venerdì 13 luglio 2012

La torta al cioccolato più buona del mondo


Ecco la ricetta di una torta al cioccolato, ma non una torta qualunque, la torta al cioccolato più buona che io abbia mai assaggiato, una torta che si prepara in 35 minuti in tutto e poi si mette in frigo e si gusta fredda, che di questi tempi non fa mai male, visto che i vari Caronte, Minosse, ecc.… si trovano tanto bene da queste parti da non andarsene mai.

tortadoppiocioccolato


Questa ricetta arriva da un’amica che la preparò per un pranzo tra i compagni di classe del piccolo mostro (dovrò trovare altri appellativi perché ormai  questi si addicono poco ai ragazzi!), le ho intimato di darmi la ricetta e dopo un po’ di insistenza ce l’ho fatta, non è niente di speciale è fatta di una base morbida di pasta al cioccolato e ricoperta con una ganache al doppio cioccolato, sarà proprio questa semplicità che la rende  ottima, e non lo dico solo io, visto che da quando l’ho fatta la prima volta ovunque io la porti riscuote un gran successo!!
Ingredienti per la base
3 uova intere
100 gr di farina 00
150 gr di zucchero
100 gr di burro
100 gr di cioccolato fondente
Preparazione
Sbattete le uova intere con lo zucchero e la farina (io nel Bimby 3 min. a vel 4, anche senza farfalla)
In un tegamino sul fuoco (o in una ciotola nel microonde) fate fondere il burro, quando sarà sciolto, fuori dal fuoco, aggiungete il cioccolato fondente che avrete prima  spezzettato un pochino (così si scioglierà e intanto si abbasserà la temperatura del burro e non rischierete di cuocere le uova), aggiungete il tutto alle uova montate e mescolate ancora per incorporare bene i due composti (io nel Bimby per altri 3 min. a vel 4)
Nel frattempo preparate una teglia di 28cm con bordo a ondine e piano rialzato imburrata e infarinata per bene e versatevi il composto all’interno, cuocete in forno caldo per 25 min. a 165°
Ingredienti per la crema
100 gr di cioccolato fondente
100 gr di cioccolato al latte
200 gr di panna
40 gr di burro
Preparazione della crema e finitura della torta
In un tegame sul fuoco mettete la panna, il  burro e i due tipi di cioccolato spezzettati e lasciate sul fuoco al minimo fino a quando non si saranno sciolti i pezzetti di cioccolato. Tenetela nel tegame finchè la torta non sarà  pronta,  ma se avete seguito passo a passo dovrebbe essere tutto sincronizzato, sfornate la torta e, subito, anche se è ancora calda, versate la ganache fino a riempire la scannellatura della torta, mettete in frigo per almeno un paio d’ore, io vi consiglio di  prepararla sempre la sera prima così da servirla ben fredda, magari accompagnata da un cucchiaio di panna montata o di gelato alla vaniglia.

6 commenti:

  1. Questa torta ha fatto veramente il giro del mondo! L'ho pubblicata anche io un sacco di tempo fa qui: http://www.peperoniepatate.com/2010/04/la-torta-per-non-sbagliare.html e vedendone la sua diffusione mi sono messa a cercarne le origini. Credo sia una torta al cioccolato del pavese che si trova sia nelle famiglie che nei ristoranti. E' veramente la più buona del mondo! :-)))
    Buona domenica Katia! un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono andata a leggere ed è proprio la stessa!! non sapevo della sua origine ma da oggi per me sarà "la torta più buona del mondo per non sbagliare": un abbraccio e buona domenica!!!

      Elimina
  2. Brava ad estrapolarla e grazie per averla condivisa! Va provata di sicuro! :)

    RispondiElimina
  3. Wow!!! questa torta è fantastica ti ho conosciuta per caso ma mi hai conquistata da oggi hai una fans in più se ti va vienimi a trovare ciao rosa

    RispondiElimina
  4. cara Katia, ho un compito molto difficile io: sei la mia compagna per il quarto sorteggio di cinzia, e io sto passando in rassegna tutto il tuo blog alla ricerca della ricetta da reinterpretare. Confesso che ne ho già adocchiate parecchie, e ora mi resta solo l'imbarazzo della scelta. Ce n' magari una che preferisci che io facessi? io continuo il mio giro fra le tua pagine....a presto, serena

    RispondiElimina

ditemi pure....i complimenti (o le critiche purchè costruttive) sono benvenuti...vi ascolto