venerdì 28 settembre 2012

Torta criminale… finalmente!


tortacriminale2

Per chi mi segue anche su facebook sa quanto sia stato travagliato questo post!  Questa torta in realtà è della mia amica socia, Giò che me l’ha consigliata in una giornata in cui avevo voglia di una torta morbida, ma buona e non troppo ricca, e la feci subito, peccato che nella fretta mi sono scordata le uova! e vi dirò che non se ne è avanzata nemmeno una briciola dunque male, male non era nemmeno senza uova, poi l’ho rifatta una seconda volta sempre senza uova e anche lì niente, non ce l’ho fatta a fotografarla visto che è sparita quando era ancora tiepidina… e poi l’ho rifatta una terza e ancora niente foto infine mi sono decisa a farla di sera pensando che quando sarebbe stata pronta tutti avrebbero dormito e sarebbe arrivata sana e salva fino all’obiettivo… mi sbagliavo … infatti ho dovuto faticare per fotografarla ma almeno sono riuscita… erano le 23.30 e il mio grandone se ne sarebbe mangiata mezza se non lo avessi fermato!!
Quando Giò mi ha dato la ricetta mi ha anche detto che era versatile, che si poteva farci un po’ quello che si voleva… era proprio vero, non l’ho mai fatta nello stesso modo:
la prima volta (quella senza uova) l’ho preparata con zucchero di canna chiaro, farina di farro  e gocce di cioccolato fondente
la seconda (sempre senza uova) con zucchero di canna scuro e albicocche disidratate
la terza volta ho aggiunto le uova (che in realtà danno una consistenza ancora più soffice), messo lo zucchero bianco  (perché non ne avevo altro in casa)  e ho messo gocce di cioccolato bianco e mirtilli rossi disidratati (versione golosissima davvero!) e l’ho cotta sul fornello con la mia super teglia**, è rimasta un po’ pallidina in superficie ma io adoro cuocere le torte lì dentro, mi sembra che abbiano un gusto di altri tempi Sorriso
ora, finito di scrivere questo post la proverò con il muesli e ananas disidratato…
Insomma si può veramente dire che sia la torta che si può fare con quel che ci resta in dispensa… che ci porta via pochissimo tempo ed è sana e salutare senza troppi grassi.

tortacriminale1

TORTA CRIMINALE my way
Ingredienti
270 gr di ricotta di pecora, mucca o anche mista
200 gr di zucchero di canna chiaro
Scorza grattugiata di un limone
3 uova
2 cucchiai di olio extravergine
250 gr di farina 0
1 bustina (18gr) di lievito bio per torte
PROCEDIMENTO CON IL BIMBY
Io ho fatto tutto nel bimby: ho messo lo zucchero e la ricotta e ho azionato per 1 minuto a vel 4 fino a che tutto non è diventato cremoso, ho aggiunto una alla volta le uova con le lame in movimento e infine l’olio e ho lasciato andare fino a che quest’ultimo non si fosse ben incorporato con il resto degli ingredienti. Infine ho aggiunto la farina e il lievito (ora è il momento giusto,se volete aggiungere frutta essiccata, gocce di cioccolato.., ricordate di passare l’ingrediente che avete scelto un pochino nella farina prima di aggiungerla così non andrà tutto a fondo ma si distribuirà uniformemente all’interno del composto) e ho azionato a vel 4/5 per 30 secondi, ho versato tutto nel fornetto per torte unto con il burro e spolverato con un po’ di farina e ho messo sul fuoco a fiamma media per i primi 15 minuti, bassa per i successivi 45 minuti controllando di tanto in tanto come procedeva la cottura.
PROCEDIMENTO SENZA BIMBY COPIAINCOLLATO DALLA SOCIA Occhiolino
Armatevi di fruste elettriche, prendete una ciotola dai bordi alti (altrimenti vi ritroverete la cucina tatuata) in cui metterete lo zucchero, la scorza di limone e la ricotta setacciata o lavorata con un cucchiaio. Montate con le fruste a velocità media e continuate finché il composto da bricioloso diventerà una crema. Aggiungete un uovo alla volta sempre amalgamando bene con le fruste, unite il succo di limone e infine l’olio. Quando quest’ultimo è ben incorporato eliminate le fruste, brandite un cucchiaio e iniziate ad amalgamare la farina e il lievito setacciati, lavorando il meno possibile come per i muffin. Versate il composto in una teglia diametro 24 precedentemente imburrata e infarinata. Infornate a 180° per 30 min., abbassate a 160° e cuocete per altri 10 minuti. Alla prova stecchino la torta risulta leggermente umida.
 
torta criminale
 
** un reperto storico,  che è anche un caro ricordo della mia nonna (quello della foto per intenderci) lei lo usava sempre sopra la stufa a legna  e che torte che ne uscivano! So soltanto che è una pentola/forno a forma di ciambella che può, udite udite, andare sul fuoco: è sufficiente usare lo spargi fiamme e ... impratichirsi un po' soprattutto con i  tempi ed escono dolci ottimi, soffici e nello stesso tempo non abbiamo consumato energia elettrica.













5 commenti:

  1. beh...un assaggio stamattina ci poteva anche stare non dirmi che ne avevi una fetta nel retro del negozio...;-) Deve essere davvero molto buona : io con la ricotta ne faccio una al cioccolato fondente che fa impazzire mio figlio (quest'estate non so quante ne ho sfornate, anche da regalare...poi con il caldo mi sono rifiutata di accendere il forno!). Se ti interessa te la passo. Ciao, buona giornata!!!
    Barbara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Barbara, ebbene sì.. ci hai beccate ce n'era una fetta nel retro :P consolazione di questi periodi di super lavoro :)
      la tua ricetta?? quando passi la accetto volentieri, sia mai che non provo una torta nuova!! :))

      Elimina
  2. allora senza uova con le stesse dosi? interessante! e davvero versatile!
    ciao :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao!! hai capito bene, esattamente con gli stessi ingredienti... è versatilissima!! :)) provala e il risultato è assicurato!

      Elimina
  3. Interessante la tua torta ...con e senza uova, più versatile di così!!!

    Se poi nel retro ci sono tali leccornie passo anch'io....a presto!

    RispondiElimina

ditemi pure....i complimenti (o le critiche purchè costruttive) sono benvenuti...vi ascolto