mercoledì 20 febbraio 2013

Focaccia-tatin di cipolle rosse

 

IMG_0276

 

Questa volta bando alle ciance eccovi direttamente la ricetta della focaccia più buona che io abbia mai fatto!

Prendendo spunto da quanto racconta sempre Bonci, il grande cuoco, mago della pizza e dei lievitati, ho provato a fare questa focaccia rovesciata alle  cipolle rosse! UNA DELIZIA!!

INGREDIENTI per una teglia di  focaccia (30x40 cm)

100 g di pasta madre rinfrescata la sera prima

300 g di farina (150g farro integrale  e 150g frumento integrale)

170 ml di acqua

1 e 1/2 cucchiaini di sale fino

1/2 cucchiaino di malto d’orzo

2 grandi cipolle rossa tagliate a fettine sottili

olio evo 7/8 cucchiai

Preparazione

Io ho fatto con il Bimby ma, come al solito, siete liberissimi di fare a mano o con un altro robot o impastatrice.

Mettere nel boccale 200g di pasta madre rinfrescata la sera prima, le farine, l’acqua (tenendone da parte 15 ml ) azionate a vel 6/7 fino a che non si sarà formata una palla, a questo punto azionate per 3 minuti a vel spiga. A questo punto aggiungere il sale sciolto nell’acqua che avevamo tenuto da parte e aggiungetelo alla palla di impasto direttamente dal foro, lasciate andare ancora a vel Spiga fino a quando non sentirete che il sale e l’acqua sono stati incorporati, ci vorranno un paio di minuti. L’impasto deve risultare morbido, non appiccicoso ma nemmeno troppo “gnucco” dunque se le vostre farine assorbiranno bene potete aggiungere anche altra acqua (magari 10 ml alla volta per non rischiare di dover ri-aggiungere altra farina!)

Togliete l’impasto dal boccale e formate sull’asse di legno una palla, richiudendolo su se stesso. Mettetelo a riposare in un luogo al riparo da correnti d’aria coperto con la pellicola o con uno straccio inumidito per non farlo troppo seccare.

Lasciate lievitare fino al raddoppio (i tempi varieranno dalla forza della vostra pasta madre e dalla temperatura che avete in casa, io l’ho lasciato circa 6 ore, temperatura circa 20°)

Prendete una teglia e ungete il fondo con 4/5 cucchiai di olio evo e distribuitelo bene su tutto il fondo, distribuite in modo ordinato le cipolle tagliate sottilmente , salate.

Prendete l’impasto che sarà lievitato e, sulla spianatoia leggermente infarinata , cercate di stenderlo della misura della teglia solo con l’aiuto dei polpastrelli senza usare il mattarello, premete leggermente fino a che non avrete ottenuto il risultato desiderato e rovesciate la pasta  nella teglia cercando di coprire tutte le  cipolle, irrorate con l’olio restante, salate con sale fino e mettete in forno caldo 250° per i primi 8 minuti appoggiando la teglia direttamente sul fondo del forno, passato questo tempo spostate la teglia in alto nella griglia più su per altri 15/20 minuti, controllando che sia ben cotta e colorita ma soprattutto non cruda (il tempo potrà variare in base allo spessore della vostra focaccia, dunque tenetela d’occhio Occhiolino)

Quando la focaccia sarà cotta toglietela dal forno, lasciatela raffreddare tanto da non ustionarvi e rovesciatela su di un asse di legno.


IL PREGIO DI QUESTO TRUCCHETTO è CHE LE CIPOLLE CUOCIONO SENZA SECCARE TROPPO E RIMANGONO UMIDE MA BEN COTTE VISTO CHE LA FOCACCIA FA DA “COPERCHIO” E TRATTIENE TUTTA LA LORO UMIDITA’ E LA FOCACCIA CUOCE PERFETTAMENTE SUL FONDO, CHE FONDO NON  è !


PS L’HO SPERIMENTATA ANCHE CON LE PATATE, ESATTAMENTE NELLO STESSO MODO, IL RISULTATO è DAVVERO STREPITOSO!! PROVATELO E FATEMI SAPERE!!


Con questa ricetta partecipo a Salutiamoci di questo mese, ospitato da Valentina conosciuta meglio come

“LA cuoca pasticciona”

 

ps mi scuso per la qualità della foto ma sono riuscita a farla solo con il cellulare altrimenti erano talmente affamati che se non stavo attenta sbranavano anche me!

martedì 19 febbraio 2013

Teglia di cipolle e patate per Salutiamoci

 

 

teglia

 

Salutiamoci è iniziato già da un po’, io ogni mese cerco di ripromettermi di postare almeno una ricetta per il progetto, perché ci credo, perché mi è di aiuto, perché mi piace sperimentare, a volte, ingredienti poco usati.

Questo mese l’ingrediente è la cipolla. Decisamente non è un ingrediente a me sconosciuto, la metto ovunque mi piace sia cotta che cruda il suo unico inconveniente è che in casa ai ragazzi non piace tanto, la mangiano in sughi e affini, sulle pizze (ma non tutti e due), in agrodolce se sono piccola e novella ma non la amano in ricette come quella che vi sto per proporre oggi. Noi grandi invece l’adoriamo!

Questa teglia di verdure è buona sia calda in inverno che a temperatura ambiente d’estate (periodo in cui possiamo anche sfruttare i pomodori di stagione invece dei pelati home made che ho usato oggi)

La preparazione è veramente veloce e semplice, l’unica difficoltà, se proprio vogliamo trovarne una, è tagliare le verdure dello stesso spessore cosicché la cottura sia uniforme.

Ingredienti per una teglia di 24/26cm

due patate belle grandi

due cipolle medie rosse

un vasetto piccolo di pomodorini pelati

sale

peperoncino tritato a piacere

olio evo circa 4/5 cucchiai

Preparazione

Pelare le patate e tagliarle a fette abbastanza sottili (circa 0.5cm) il più possibile uniformi (potete aiutarvi con una mandolina), fate la stessa cosa con le cipolle.

Versate un paio di cucchiai di olio nella teglia e iniziate a mettere il primo strato di patate, salate, mettete lo strato di cipolle, salate  e poi i pomodorini e il peperoncino se vi piace.

Continuate così fino a che non avrete finito gli ingredienti, io preferisco terminare con cipolle e pomodoro perché le patate mi seccano in superficie. completate con un giro d’olio, coprite con un foglio di carta stagnola e mettete in forno caldo a 180/200°per almeno 1 ora.

Trascorsi 45 minuti togliete il foglio di alluminio, controllate la cottura delle patate con una forchetta per verificare che i restanti minuti siano o meno sufficienti e rimettete nel forno per completare la cottura e colorire leggermente.

 

Con questa ricetta partecipo a Salutiamoci che questo mese è ospitato da Valentina, meglio conosciuta come

“La cuoca pasticciona”

giovedì 14 febbraio 2013

Un cuore di red velvet a .... rate!







Lo sapete vero che sono sempre di corsa? lo dico talmente spesso che ormai lo sanno tutti... e quando si è sempre di corsa e si vogliono fare tante cose a volte l'unica cosa da fare è rateizzare gli interventi
e questa red velvet sono riuscita a prepararla si ma a rate: un giorno la base, il giorno dopo l'ho coppata e infine ce l'ho fatta a farcirla!!

Iniziamo con il dire che la sfida dell'MT challenge di questo mese è la Red Velvet cake, non una normale ma SENZA GLUTINE di Stefania, vincitrice dello scorso mese. Stefania è una guru del senza glutine, per necessità (causa la celicachia sua e di suo figlio) studia e ristudia ricette glutinose per adattarle in modo che siano adatte anche a chi è intollerante usando soprattutto farine facilmente reperibili e meno costose.

La sfida di questo mese era dunque, prima ancora che sulla torta, sul Senza Glutine, cucinare come se avessimo avuto come ospite un celiaco, ricercare i prodotti con la famosa spiga barrata, prestare attenzione al modo in cui  si cucinava...
Per dirla tutta non mi era nuova tutta questa ricerca, io ho  sempre avuto amici dei miei figli o bambini/ragazzi  in parrocchia che avevano questo problema e il mio principale assillo è sempre stato di cucinare, quando ce n'era la necessità, per loro le stesse cose che si facevano per noi per non farli sentire diversi e a disagio,  la ricerca dei prodotti e lo studio delle farine poi  mi affascina,  mi piace l'idea di sfidarmi ogni volta soprattutto con i lievitati dove il glutine la fa da padrone, in quanto componente fondamentale e toglierlo diciamo che non semplifica le cose!
Certo farlo per divertimento è ben diverso dal farlo per necessità e me ne rendo perfettamente conto, della fatica del dover prestare attenzione sempre, quindi grande ammirazione per Stefania e per tutti i celiachi e intolleranti in genere!! 

Ora passiamo alla mia Red Velvet, non è riuscita come avrebbe dovuto, ho sbagliato qualcosa nel procedimento ma ho deciso di pubblicarla ugualmente proprio per condividere i miei errori e per raccontarveli così che se provate a rifarla non cadiate negli stessi in cui son caduta io, inoltre il risultato finale al palto è stato decisamente buono, a giudizio di tutti i componenti della famiglia, dunque perché non farvela vedere??








Qui di seguito la ricetta, come al solito, copiaincollata da quella della legittima proprietaria e di seguito  i miei commenti/errori

Red Velvet Cake
Ingredienti
160 gr di farina di riso sottilissima tipo amido (Le Farine Magiche Lo Conte, Pedon, Rebecchi)
60 gr di fecola (Cleca, Pedon, La Dolciaria, Sma & Auchan)
30 gr di farina di tapioca (che potete sostituire con Maizena)
1/2 cucchiaino da tè di sale
8 gr cacao amaro (Venchi, Easyglut, Pedon, Olandese
110 gr burro non salato a temperatura ambiente
300 gr di zucchero
3 uova medie (io uso quelle bio codice 0, ma non è rilevante ai fini della celiachia)
1 cucchiaino da caffè di estratto vaniglia bourbon (o i semi di una bacca, ma non usate la vanillina)
240 ml di buttermilk (ma se non lo trovate, fate inacidire per 20 minuti la stessa quantità di latte con un cucchiaio di limone)
1 cucchiaio di colorante rosso (Rebecchi e Loconte)
1 cucchiaio di aceto bianco
1 cucchiaino da tè di bicarbonato di sodio


Preparazione
 
Pre-riscaldate il forno a 175°C.
In un recipiente mescolate le farine, il sale, il cacao. In un altro recipiente, sbattete il burro per 2-3 minuti, finché sarà soffice e poi aggiungete lo zucchero e sbattete per altri 3 minuti.
Aggiungete le uova, una alla volta, sbattendo 30 secondi dopo ogni aggiunta.
 

Mescolate il colorante al buttermilk e quindi versate poco per volta al composto di burro, alternando le polveri al buttermilk. Possibilmente iniziate e finite con la farina. Aggiungete anche la vaniglia e mescolate.
In una tazzina (capiente) mescolate il bicarbonato all’aceto bianco, facendo attenzione a versarlo subito nell'impasto (altrimenti ve lo troverete per tutta la cucina) e incorporatelo bene con una spatola.
Imburrate due teglie da 18/20 cm e spolverizzate con farina di riso. Fate cuocere per 40/45 minuti, o finché non vedete che è cotto (con il trucchetto dello stuzzicadenti!)
Lasciate raffreddare la torta dentro la teglia (potete usarne anche una in silicone, ma è meglio usare la  carta forno per evitare contaminazioni) per 10 minuti. Poi toglietela dalla teglia e lasciatela raffreddare, quindi fasciatela nella pellicola trasparente. Fatela riposare in frigo per diverse ore (io l'ho lasciata tutta la notte). In questa maniera sarà più facile da tagliare senza che si sbricioli e sarà più semplice mettere la farcitura. Non spaventatevi se vi sembra troppo dura, perché a temperatura ambiente tornerà morbidissima.
Questa è la ricetta base, a questa si possono aggiungere infiniti sapori. Si può conservare in frigo in un contenitore ermetico e riutilizzare quando se ne ha bisogno.


  • Io ho preparato il buttermilk come suggeriva Stefania ma devo aver esagerato con il limone per cui il composto mi si è separato, il latte deve aver cagliato, comunque mi spiaceva buttar tutto e ho continuato.

  • Secondo errore, volevo fare la torta a forma di cuore e così ho pensato di mettere l'impasto in una teglia rettangolare 20*30 con il risultato che mi è uscita una sottiletta  anche leggermente troppo cotta in superficie nonostante io avessi ridotto il tempo di cottura (la sottiletta è rimasta comunque morbidissima)

  • Terzo errore non l'ho ancora capito! sicuramente anche se mi sembrava di aver messo tanto ma tanto colorante non è stato sufficiente, il rosso non era abbastanza rosso per i miei gusti, tendeva al bordeaux/marrone! e perdipiù era tutta a chiazze, il rosso era salito in superficie lasciando la base marroncina, dunque Stefania se passi mi dirai dove secondo te può essere l'errore, perchè io ho intenzione di rifarla!                                                                                 Per  la prossima  volta però ho ordinato il latticello e cercherò di procurarmi una dose industriale di colorante e di seguire scrupolosamente le indicazioni, tacchi compresi! (leggetevi il post di Stefania e capirete!)

lunedì 11 febbraio 2013

Biscotti della for… ops dell’Amore


IMG_0215

Inizio con il dirvi che S Valentino non è una festa che amo particolarmente, mi piaceva da ragazza quando il mio ragazzo, ora marito, mi portava, uscendo di nascosto dall’ufficio (ora ha cambiato lavoro e si può dire..) uno di quei cioccolatini che piacciono tanto agli innamorati e non solo, ci leggevamo insieme il biglietto, un bacio fugace e via di corsa lui in ufficio io a  sognare nella mia camera da letto… che bei tempi, che belle quelle sensazioni che si provano quando l’innamoramento è agli inizi… sensazioni che nel tempo si trasformano, cambiano ma aimè non ritornano piùùù  per lasciare il posto ad altre, finchè… finchè le tue amiche** (mooolto più giovani di te) si innamorano
e si innamorano per davvero, le vedi, gli occhi che brillano, lo sguardo sognante e allora ti tornano alla mente tutti i ricordi,  tutte le sensazioni che hai provato e che erano in un cassetto della memoria che non aprivi da tanto tempo perché i cassetti io di solito li riempio di ricordi belli e brutti… con quello che la vita mi offre… e poi li apro di rado, solo in occasioni particolari come questa
tutto ciò per dirvi che quest’anno di fronte a cotanto amore che mi circonda non ho potuto che far fare alle mie amiche** quello che mi riesce meglio: le ho fatte cucinare per i loro amori!
Ho cercato una ricetta veloce e semplice, perché diciamo che non sono proprio delle cuoche provette, sono ancora in erba perché sono davvero giovani e inesperte dal punto di vista culinario.

**Vi confesserò che ormai sono arrivata alla conclusione per il rapporto che abbiamo bisognerebbe inventare un nome, siamo amiche, quasi sorelle, quasi madre/figlie, tra noi c’è una complicità davvero speciale e mi piace davvero tanto stare con loro, figuriamoci in cucina…

La ricetta che ho scelto è di MARTHA STEWART, sarebbero i biscotti della fortuna che per l’occasione si sono trasformati in biscotti dell’amore, perfetti per festeggiare la festa più cuoriciosa dell’anno ma anche una serata speciale, un anniversario , una bella amicizia ma  anche un giorno normale che vogliamo trasformare in speciale, basterà scrivere i biglietti in tema!

Se poi  volete anche preparare un tavolo particolare adatto alla situazione come quello che ci siamo divertite a preparare io e la mia socia, allora scrivete che vi darò tutte le indicazioni per realizzare una tavola speciale solo con carta, forbici e colla! Lascerete a bocca aperta il vostro lui/lei, ve lo assicuro!



IMG_0209


{Biscotti della fortuna} direttamente dalla mia compagna di swap con le mie modifiche
dosi per 15 biscotti
Ingredienti
2 albumi di uova medie a temperatura ambiente
60g zucchero a velo
60g farina 0
3 cucchiaini burro morbido
1 cucchiaino di estratto di mandorle
15 bigliettini lunghi 8cm e larghi 2cm scritti con inchiostro non tossico (una comune bic, sarà sufficiente!)


Preparazione
Accendete il forno a 180°C.
In una ciotola sbattete gli albumi con lo zucchero a velo per circa 2 minuti, aggiungete il burro morbido e continuate a lavorare per altri 2 minuti circa. (io tutto nel bimby con la farfalla per gli stessi tempi )
Quando il burro è incorporato aggiungete l'estratto di mandorle e la farina mescolando l'ultima volta per amalgamare tutto (sempre con la farfalla per un minuto circa, finchè la farina non si incorpora nel composto)
Versate un cucchiaio di composto sulla teglia ricoperta con carta forno e spalmatelo fino ad ottenere un cerchio del diametro di 8-10 cm e ripetete con un altro biscotto. E' meglio infornare al massimo 2 o 3 biscotti per volta per riuscire a lavorarli.
Infornate per 4 minuti, ruotate la teglia e infornate per altri 3 minuti controllando la cottura del biscotto: i bordi devono essere dorati e il biscotto cotto.
Sollevate un biscotto con una spatola, adagiatelo su un tagliere (o su un canovaccio pulito), inserite il bigliettino con la frase e piegatelo in quattro parti facendo attenzione a non scottarvi. L'operazione deve essere molto veloce, cercate di non impiegare molto tempo perché dovete ripetere il tutto per il secondo biscotto e induriscono rapidamente.
Infornate i biscotti restanti a poco a poco.
Consumate i biscotti dopo qualche ora. Noi li abbiamo messi in scatole di latta e si sono conservati bene per un paio di giorni
Sorriso

IMG_0211


Non mi resta che augurarvi Buon S valentino!!

sabato 9 febbraio 2013

Blog istruzioni per l’uso #2 parte

 

so che vi avevo detto arrivederci a domani circa sette giorni fa, ma purtroppo non sono riuscita a postarvi niente!

spero di rifarmi con le istruzioni per l’uso di oggi: COME METTERE UN COMMENTO

rifacendomi a quanto già detto nello scorso post cercherò di spiegarvi come commentare qui sul blog, anche se credetemi non serve, visto che è semplicissimo!

Cattura

 

Basterà cliccare su Pappe (freccetta rossa) e vi apparirà questa finestra

 

Cattura

 

Scrivete quel che volete dire all’interno del riquadro bianco  e poi selezionate il profilo, cliccando scenderà una tendina (anonimo cerchiato in rosso), scegliete il profilo che preferite e se non ne avete uno potete selezionare il profilo anonimo come nell’esempio qui sotto, cliccate su pubblica (freccetta rossa) e il gioco è fatto!

 

Cattura1bis

Quasi mi vergogno ad aver fatto un post per una cosa così semplice ma dopo le tante richieste mi sono decisa!

alla prossima settimana con una ricetta di S Valentino che si può preparare in 30 minuti e vi farà fare un super figurone con il vostro innamorato!

Arrivederci a Lunedì!!

lunedì 4 febbraio 2013

Blog, istruzioni per l’uso #1^ parte


Era da tanto che volevo fare una serie di post del genere e finalmente mi sono decisa!  Ultimamente incontro diverse persone che mi leggono ma in tante mi dicono che non sanno come interagire con me attraverso il blog, cercherò con questo post di spiegarvi quanto sia semplice!
Iniziamo con la 1^ lezione: RICEVERE VIA MAIL I POST

PER RICEVERE VIA MAIL I MIEI POST
Innanzitutto qui a sinistra  trovate questo:


blog1

Inserite il vostro indirizzo mail e cliccate  Submit, vi si aprirà la  finestra che vedete qui sotto, dove al posto del mio indirizzo mail ci sarà il vostro, ovviamente!
Inserite le parole di controllo scritte in rosso e  cliccate su Complete Subscription Request (che significa completa la richiesta di sottoscrizione)

blog2


A questo punto dopo qualche minuto riceverete nella vostra casella di posta elettronica una mail che vi chiederà di cliccare un link che completa la registrazione, come quella che vedete immediatamente sotto,  per intenderci; come vedete in alto c’è scritto “italiano”, cliccateci sopra e otterrete la traduzione della mail in italiano.
Posizionatevi sul link, quello in azzurro e cliccate.
AVETE FINITO. DA QUEL CLIC IN POI RICEVERETE GLI AGGIORNAMENTI DEI MIEI POST DIRETTAMENTE NELLA VOSTRA CASELLA DI POSTA
Sorriso

blog3

Spero di essere stata chiara, per oggi ho finito vi aspetto domani con altre istruzioni per l’uso.