venerdì 28 settembre 2012

Torta criminale… finalmente!


tortacriminale2

Per chi mi segue anche su facebook sa quanto sia stato travagliato questo post!  Questa torta in realtà è della mia amica socia, Giò che me l’ha consigliata in una giornata in cui avevo voglia di una torta morbida, ma buona e non troppo ricca, e la feci subito, peccato che nella fretta mi sono scordata le uova! e vi dirò che non se ne è avanzata nemmeno una briciola dunque male, male non era nemmeno senza uova, poi l’ho rifatta una seconda volta sempre senza uova e anche lì niente, non ce l’ho fatta a fotografarla visto che è sparita quando era ancora tiepidina… e poi l’ho rifatta una terza e ancora niente foto infine mi sono decisa a farla di sera pensando che quando sarebbe stata pronta tutti avrebbero dormito e sarebbe arrivata sana e salva fino all’obiettivo… mi sbagliavo … infatti ho dovuto faticare per fotografarla ma almeno sono riuscita… erano le 23.30 e il mio grandone se ne sarebbe mangiata mezza se non lo avessi fermato!!
Quando Giò mi ha dato la ricetta mi ha anche detto che era versatile, che si poteva farci un po’ quello che si voleva… era proprio vero, non l’ho mai fatta nello stesso modo:
la prima volta (quella senza uova) l’ho preparata con zucchero di canna chiaro, farina di farro  e gocce di cioccolato fondente
la seconda (sempre senza uova) con zucchero di canna scuro e albicocche disidratate
la terza volta ho aggiunto le uova (che in realtà danno una consistenza ancora più soffice), messo lo zucchero bianco  (perché non ne avevo altro in casa)  e ho messo gocce di cioccolato bianco e mirtilli rossi disidratati (versione golosissima davvero!) e l’ho cotta sul fornello con la mia super teglia**, è rimasta un po’ pallidina in superficie ma io adoro cuocere le torte lì dentro, mi sembra che abbiano un gusto di altri tempi Sorriso
ora, finito di scrivere questo post la proverò con il muesli e ananas disidratato…
Insomma si può veramente dire che sia la torta che si può fare con quel che ci resta in dispensa… che ci porta via pochissimo tempo ed è sana e salutare senza troppi grassi.

tortacriminale1

TORTA CRIMINALE my way
Ingredienti
270 gr di ricotta di pecora, mucca o anche mista
200 gr di zucchero di canna chiaro
Scorza grattugiata di un limone
3 uova
2 cucchiai di olio extravergine
250 gr di farina 0
1 bustina (18gr) di lievito bio per torte
PROCEDIMENTO CON IL BIMBY
Io ho fatto tutto nel bimby: ho messo lo zucchero e la ricotta e ho azionato per 1 minuto a vel 4 fino a che tutto non è diventato cremoso, ho aggiunto una alla volta le uova con le lame in movimento e infine l’olio e ho lasciato andare fino a che quest’ultimo non si fosse ben incorporato con il resto degli ingredienti. Infine ho aggiunto la farina e il lievito (ora è il momento giusto,se volete aggiungere frutta essiccata, gocce di cioccolato.., ricordate di passare l’ingrediente che avete scelto un pochino nella farina prima di aggiungerla così non andrà tutto a fondo ma si distribuirà uniformemente all’interno del composto) e ho azionato a vel 4/5 per 30 secondi, ho versato tutto nel fornetto per torte unto con il burro e spolverato con un po’ di farina e ho messo sul fuoco a fiamma media per i primi 15 minuti, bassa per i successivi 45 minuti controllando di tanto in tanto come procedeva la cottura.
PROCEDIMENTO SENZA BIMBY COPIAINCOLLATO DALLA SOCIA Occhiolino
Armatevi di fruste elettriche, prendete una ciotola dai bordi alti (altrimenti vi ritroverete la cucina tatuata) in cui metterete lo zucchero, la scorza di limone e la ricotta setacciata o lavorata con un cucchiaio. Montate con le fruste a velocità media e continuate finché il composto da bricioloso diventerà una crema. Aggiungete un uovo alla volta sempre amalgamando bene con le fruste, unite il succo di limone e infine l’olio. Quando quest’ultimo è ben incorporato eliminate le fruste, brandite un cucchiaio e iniziate ad amalgamare la farina e il lievito setacciati, lavorando il meno possibile come per i muffin. Versate il composto in una teglia diametro 24 precedentemente imburrata e infarinata. Infornate a 180° per 30 min., abbassate a 160° e cuocete per altri 10 minuti. Alla prova stecchino la torta risulta leggermente umida.
 
torta criminale
 
** un reperto storico,  che è anche un caro ricordo della mia nonna (quello della foto per intenderci) lei lo usava sempre sopra la stufa a legna  e che torte che ne uscivano! So soltanto che è una pentola/forno a forma di ciambella che può, udite udite, andare sul fuoco: è sufficiente usare lo spargi fiamme e ... impratichirsi un po' soprattutto con i  tempi ed escono dolci ottimi, soffici e nello stesso tempo non abbiamo consumato energia elettrica.













lunedì 10 settembre 2012

Pillow ring diy- Cuscino porta fedi



pillowring


Eccomi con un nuovo post, come vi dicevo in quello precedente, in questo periodo i miei progetti sono tutt’altro che culinari, dopo la torta di pannolini per Elia eccovi il cuscino porta fedi per una coppia di amici che stanno per iniziare una vita insieme, pieni di entusiasmo nonostante il periodo pre-matrimonio diciamo non sia stato in discesa.
Tutto è nato per colpa sua, io, come immagino molte altre blogger sono iscritta alla sua newsletter e quando mi sono vista nella posta un link che rimandava a diversi tipi di “Pillow ring” ho chiesto agli sposi quale fosse il loro preferito… Hanno scelto questo che però io ho realizzato con il tessuto di un particolare del vestito della sposa che richiama il colore che hanno scelto per la cerimonia, il verde Butterfly.
Ho cercato di seguire le istruzioni del sito ma poi ho fatto un po’ di testa mia, ho provato a fotografare i passaggi per essere più chiara se qualcuno volesse provare a realizzarne uno.
Il materiale necessario è veramente poco e preferisco indicarlo strada facendo
Per prima cosa ho preparato il cuscinetto:  ho preso un rettangolo di stoffa preferibilmente bianco della misura di 18cmx24cm (io ho preferito farlo non troppo grande, voi potete scegliere di farlo della misura che più vi piace) e ho creato una piccola foderina che ho imbottito con dell’ovattina (imbottitura per cuscini)
Successivamente ho preso l’organza verde e ho iniziato a tagliare i petali (ho preparato un pdf con le misure liberamente scaricabile semplicemente cliccando qui) nelle diverse misure:
  1. Ho tagliato 4 petali del formato grande (così ho formato due “fiori” grandi) che ho prima legato a 2  a 2 con del nastro di rafia artificiale in tinta al centro incrociandoli e poi ho fissati al cuscino alle estremità come si vede in foto (1e2) aiutandomi con la colla per tessuti e gli spilli.
  2. Ho proseguito ritagliando 5 petali del formato medio che ho incrociato tra loro in modo da riempire tutti gli spazi e che ho poi legato al centro sempre con la rafia, ho poi fissato nel centro tra gli altri due sul cuscino sempre aiutandomi con uno spillo e la colla per tessuti
  3. Infine ho ritagliato 5 petali piccoli che ho legato sempre come sopra e che ho poi posizionato al centro sopra a quello precedente, sempre con spillo e colla.
  4. A quest’ultimo ho però legato due fili aggiuntivi di rafia , fermati con un nodo doppio che saranno quelli a cui si annoderanno le fedi.


PicMonkey Collage


Io ho preferito lasciare i fili di rafia ben visibili perché mi sembrava che dessero movimento e un tocco di colore tono su tono che non mi dispiaceva affatto ma siete liberissimi di tagliarli corti e lasciare in vista solo quelli che serviranno ad annodare le fedi… de gusti bus



pillowring1


Potete fare il download dei template dei petali qui.

mercoledì 5 settembre 2012

Torta di pannolini: istruzioni per realizzarla


Se pensavate che fossi sparita o rimasta in ferie, ecco vi siete sbagliati! Sono qui e sono tornata, aimè, dalle mie meravigliose vacanze in Egitto, ritornata con tanto lavoro da fare, e tanti progetti (non culinari) in mente, alcuni dei quali anche già realizzati e che vi mostrerò man mano che gli eventi si svolgeranno, in modo da non rovinare la sorpresa ai destinatari. Quello di oggi è un post un po’ diverso dal solito, una torta che per una volta non si mangia!!


tortapannolini3


Diciamo che una mia carissima amica moooolto più coraggiosa di me ha da poco partorito un meraviglioso cucciolino di nome Elia (il figlio numero 4, ecco perché la ritengo molto coraggiosa), Elia è un bimbo fortunatissimo è attorniato da 3 splendide  sorelle che lo straviziano e lo coccolano, è meraviglioso vedere come questo bimbo di appena due mesi e 6 kg di anelli di ciccia chiacchieri amabilmente con loro e regali sorrisi…
Arrivo proprio ora dalla visita che le ho fatto, mi sono spupazzata quel cucciolino per un bel po’, tanto da farmi tornare la voglia di averne uno mio da poter stritolare e sbaciucchiare, ma tornata a casa sono tornata alla realtà e ho deciso di scrivere questo post (così non ci penso)e raccontarvi come si prepara questa meravigliosa torta, che dà tante soddisfazione durante la realizzazione esattamente come una torta vera!



tortapannolini2


Ma ora vado a spiegarvi come si realizza
Ingredienti  per la torta che vedete in foto:
4 pacchi di pannolini taglia 4-9 kg;
un vassoio di cartone 38 cm di diametro,
del nastro di organza azzurro,
tanti elastici
un tubo di cartone dello scottex
un po’ di spago.
Per prima cosa ho arrotolato tutti i pannolini fermandoli pressappoco alla stessa altezza con un elastico (e questo è il lavoro che richiede più pazienza), poi ho iniziato a montare la torta: ho posizionato un tubo di cartone (tipo quelli dello scottex, per intenderci) al centro ed ho, aiutandomi con un elastico abbastanza grande che ho messo sul tubo, inserito i pannolini facendo dei cerchi concentrici fino a riempire tutta la base del vassoio, ho continuato così anche per il secondo e terzo piano.
Ho poi fissato i tre piani aiutandomi  con un po’ di spago che ho fatto girare intorno avendo l’accortezza di cercare di fissare un piano all’altro, ricoperto gli elastici con del nastro di raso bianco, visto che il nastro di finitura che ho scelto era di organza e dunque trasparente, e rifinito con il nastro di organza e un pupazzo come topper.
Infine per personalizzare ulteriormente la mia torta ho pensato di creare delle bandierine decorative, semplicemente con carta da regalo azzurra e un altro po’ di spago e due stecchini da spiedini, ho ritagliato la carta, scritto il nome (che per fortuna era cortissimo) su 4 bandierine e attaccato le bandierine sullo spago che a sua volta è stato avvolto sugli spiedi con un pochini di colla vinilica, il tutto infilato nei pannolini.


toppertortapannolini1


Direi che con quello che costano i pannolini sarà sicuramente un regalo apprezzato e di sicuro effetto, se poi all’interno volete aggiungere delle piccole sorprese sarà ancora più bello per chi lo riceve!!
Un bacio a tutti e alla prossima con un altro gran bel progetto











Aggiornamento del 3/03/2013 la foto di una torta realizzata per la piccola Teresa! <3 questa al suo interno conteneva tanti piccoli regalini per la piccola!