giovedì 2 febbraio 2012

Gelatina di vaniglia…

 

gelatinavaniglia

 

Se pubblicare o no questa ricetta ci ho pensato molto tempo, poi la mia decisione è stata quella di condividerla con voi, ma ora vi spiego il perché dei miei dubbi.

Ho comperato in un negozietto bio di Campagna amica un meraviglioso yogurt bianco (veramente buono e praticamente uguale a quello fatto in casa) che viene venduto in vasetti, alla cui base c’è una marmellata*(passatemi il termine anche se so che è inesatto) di vaniglia Con la lingua fuori, non buona, dipppppiù.

e ad una foodblogger sperimentatrice secondo voi cosa salta in mente mangiando una tal delizia? di rifarla, ovviamente!

Beh, ci ho provato… e il risultato? diciamo che non mi ha soddisfatto pienamente Triste diciamo che ho capito che le consistenze troppo gelatinose non mi piacciono e che ho capito che non ho capito come diavolo hanno fatto a farla così buona! Sicuramente non hanno usato le bacche visto che è di colore bianco, e nemmeno lo zucchero di canna (come invece ho fatto io)… ma in ogni caso la consistenza di quella comperata è proprio simile ad una marmellata, la mia diciamo che era più simile ad una gelatina piuttosto duretta, di gusto era decisamente buona ma sulla consistenza dovrò ancora lavorarci, io ho usato l’agar agar e forse era meglio usare i fogli di colla o la pectina, intanto vi metto la ricetta, perché mi sono detta che a qualcuno piaceranno anche le consistenze gelatinose, in America ne vanno pazzi … e ci sarà pure qualcuno anche qui!

Ma ditemi a voi piacciono?? Se la risposta è sì provatela!! io ho  pensato che la sfrutterò sulle torte di frutta riscaldandola dovrebbe tornare allo stato liquido per poi riaddensarsi una volta freddata.

gelatinavaniglia1

 

Gelatina di vaniglia

Ingredienti

200 g di acqua

3 cucchiai di zucchero di canna chiaro

una bacca di vaniglia

un cucchiaio di estratto di vaniglia home-made

una punta di cucchiaino di agar agar

Preparazione

In un pentolino mettere l’acqua, lo zucchero, i semi della bacca di vaniglia e la bacca aperta, l’estratto e portare a bollore; lasciate bollire per qualche minuto finché il tutto non diventa leggermente sciropposo e poi aggiungete l’agar agar mescolando bene per non fare grumi, continuate la “cottura” per 5 minuti, poi prendete un vasetto sterilizzato e versate il composto (io l’ho fatto passare con un colino a maglie strette per togliere le impurità), chiudete il vasetto e capovolgetelo per una decina di minuti così da far fare il sottovuoto.

Non spaventatevi se vi sembra liquido, raffreddandosi si solidificherà!

Ovviamente se lo provate mi dite se vi è piaciuto??

 

ps sarà che per me la vaniglia è idea di dolcezza, dolcezza è amore e amore… beh, S. VALENTINO, ovviamente questo post così dolce è dedicato a tutti gli innamorati, tutte quelle persone che, come me hanno avuto la fortuna di trovare la persona giusta, l’altra metà del cielo, la loro mezza mela (devo continuare??) Io ho preparato dei vasetti,  ma perché non versare la gelatina su una placca e poi coppare con le formine tanti cuori per il vostro/la vostra innamorata e usarli come decorazione per un dolcino??

Tipo: così?

 cuorigel

 

Con questo post partecipo al contest *Cibo e Baci* di About food  in collaborazione con Smartbox

 

image

e anche al contest di Cucinando   *Cucinando con il cuore – il contest degli innamorati*

 

image

9 commenti:

  1. Potrei dire che ti adoro per questa chicca :) Sento già che ne diventerei dipendente!!! Un bacione

    RispondiElimina
  2. sai che mi incuriosisce molto? da provare! e che bella l'idea dei cuoricini! ;)

    RispondiElimina
  3. sono anni che cerco questa ricetta O.O
    Sei un prtento, da oggi ti seguirò assiduamente, non voglio perdere nessuna cosa preparata con le tue manine ^^

    RispondiElimina
  4. wooooooooooow che delizia! complimenti, un bacio :)
    ps: ho realizzato un nuovo concorso "Fashion Food": in premio 100 euro di shopping! Ti aspetto :)

    RispondiElimina
  5. oh che ricettina interessante.. complimenti! brava! baciotti

    RispondiElimina
  6. Ti dirò, io i dolci al cucchiaio o similia non li faccio spesso... un po' perchè non sono davvero capace di far gelificare le cose (al punto che, le poche volte che succede, è da considerarsi un miracolo :) ma anche perchè, dopo un po', le cose eccessivamente gelatinose (più dei budini) mi stancano. Questa gelatina dev'essere super concentrata, e visto che a me la vaniglia piace, continuerei a provare fino ad ottenere quella che più si avvicina alla provata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti io non mi arrendo! la consistenza che ho raggiunto non mi ha soddisfatto ma riproverò al più presto :) perché anche a me il gusto piace tanto! :)

      Elimina
  7. Che idea fantastica!!! Per me è molto importante sperimentare, quindi hai fatto benissimo a provare.. Poi hai tutto il tempo per continuare a sperimentare finchè non ti viene come la vuoi! :)
    L'idea dei cuoricini è deliziosa, bravissima davvero :)

    Ne approfitto per invitarti al primo food contest del magazine Donna In, in palio ci sono dei premi offerti da PAVONIdea, è aperto a tutte le food blogger e ci farebbe piacere averti tra noi!
    Ovviamente se ti va puoi invitare chi vuoi o passare parola!
    Ti lascio il link:
    www.donna-in.com/2012/02/1-food-contest-di-donna-in-sfizia-delizia/

    Ti aspettiamo :)
    Grazie, un abbraccio

    RispondiElimina

ditemi pure....i complimenti (o le critiche purchè costruttive) sono benvenuti...vi ascolto