lunedì 17 marzo 2014

Ricomincio dalle basi: pane del rinfresco ai semi

 

 

Ricomincio, ci riprovo.

pane del rinfresco con margherite

Il blog mi è mancato, eccome se mi è mancato! In questo mese molte, anzi moltissime cose sono successe, niente di grave ma comunque tutto mi ha tenuto super impegnata, anche più del solito!

Ogni volta che pensavo di mettermi al computer succedeva qualcosa che mi portava altrove..

Da circa un mese a questa parte ho anche ricominciato a panificare, in modo naturale: è un’attività che rilassa, che distoglie la mente o che aiuta a pensare, a riflettere a programmare; non importa quanto si è indaffarati quando si ha a che fare con il lievito madre è come avere un figlio, ci pensi sempre, pensi che è ora di rinfrescarlo, che tipo di pane fare…

Proprio oggi ieri ho rinfrescato e con la pasta madre in esubero ho preparato questo pane, che non ha niente di speciale se non che è fatto con passione, amore e tanti semini che fanno bene!

Di ricette come questa è piena la blogsfera e ognuno ha una sua versione, io anche!

Ho preparato questo pane unendo i consigli trovati da “amiche” espertissime e ne è uscito un pane davvero ottimo!

pane del rinfresco con i semi

PANE DEL RINFRESCO AI SEMI

Prendo la mia pasta madre dal frigo, la lascio un’oretta a temperatura ambiente a riattivarsi. La peso e la rinfresco unendo lo stesso peso di farina e metà del peso di acqua. Impasto tutto, ne metto un pezzetto in un vaso di vetro e il resto lo impasto ancora un po’ aggiungendo ancora un goccio di acqua per avere un impasto leggermente più morbido e il sale, questa volta ho aggiunto anche semi di girasole, di lino e di zucca per arricchire l’impasto.

A questo punto lo lascio riposare 10/15  minuti, poi dò un paio di giri di pieghe e lo lascio riposare ancora 10 minuti.  A questo punto infarino un canovaccio, lo metto in uno stampo da plumcake, inserisco la pasta nello stampo con la piega verso l’alto, copro di farina e lascio lievitare fino al raddoppio.

Accendo  il forno al massimo inserendo una placca da forno (in alluminio di quelle per la pizza) girata sotto sopra. Quando è in temperatura, tiro velocemente fuori la placca e rovescio il pane lievitato direttamente dal canovaccio, incido con un coltello ben affilato e inforno spruzzando per bene il forno con uno spruzzino, abbasso il forno a 180° ventilato per i primi 10 minuti e per i successivi 20/30 minuti lo porto a 220° statico, magari spruzzando acqua un paio di volte.

Quando sarà cotto, lo tiro fuori dal forno, lo avvolgo in un asciughino (di cotone, lavato senza detersivi o ammorbidenti) e lo metto a raffreddare in verticale appoggiato allo sportello del forno aperto per mantenere la crosta croccante

 pane del rinfresco

Buona settimana e a presto con una nuova ricetta!