Monthly Archives:

aprile 2013

Colazione/ Dolci/ Feste dei bambini/ Regali home-made/ Torte

Cup cake… quasi più bello farli che mangiarli!! Ho detto quasi!

  Una ricetta al volo, intanto che raccolgo foto e idee per raccontarvi che meravigliosa esperienza sia stata la Vercelli Rice experience a cui ho partecipato lo scorso we, grazie alla ricetta del plum-cake con l’ingrediente segreto! Ho preparato questi (ed altri due tipi) cupcakes per una vendita di beneficienza in parrocchia, ovviamente, prima di vendere qualcosa che poteva non essere buono, li abbiamo assaggiati e sono buooooonissimi, ve lo assicuro! La ricetta è presa da uno dei blog che preferisco, con ricette semplici ma sicure! il blog è quello della Patata in giacchetta! La ricetta è perfetta non ho cambiato una virgola! Grazie Gaia!!   tiramisù cupcakes   TIRAMISU’CUPCAKES Ingredienti (per 12 cupcakes) Per le tortine alla vaniglia

  • 115g di burro
  • 130g zucchero
  • 3 uova
  • 210g farina 00
  • 1 pizzico di sale
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci NON vanigliato
  • 60gr latte
  • mezzo cucchiaino di semi di vaniglia

Per la copertura

  • 250g di mascarpone
  • 2 uova
  • 3 cucchiai di zucchero
  • cacao amaro in polvere
  • gocce di cioccolato

Per la bagna

  • una tazzina di caffè

Preparazione Preparate le tortine Foderare una teglia per muffins con 12 pirottini di carta o, come nel mio caso, di silicone. Fate ammorbidire il burro lasciandolo per un giorno fuori dal frigorifero; poi amalgamatelo in una ciotola con lo zucchero fino ad ottenere un composto liscio. Aggiungere le uova e quando sono amalgamate al composto di burro e zucchero aggiungere la farina, il lievito, la vaniglia e da ultimo il latte. Riempire i pirottini per circa 2/3 ed infornare per circa 20 minuti in forno caldo a 200°C. Preparate la copertura Sbattete i tuorli d’uovo con lo zucchero e quando saranno ben amalgamati unite il mascarpone e sbattete ancora. Come ultima cosa aggiungeteci le chiare delle uova montate a neve. (io avevo bisogno di insacchettarli e non ho aggiunto gli albumi, ma se li avessi tenuti a casa lo avrei fatto!) Lasciate raffreddare il composto in frigorifero per qualche ora. Componete i vostri cupcakes Con una siringa da pasticciere (o anche una normale, ma senza ago!) bagnate le tortine con il caffè. Riempite una sac-a-poche con la crema al mascarpone e decorate la superficie delle tortine. Spolverate 115g con il cacao in polvere e decorate con le gocce di cioccolato.

Collaborazioni

Post speciale con ospite!

  Oggi post speciale!! Avremo con noi un ospite, specialissimo, colui che si occupa in casa dei piatti e della lavastoviglie, visto che vi volevo parlare di un prodotto particolare, chi meglio di lui che lo usa sempre poteva parlarvene?? Questo ospite è la mia dolce metà, che ogni tanto vi tiro in ballo come giudice severo e critico di quello che cucino, ma non molti sanno che è lui che si occupa dello sparecchio tutte le sere (ci vuole una divisione dei compiti in ogni famiglia perché tutto funzioni per il meglio, non siete d’accordo con me??) e i vostri mariti, vi aiutano, in cosa?? Sarei curiosa di saperlo… potrei prendere spunto dalle vostre esperienze! 😉   Prima di passare la parola a lui volevo raccontarvi qualche informazione sulla lavastoviglie, elettrodomestico tra i miei preferiti (visto che è uno dei pochi di cui riesco a delegare l’uso!) forse non tutti sapete che è decisamente ecologico. Mi spiego meglio, rispettando poche semplici regole, la lavastoviglie può aiutare a ridurre i consumi di acqua (che in questi periodi di magra non fa mai male) e anche a risparmiare tempo. – Avere una lavastoviglie di ultima generazione aiuta sicuramente, sono studiate per ridurre in automatico i consumi in base al livello di sporco – Utilizza la lavastoviglie solo a pieno carico, risparmiando in questo modo acqua ed energia elettrica. Carica le stoviglie secondo le istruzioni del fabbricante della lavastoviglie, in modo da ottimizzare le prestazioni di lavaggio. – Quando possibile evita il prelavaggio. Nel caso di stoviglie poco sporche potrai optare per i più rapidi programmi economici, risparmiando anche la metà dell’energia elettrica.Controlla e pulisci regolarmente filtri e scarichi. Per garantire l’efficienza del funzionamento effettua ogni 1 o 2 mesi un lavaggio a vuoto ad alta temperatura con un prodotto specifico la cui formulazione concentrata sia particolarmente efficace contro il grasso ostinato ed i residui di calcare, anche nelle parti della lavastoviglie più nascoste e difficilmente raggiungibili (una lavastoviglie pulita è sempre più efficace!) Ed ora a lui la parola! Vi racconterà cosa ne pensa del prodotto di oggi: il cura lavastoviglie Pril   PRILCURA Salve! Innanzitutto mi presento sono lo sguattero di casa Pappaecicci, scherzi a parte sono, come vi ha detto Katia, colui che si occupa del riassetto serale della tavola! Lo faccio con piacere (beh, magari non proprio tutte le sere, a volte preferirei buttarmi in poltrona come fa Homer Simpson e fregarmene sorseggiando una Duff fredda!! ) perché è bello che ognuno di noi aiuti l’altro Trovo utilissimo il CURA LAVASTOVIGLIE PRIL, figuratevi che quando sta si avvicina la “scadenza” del mese (a proposito lo sapete che sul sito della Pril c’è un il CURA-CALENDARIO un utilissimo planning evitare di dimenticarsi di fare il ciclo mensile?) mi accorgo di quanto ce ne sia bisogno solo guardando negli angoli? Penso che sia indispensabile avere una lavastoviglie pulita e sgrassata anche nei punti inarrivabili, ho notato che l’utilizzo continuo e costante porta una diminuzione degli interventi di straordinaria manutenzione come la pulizia dei filtri. Se poi al ciclo aggiungete anche un paio di bicchieri di aceto i risultati saranno ancora più entusiasmanti! (visto che sono capace anche io di darvi trucchetti in cucina??! ) CURA Vi aspetto al prossimo post dove vi racconterò ancora qualcosa sull’argomento! Eccomi di nuovo! Che ve ne pare??? Non fate i timidi ditemi cosa ne pensate!! Aspetto ansiosa i vostri commenti!
alla prossima con un altro consiglio!

DIY/ Dolci/ Feste dei bambini/ Primavera

Nella vecchia fattoria, ia ia oooooo: marsh-mallow’s farm animals

  animale Qualcuno di voi si ricorderà che qualche tempo fa ho raccontato che con la mia socia ci divertiamo ad organizzare corsi per bambini, dopo aver fatto un meraviglioso villaggio di Natale con Natalia Cattelani, ci siamo inventate un po’ curiosando in rete per prendere spunto, lo ammetto, questi allegri animaletti fatti solo di caramelle!! Io li trovo un’idea carina per le feste dei bimbi, sia come regalino imbustati singolarmente che come top su una torta o addirittura (se siete un pochino masochisti, magari anche per farli pasticciare durante una festa, meglio se all’aperto, perché appiccicano moltissimo!) Non esiste una vera e propria ricetta per realizzarli, solo una lista di ingredienti variabili secondo la vostra fantasia e secondo ciò che riuscite a reperire, vanno bene caramelle di ogni tipo e tanta tanta fantasia! Io ho usato: marshmallows in vari colori, riso soffiato e mars (la parte centrale del corpo), biscotti tipo Pavesini (per il muso della pecora), M&MS (le arachidi ricoperte perché gli altri sono troppo piatti, per le zampe), gocce di cioccolato (per gli occhi) marshmallows arancioni(per il becco e la cresta del pulcino) materiale Per il corpo ho formato delle sfere grandi pressappoco come un mandarino,con riso soffiato e mars seguendo la ricetta di una delle torte che più piacciono ai bimbi e le ho messe in frigo. Ho preparato una ghiaccia con zucchero a velo e succo di limone piuttosto densa. Ho tagliato con le forbici i marshmallows, che dopo moltissime ricerche ho trovato di diversi colori, in pezzetti di 1 cmx1cm circa usando i bianchi per le pecorelle, i rosa per i maialini, i verdi per la rana e i gialli per i pulcini. Li ho attaccati usando la ghiaccia come colla, poi modellando i marshmallows ho fatto, orecchie, creste, zampine e occhi (nei quali ho inserito le gocce di cioccolato!), ho attaccato le zampe e ho lasciato asciugare per una notte, al mattino erano duri come cemento! Credo che vedere le foto vi aiuti più di tante spiegazioni!! E, in ogni caso, se li volete rifare, potete scrivermi e cercherò di chiarire ogni vostro dubbio Sorriso maialino pecorella   rana pulcino

CONSIGLIA Torta fredda ricotta e fragole