martedì 7 agosto 2012

Salutiamoci … con le pesche!

 

insalatapollopesche1

 

Ebbene sì, ce l’ho fatta! Vado in ferie, ma prima mi ero riproposta di partecipare all’iniziativa più interessante che mi sia capitata sott’occhio in questo periodo!

Salutiamoci… sì perché parto, ma soprattutto è il titolo che Stella, Brii, Lorenza e Roberta hanno pensato insieme a questo bel progetto (userò le parole della stessa Brii, perché sinceramente non riuscirei a fare meglio)

“"Quando ho avuto l’idea l’autunno scorso, sapevo che non potevo farcela da sola.
Io non sono molto brava in cucina, spesso sbaglio, faccio errori comuni, ma ho un’incredibile voglia di imparare, di migliorare, di stare bene.

Stare bene.
Ogni anni in Ottobre ci diamo da fare creare delle ricette salutari per
il mese della prevenzione del cancro al seno.
Giri da blog in blog, tutti con il nastro rosa, tutti a cucinare in modo sano e salutare.
Arriva il 1 Novembre e tutti(o quasi) torniamo al solito modo di cucinare.
Mi sono chiesta, è perché non continuare anche negli altri mesi?

Tengo precisare che questo non è un contest, non ci sono premi, ma solo
un sano progetto di mangiare bene per stare bene.””

Sapete cosa mi piace di questo che amo chiamare PROGETTO SALUTIAMOCI?  Mi piace la condivisione, la voglia di imparare che ognuna di noi ci mette, la voglia di far conoscere un altro modo di mangiare SENZA VINCERE NIENTE!

E dopo aver letto tutte le meravigliose ricette dello scorso mese sulle zucchine a casa di Roberta, ora tocca alle pesche a casa di Brii!

Ricordo a tutti che le ricette hanno come ingrediente principale le pesche per il mese di agosto ma che non possono contenere ingredienti che non siano compresi nella Tabella di Salutiamoci 

Eccovi il mio contributo!


INSALATA DI POLLO, PESCHE E ANANAS

insalatapollopesche

(ricetta presa da “la cucina italiana” di Agosto)

Ingredienti:

Un petto di pollo di almeno 500g

150 gr di ananas fresco già pulito

150 gr di pesche noci lavate e tagliate a fette

50 gr di aceto di vino bianco

due cucchiai di olio EVO

un cucchiaio di prezzemolo fresco tritato

sale, pepe e tabasco qb

2 chiodi di garofano, una foglia di alloro, 3/4 grani di pepe nero e due o tre ciuffi di prezzemolo fresco

Preparazione:

La ricetta originale prevede di lessare il pollo con gli aromi in acqua bollente salata per 25 minuti dal bollore (io la prossima volta lo farò arrosto, per i nostri gusti è risultato un pochino sciapo), una volta cotto lasciatelo raffreddare e tagliatelo a striscioline.

Prendete un cucchiaio d’olio e scaldatelo in un padellino antiaderente, aggiungete l’ananas tagliato a tocchetti e le pesche a fettine (io ho lasciato la buccia visto che erano bio, se ne avete di non troppo mature è meglio rimangono un pochino più integre in cottura) e in ultimo l’aceto, salate un po’ e lasciate cuocere giusto due minuti dalla ripresa del bollore. Lasciatele raffreddare, fuori dal fuoco su di un piatto ben allargate così si bloccherà la cottura.

ora, in una terrina unite il pollo, le pesche e l’ananas scolate dal liquido che si sarà formato, il prezzemolo, sale, pepe e qualche goccia di tabasco, mescolate bene.

A questo punto componete il piatto prima di mettere in tavola, servendo il tutto su un  letto di insalatina (io ho scelto della valeriana, ma va bene anche dell’insalatina da taglio giovane)

 

e ora Buone Vacanze a tutti e ci vediamo il prossimo mese da “Un filo d’erba cipollina” con le Alici.

 

venerdì 3 agosto 2012

Liquore alla menta


liquoreallamenta1

Eccomi riemergere, mi faccio mille propositi riguardo al  blog e poi… niente, non riesco, mi manca il tempo, le giornate volano e la sera mi godo la famiglia in una quiete tipicamente estiva: niente compiti da (ri)guardare, niente lezioni da ripassare e  da ascoltare, niente borse, borsoni da preparare per il giorno dopo … solo una sera per stare insieme e chiacchierare su come è andata la giornata, per uscire a prendere un buon gelato da un’amica o ancora per stare al fresco (del climatizzatore, ma meglio di niente) a guardare un bel film, o come diciamo qui in casa, a “farci una bella serata cinema” con tanto di bibite fresche per i ragazzi e magari un goccetto di questo meraviglioso liquore alla menta per mamma e papà, magari tenuto in freezer, così è ancora più adatto alla stagione.
Questo è un liquore che consiglio a chi non ne ha mai fatti, semplice, non servono nozioni particolari basta avere un vaso grande e che si possa ben chiudere e  della buona menta, magari coltivata sul balcone, come la mia, o presa in un posto in cui sappiamo che non ci sia troppo inquinamento e avere un pochino di pazienza (ma poca, eh!)

liquore alla menta

Liquore alla menta
Ingredienti
1 l alcool 95°
40 foglie di menta (se sono piccole altrimenti anche la metà, ma io non mi formalizzo mai sul numero)
1 l sciroppo di zucchero di canna (tipo questo)
Procedimento
Prendere il suddetto vaso di una misura che possa contenere tutto l’alcool, versare l’alcool e mettere all’interno le foglie di menta precedentemente pulite con uno straccetto (molto delicatamente per non rovinarle), chiudere ermeticamente e dimenticarselo per 15 giorni.
Trascorsi i 15 giorni, filtrate l’alcool, trattenendo con un colino a maglia stretta le foglie (che risulteranno un pochino rinsecchite perché l’alcool avrà *rubato* tutto il loro meraviglioso profumo), unite lo sciroppo di zucchero di canna (io non avevo voglia di farlo in casa** e ne ho sempre una bottiglia che uso per zuccherare le bibite che preparo, si scioglie meglio e subito e poi con questo caldo… non bisogna aspettare che si freddi Sorriso ma se volete vi lascio in calce le dosi per prepararlo)
Travasate il liquore in bottiglie di vetro e, se vi piace, riponetelo in freezer.
Io lo trovo veramente buono, piace ad amici e parenti e in effetti ne preparo sempre in abbondanza, a Natale è utilissimo come regalino, basta una bella bottiglietta, un fiocco e un biglietto a tema e sarà un pensiero delizioso.


Sciroppo di zucchero
600g acqua
400g zucchero di canna chiaro
preparate lo sciroppo facendo sciogliere lo zucchero nell'acqua a fiamma bassissima e  lasciatelo poi raffreddare completamente a temperatura ambiente, quest’ultima cosa è importantissima, se non lo lascerete raffreddare prima di unirlo all’alcool, l’alcool evaporerà e il grado alcolico diminuirà , oltre che perdere in limpidezza e colore.