi sopra la formina.

Tagliate il filato in pezzi da 10 cm. circa, immergeteli nella soluzione vinilica e, quindi, appoggiateli all'interno della formina, aggiungendo, secondo il gusto personale, cuoricini, paillettes, perline, corallini….…

Dopo qualche minuto, togliete la formina e ripetete l'operazione per i vari pezzi che vi servono. Per accelerare il tempo di asciugatura, potete mettere il vassoio nel forno per circa un'ora, ad una temperatura di 50°, lasciando il forno socchiuso.

Una volta pronti i cuoricini (nel nostro caso), potete aggiunger altre decorazioni con la colla a caldo e, per creare la bacchetta magica, accoppiarli, sempre con la colla a caldo, infilando un bastoncino tra i due.

Io ho poi terminato con la lucidatura con uno smalto per unghie glitterato per impreziosire i particolari.

Cosa ne dite?? Vi piace?

La cosa più bella di questa Bacchetta? Il sorriso di colei che l’ha ricevuta quando l’ha vista! :))

Buona settimana a tutti!