mercoledì 7 dicembre 2016

Torta nutellotta gluten free

Anche voi forse vi trovate ogni tanto, soprattutto in questo periodo di feste, a dover preparare una torta al volo perché serve d’urgenza, per una festa, un ospite improvviso o anche solo perchè avete voglia di coccolarvi un po’, ecco questa è la ricetta giusta!
Servono solo 3 ingredienti di quelli che avete quasi sempre in casa e il gioco è fatto, io questa volta l’ho preparata gluten free perchè l’urgenza questo richiedeva ma se non avete problemi di celiachia potete usare la farina 00 e il procedimento non cambia!


torta nutellotta

Torta Nutellotta Gluten free

Ingredienti per una tortiera con fondo tipo questa
360g di nutella o altra crema spalmabile
2 uova intere
300 g di farina mix it gluten free Schar
per la guarnizione 250g di nutella

Preparazione
In una ciotola mettere la nutella  e aggiungere le uova, sbattere  bene con l’aiuto di una forchetta  e aggiungere la farina mescolando fino a che non ottenete un impasto simile a quello di una frolla morbida, noterete che l’impasto si stacca benissimo dalle mani ma se così non fosse ungetevi le mani con poco olio e distribuite l’impasto nella teglia, cuocete in forno ben caldo a 180° per 15 minuti, la teglia che vi ho linkato sopra fa si che si crei già l’incavo in cui inserire il “ripieno”, l’avevo già usata per la mia “torta più buona del mondo” forse la ricorderete!

Trascorso questo tempo togliete la torta dal forno , attendete che si freddi tanto da poterla sformare dalla teglia e mettetela sul vassoio, quando è ancora calda versate la Nutella in modo uniforme così farete meno fatica a stenderla.
Aspettate che si raffreddi prima di servirla!

lunedì 5 dicembre 2016

Cheesecake del buon auspicio e un contest per tutti da non perdere!


cheesecake del buon auspicio
cheesecake e soluzioni di #gardenDesignByiDsegni

Chi mi segue su facebook lo saprà già, la settimana scorsa ho avuto il piacere di partecipare come coprotagonista insieme a Giulia, ad uno dei fantastici eventi realizzati da Rizzi Design Studio il cui tema er proprio la cucina, e quale sarebbe stato altrimenti?

Durante la serata gli ospiti hanno avuto modo di partecipare ad un laboratorio in cui abbiamo realizzato dei bellissimi alberelli di pasta sfoglia, semplici, veloci e incredibilmente scenografici, presto la ricetta qui sul blog!

alberelli

Ma non solo, tra un bicchiere di ottimo vino (Fratelli piacentini) e una fetta di ottimo salume  di Dal pane al vino tagliata con  la mitica Berkel di Padana impianti ci sono stati show cooking davvero partecipati da tutti gli ospiti e anche dirette facebook in cui anche chi non è potuto venire poteva seguire l’evento in diretta, proprio durante una di queste dirette abbiamo lanciato il contest (da non perdere a parer mio!) di cui voglio parlarvi ora, QUI TROVATE IL VIDEO IN DIRETTA ma intanto ve lo racconto in  3 semplici punti
  1. PRENDETE GLI INGREDIENTI DELLA RICETTA DELLA CHEESECAKE CHE ABBIAMO REALIZZATO IN DIRETTA li trovate in fondo al post
  2. REALIZZATE UNA VOSTRA PERSONALE VERSIONE RIVISITATA (date sfogo alla fantasia, potete cambiare il gusto della marmellata, fare una crema, aggiungere furtta o verdura caramellata....ma ricordate: limportante è che non manchi il vostro personale  #toccodirosso
  3. MANDATE FOTO E RICETTA VIA MAIL a info@rizzidesignstudio.it o in alternativa sulla pagina facebook di Rizzi Design Studio ENTRO IL 10 DICEMBRE

Facile no!? Dall’11 al 19 dicembre le ricette pervenute verranno pubblicate sulla pagina facebook di Rizzi Design Studio e sarà possibile votarle con un “mi piace”, la ricetta più votata vincerà un CORSO DI CUCINA OFFERTO DA MIELE, si si aveta capito bene, proprio la casa produttrice dei migliori elettrodomestici!! Io e Giulia ci offriamo per accompagnarvi, non dimenticate!!



Ingredienti cheesecake per la crema :

  • 250 g Ricotta mascarponata
  • 1 cucchiaio di estratto di vaniglia
  • 170g cioccolato bianco
  • 250 g panna montata
  • 50 g zucchero a velo
  • marmellata di lamponi e melograno per dare #untoccodirosso nonché una nota acidula
per il guscio: 
  • 100 g Digestive
  • 60 g burro
PREPARAZIONE
  • fate fondere il burro ed aggiungetelo ai biscotti sbriciolati, mescolate la ricotta con lo zucchero, aggiungete il cioccolato fuso e le vaniglia e mescolate.Aggiungete delicatamente la panna montata.
  • ora siete pronti per montare il dolce: mettete in un bicchierino uno strato di composto di biscotti, aggiungete una cucchiaiata di crema al formaggio, uno strato sottile di marmellata e un altra cucchiaiata di crema, Io poi ho aggiunto #UnToccoDiRosso che sono i chicchi di melagrana, ora tocca a voi!



ed ora qualche foto dell’evento in attesa delle ricette

ricette lavagna
la meravigliosa parete lavagna con tutte le nostre ricette
 




hummus barbabietole
hummus ceci e barbabietola con cruditèes


tutto pronto
la ultra funzionale isola con elettrodomestici MIELE

making alberelli
un momento del bakery lab in cui abbiamo preparato alberelli di sfoglia e salame
vellutata di ceci
vellutata di ceci e crumble di salsiccia

mercoledì 5 ottobre 2016

Hummus carote, timo e limone

buzzoole code

Ci sono quei giorni in cui avete voglia di qualcosa di buono e salutare e non sapete cosa fare?
Questo Hummus preso dal libro di Arianna di Alimentazione in Equilibrio è buenerrimo e salutare allo stesso tempo! Provatelo con verdure fresche di stagione crude o anche su cracker di semi o pane di segale tostato e poi mi fate sapere!





Hummus carote, timo e limone

Ingredienti
300g di carote
220 g di ceci lessati
1 cucchiaio di tahin
1 limone 
1spicchio di aglio
olioevo
sale

Preparazione
Lavare, pelare le carote e tagliarle a bastoncini, disporle su di una teglia con lo spicchio di aglio sbucciato, il timo e un filo di olio evo, infornare a 200° per 30 minuti.


Una volta intiepidite le carote metterle in un robot con gli altri ingredienti: ceci, tahin, il succo di mezzo limone, lo spicchio di aglio (se ne può mettere anche meno se non piace eccessivamente), le foglioline di timo (io ho usato del timo essiccato bio) e una grattata di buccia di limone (ovviamente non trattato altrimenti diventa una grattata di pesticidi), sale e olio evo.
Frullare il tutto fino ad ottenere una crema (io preferisco una crema non liscissima, ma va a gusti, potete scegliere come preferite) aggiustare di sale e aggiungere un filo di olio evo e qualche fogliolina di timo prima di servire in tavola. 


note
Questa crema si conserva benissimo per diversi giorni se tenuta in frigorifero ben coperta con carta pellicola. 

E' perfetta su crostini di pane di segale bruschettati o anche come accompagnamento a bastoncini di verdure crude come per esempio carote, finocchi, peperoni, zucchine....




lunedì 3 ottobre 2016

Bicchierini di cheese-cake alla Malvasia


Ieri ho avuto il piacere di partecipare ad un interessante evento che si è tenuto alla corte Faggiola per rendere onore a uno dei miei vini preferiti, La Malvasia
Io e altre 3 foodblogger piacentine siamo state chiamate a raccolta e subito abbiamo risposto con ricette spettacolarmente profumate di malvasia (vi rimando ai loro blog per scoprirle, qui a lato nella barra trovate i loro link)

Questa cheese cake ha un sapore davvero speciale, la quantità di Malvasia contenuta non è poca volutamente perché ci tenevo in modo particolare che si sentisse bene il sapore di questo vino profumato e ricco di sentori fruttati.

Se siete curiosi di vedere il procedimento in diretta
QUI lo trovate per intero e trovate anche la ricetta di Elena, la mia compagna in questo show cooking che ha preparato delle tartellette salate davvero gustose!


INGREDIENTI

340 g di cioccolato bianco
125 g di panna fresca
175 g di vino bianco frizzante Malvasia dolce
225 g ricotta io ho usato la
Cuor di latte dell'azienda Graffignana di Roncarolo
Due pacchi di biscotti tipo di digestive
Per decorare uvetta passita ammollata nella Malvasia

PREPARAZIONE

In un pentolino a fuoco basso, a bagno maria, mettere in una ciotola le gocce di cioccolato bianco o il cioccolato in pezzi e la panna. Mescolare di tanto in tanto, fino a quando il cioccolato non è  fuso e liscio. Io
ho questo pentolino che mi aiuta moltissimo nelle cotture a bagnomaria
Una volta sciolto, togliere il tegame dal fuoco e aggiungere la Malvasia e mescolare bene. Lasciarla raffreddare per 15 minuti.
Quando il cioccolato si sarà un po' raffreddato, unire  la ricotta ammorbidita in una terrina. Sbattere con una frusta  fino ad ottenere un composto liscio e senza grumi. Trasferire il composto in una sac a poche e mettere in frigorifero per almeno 12 ore
Ridurre in briciole i biscotti. (Io li  metto all'interno di 2 sacchi ziploc (per far si che le briciole non escano) e uso  il mio mattarello per schiacciarli.), aggiungere 2 cucchiaini di briciole di biscotti  per ogni bicchierino.
Prendere la sac a poche, il cui contenuto dovrebbe aver assunto una consistenza spumosa, e metterne un po’ in ogni bicchiere.
Se si prevede di servire in un secondo momento, conservare in frigorifero e coprire i bicchierini con pellicola per alimenti
Guarnire ogni bicchierino un chicco di uvetta passa precedentemente ammollata nella malvasia

mercoledì 28 settembre 2016

la Crock-Pot e il ragù come una volta ma per donne moderne


hello fall
Quando è arrivata la mia nuova Crock pot ho subito avuto l’impressione che io e lei saremmo diventate amiche, di quelle vere, che non si lasciano più qualsiasi cosa accada, diciamo che l’ho osservata per un po’ e poi mi sono decisa ad affidarle sfide non indifferenti! Ho iniziato con una torta, vi starete chiedendo quale mente malsana pensa a fare una torta in una pentola, beh io ormai credo di aver fatto torte dovunque e questa mi mancava! La torta è venuta bene ma devo ancora perfezionare la tecnica, cosa invece che non mi tocca fare con il ragù, uscito perfetto al primo colpo!
Perchè vi ho detto che è la pentola per donne moderne? Semplicemente perchè è perfetta per chi come me lavora a tempo più che pieno, con lei si ottengono grandi risultati anche senza stare ore ai fornelli, per questo ragù l’ho accesa in pausa pranzo e la sera dopo cena ero pronta per preparare le lasagne per il freezer per i pranzi di corsa dei prossimi giorni! Non è ovviamente perfetta solo per chi lavora, un po’ di tempo libero per fare altre cose serve a tutti no!? Mentre lei cuoce si possono fare infinite cose e non rischiamo che i cibi si attacchino o che brucino, non serve nemmeno mescolare!
Adesso vi elencherò alcuni dei vantaggi di questo meraviglioso elettrodomestico:
-  La cottura a bassa temperatura in un contenitore chiuso aiuta a preservare i succhi di carne e ortaggi, che hanno un elevato valore nutrizionale e avvolgono il cibo senza perdersi o evaporare e i sapori si mantengono intatti, non otterrete risultati simili alla cottura a vapore, la maggior parte delle volte insipidina
- E’ Semplice. Bastano 10 minuti per fare tutto. La pentola Crock-Pot è perfetta per tutti i cuochi, principianti ed esperti!
- E’ Economica. Utilizzare una pentola Crock-Pot fino a quattro volte più economico delle normali cotture in forno, induzione o gas, il consumo energetico è molto più basso.
- Sicura. Grazie al basso consumo energetico, equivalente ad una lampadina di circa 80/100W, è assolutamente sicuro lasciare accesa Crock-Pot mentre ci si occupa di altro, senza bisogno di assistenza o controllo. Si può lasciare la pentola accesa anche di notte, mentre si riposa e al risveglio trovare la ricetta pronta.
- Si pulisce velocemente. La Crock-Pot è molto facile da pulire! Può essere lavata a mano, grazie al rivestimento antiaderente la pulizia sarà molto veloce e pratica. Oppure si può mettere la parte in ceramica direttamente in lavastoviglie.

Ovviamente ho trovato anche un difettuccio, manca il timer, che per la torta che richiede un tempo più breve, per esempio, mi sarebbe stato utile,  però penso di ovviare presto a questo problema con una presa intelligente comandabile da app di quelle che si trovano facilmente in commercio, ancora più comoda di un timer!
crockpot lasagne
RAGU’
1 kg di carne di manzo macinata grossa
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
250 gr di salsa di pomodoro
2 cucchiai abbondanti di sale e verdure pronto
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
PREPARAZIONE
Mettere nella Crock-pot l’olio,  la carne, la salsa, il concentrato e le verdure con il sale (io ne ho un vasetto che mi ha regalato una mia cliente ma se non lo avete potete mettere un trito di carote, sedano e cipolla circa 6 cucchiai in tutto e un cucchiaio di sale grosso) date una mescolata con un cucchiaio di legno e mettete il coperchio, accendete su low  e dimenticatevi del ragù per 8/10 ore, vi ricorderete di averlo preparato quando sentirete un meraviglioso profumo che invade la casa.
Vi avevo detto che era veloce vero??
Dimenticavo di dirvi che la Crock-pot è anche molto capiente, ci sta tranquillamente anche 1.5/1.8 kg di carne senza problemi! A presto con i prossimi esperimenti!












lunedì 26 settembre 2016

Involtini di melanzane (glutenfree)

INVOLTINI DI MELANZANE

L’estate è ormai agli sgoccioli, le scuole sono iniziate, le routine che ci eravamo dimenticati stanno tornando lentamente a fare parte della nostra vita e come possiamo fare per rendere meno pesante l’utunno e l’inverno che ci aspettano!?

Possiamo cucinare le ultime verdure estive che, diciamocelo, se le cuciniamo in inverno mica hanno lo stesso sapore, quello del sole che le ha fatte maturare! Quindi  procuratevi delle melanzane e cucinate questi involtini! Io mi sono ispirata ad una ricetta trovata per caso tra tante, quella degli involtini di melanzane Galbani, come al solito ho stravolto un pochino la ricetta giusto perché non avevo in casa tutti gli ingredienti necessari, e si sa, a volte si cucina con quel che c’è nel frigo!
Quindi  procuratevi delle melanzane e cucinate questi involtini!

Io mi sono ispirata ad una ricetta trovata per caso tra tante sul sitocome al solito ho stravolto un pochino la ricetta giusto perché non avevo in casa tutti gli ingredienti necessari, e si sa, a volte si cucina con quel che c’è nel frigo!

INVOLTINI DI MELANZANE gluten free

INGREDIENTI per circa 25 involtini
2 Melanzane grandi tagliate a fette di circa 1cm
farina di riso qb per infarinare
olio di semi di arachide circa 500ml
2 mozzarelle fiordilatte da 125g
13 fette di prosciutto crudo
25 foglie di basilico

PREPARAZIONE
Per preparare gli involtini di melanzane iniziate lavando le melanzane e privandole del picciolo verde.
Tagliatele a fettine sottili nel senso della lunghezza, quindi infarinate (io ho usato farina di riso così erano anche gluten free ma potete usare anche la 00) e friggete le fette in abbondante olio  (io ho usato quello di semi di arachidi) a fiamma medio/alta.
Scolatele, tamponatele dall'olio in eccesso con carta assorbente e tenetele da parte.
Farcite le melanzane fritte con un cilindro ricavato da una mozzarella fiordilatte, una mezza fetta di prosciutto crudo e una foglia di basilico
Avvolgete su se stessa la fetta di melanzana creando l’involtino, posizionatele  in una pirofila, per essere più tranquilli che non si srotolino potete mettere uno stecchino per fissarli

I vostri involtini di melanzane sono pronti da gustare! Caldi sono buonissimi, io li ho serviti in una cena quasi in piedi a temperatura ambiente e vi dirò che erano ottimi!
Perfetti per un antipasto ma anche come secondo sono da provare! Io ne ho preparati in abbondanza, così un po’ li ho congelati!

lunedì 19 settembre 2016

Come scegliere la torta giusta per ogni occasione

 

food-bakery-chocolate-sweet-large   Voi Come fate a scegliere che torta fare per un occasione speciale!?  Io personalmente inizio pensando a quali sono i gusti del festeggiato di solito partendo da una ricetta base che poi arricchisco con gli ingredienti a lui preferiti! Questa tecnica mi aiuta moltissimo perché è difficile sbagliare, basta sapere le preferenze del festeggiato ed il gioco è fatto, io non perdo tempo e il risultato di solito soddisfa tutti! Ovviamente cerco poi di sbizzarrirmi nella decorazione per renderla speciale oltre che buona!

l’altro giorno ho visto come Cameo ci viene in aiuto un test dedicato ai dolci per occasioni speciali dal titolo: “Torta o crostata, dolce al cucchiaio o cupcake. E tu che dolce sei? 5 domande per dire, Se fossi un dolce sarei...”, io mi sono divertita a farlo e sono risultata… anzi, no,  non ve lo dico! vediamo chi indovina il risultato!      (la soluzione alla fine del post come nelle migliori riviste di enigmistica)

Comunque ci tengo a dirvi che il test ci ha azzeccato in pieno, sono proprio così! ahahhahah

Tornando a noi, io ho un paio di torte speciali da preparare nella prossima settimana (mio marito e mia madre compiono gli anni ad un paio di giorni di distanza e, ovviamente, non hanno minimamente gli stessi gusti)  e credo che, visto che il tempo è sempre poco, ricorrerò ad un piccolo aiutino.. Le basi Cameo sono velocissime da fare, escono sempre perfette e con la farcitura giusta il risultato è garantito, sia che tu sia una pasticcera esperta (puoi utilizzarli come ottime basi per dare spazio alla tua creatività); sia che tu sia alle prime armi, ti aiuteranno a rendere ogni occasione un successo. E in più, vuoi mettere la soddisfazione di dirlo “l’ho fatto con le mie mani”? Tanto nessuno si accorgerà di niente ve lo assicuro!

E voi che ne dite di correre a fare questo divertentissimo test?? Poi mi venite a raccontare che dolce siete??

Intanto io inizio a pensare a come farcire le mie torte che vi racconterò ovviamente nei prossimi post, state sintonizzate che ormai il fresco sta per arrivare e torna la voglia di accendere i forni per sfornare delizie!!

buon divertimento con il test!

[ǝʞɐɔdnɔ 3 olıɟoɹd]

domenica 18 settembre 2016

Fuorivisioni festival .. le ricette

Vi avevo promesso le ricette del secondo evento a cui ho partecipato e poi il lavoro mi ha travolta!

Due parole velocissime sul Fuorivisioni Festival direttamente dalla voce degli organizzatori:

Fuori dal sistema dell'arte al giorno d’ oggi c'è tutto un non detto, un non visto e un non raccontato che continua ad essere messo da parte.
Da questo nasce la nostra idea, accompagnare lo sguardo ad altro, toccando orizzonti diversi e tematiche lasciate ai margini dell’ informazione.
I partecipanti saranno invitati ad intraprendere un personale viaggio attraverso luoghi, suggestioni ed opere scelte ad hoc, con lo scopo di dar voce a giovani artisti e far rivivere la città.
Una dinamica relazionale che unisce arte, design, architettura e spettatori per dar vita ad un distretto artistico in continua e reciproca metamorfosi.

Queste due ricette veloci, estive e gustose dovete assolutamente provarle, sono davvero scenografiche e di grandissimo effetto (in effetti ad un festival così non potevo sfigurare dal punto di vista della presentazione!)

mosaico frutta e feta alto

MOSAICO DI FRUTTA E FETA

INGREDIENTI

anguria

feta

kiwi

olio, sale e pepe q.b.

Tagliare il più possibile in cubi della stessa misura gli ingredienti, io per aiutarmi, visto che non sono un grande chef, ho disegnato su di un foglio protocollo a quadretti da 5mm dei reticoli composti da quadrati di varie dimensioni, l’ho inserito in una busta di plastica trasparente e l’ho appoggiato sul taliere. Ovviamente la dimensione dei cubi varierà dal tipo di servizio che deciderete di fare, io ho scelto di preparare una porzione per la presentazione e  altre piccole come finger food per cui ho fatto due tagli di dimesioni diverse.

La realizzazione nel piatto è molto semplice, è sufficiente posizionare frutta e feta in modo che si alternino i colori e poi fare un giro d’olio e aggiungere sale e pepe a piacere.

 

INVOLTINI PSICHEDELICI DI FRUTTA con Dip di miele e lime

Per questa ricetta dovrete fidarvi dell’opinione dei partecipanti perchè io non sono riuscita ad assaggiarne nemmeno un pezzettino, loro hanno particolarmente apprezzato il tutto

Questi sono degli involtini visti su Pinterest alla ricerca dell’ispirazione per questo evento, sono un dolce alternativo e ovviamente scenografico, purtroppo non ho fatto in tempo a fare una foto decente per cui vi metterò quella della ricetta da cui ho tratto l’idea.

Fruit-Spring-Rolls_003

INGREDIENTI

10 cialde di riso
1 mela media
1 pesca
1 kiwi                                                                                                                                                                        7/8 acini  di uva bianca

4/5 fragole
1 kiwi gold
5 foglie di menta e di stevia
2 cucchiai – miele + il succo di mezzo lime

PREPARAZIONE
Iniziate tagliando tutta la frutta. Decidete voi come tagliarla, io ho deciso di tagliare mela e pesca in cubettini. Ho poi tagliato le fragole, l’uva e kiwi a rondelle, se usate dei lamponi o piccoli frutti è  possibile lasciarli interi. Mettete tutti i frutti su un piatto pronto per fare gli involtini
Successivamente sarà necessario preparare le cialde di carta di riso immergendole  una alla volta in acqua ben calda per 2-3 minuti fino a quando non sono morbide e malleabili. Trasferire immediatamente le cialde di  carta di riso morbide su di un tagliere abbastanza grande e iniziare a riempire i vostri involtini.

Scegliete quale frutto volete che si veda in superficie e poi mettete gli altri direttamente sopra il  frutto scelto, non esagerate con le quantità altrimenti non riuscirete a chiuderli, ricordate di aggiungere prima di chiuderli qualche pezzetto di menta e di stevia. Ripetete così per ogni rotolo, facendo uno alla volta.
Ho realizzato gli involtini abbastanza piccolo in modo che sarebbe stato più facile per i presenti  mangiare, ma si possono comodamente fare anche più grandi.

Il Dip, cioè il condimento in cui intingere gli involtini una volta fatti, si prepara rapidamente mescolando il di miele e il succo di lime  in una ciotola con l’aiuto di una piccola frusta o di una forchetta (facendo lo stesso movimento di quando si sbattono le uova nel piatto) 

Servire con gli involtini di frutta.

N.B. Ora vi starete chiedendo  dove si trovano le cialde di riso e come si chiude un involtino una volta riempito, vi metto sotto un’immagine, la cialda di riso è rotonda ma il procedimento per chiuderla è lo stesso; le cialde invece le potete trovare nei negozi che vendono cibo orientale, a Piacenza li ho presi in via Conciliazione, vi consiglio di andare con una foto perchè io ho fatto 3 giri per riuscire a farmi capire. Se invece volete comperarle direttamente da casa, ci viene in aiuto sempre lui Amazon e le trovate qui a questo link

come chiudere un involtino

martedì 13 settembre 2016

Tomato festival, le ricette, finalmente

Ci siamo, è quasi finita, giovedì iniziano le scuole e con il loro inizio tutta una serie di incombenze di cui farei volentieri a meno, il lavoro è un casino, tanta gente e tutta di fretta, Milano e l’università del grande,  la scuola del piccolo, la sveglia che suona  troppo presto, gli orari da rispettare,  le colazioni di corsa, le code in auto per arrivare a scuola, poi di corsa ancora al lavoro, il pomeriggio attività sportive e compiti da fare e pagine da studiare e ancora lavoro,  sono solo io che non ho voglia di ricominciare tutto?? Dai ditemi che non sono la sola!!!

Adesso la smetto e vi racconto al volo di due eventi (perchè le ricette che ho preparato meritano davvero di essere ricordate e messe nero su bianco) che ho vissuto in prima persona questa estate, prima di tutto il #tomatofestival di Podenzano, con Giulia di Cookeatlove (appena le pubblica vi metto il link anche delle sue ricette!) abbiamo cucinato 4 meravigliosi piatti a base del mio ortaggio preferito: il Pomodoro

Io mi sono dilettata in un paio di piatti freddi, il mio Guacamole (lo adoro!!) che vi avevo già raccontato qui, con la differenza che in questa versione ho usato i pomodori a cubetti in scatola Pomì, una soluzione perfetta per fare un buon guacamole anche quando la stagione non ci offre pomodori maturi e succulenti!

guacamole ricetta

Mi sono anche divertita a preparare un finto sushi con cetrioli e zucchine, completamente vegetariano che ha riscosso un grande successo, di seguito la ricetta, visto che le giornate che ci aspettano si prospettano ancora calde provate a farlo, non rimarrete delusi!

finto sushi ricettafinto sushi

A domani con le ricette del secondo evento, il #fuorivisioni Festival che si è tenuto in Centro a Piacenza domenica 4 settembre!

martedì 23 agosto 2016

Vodafone pay, che comodità!

Buzzoole


Ho scoperto da pochi giorni dell'esistenza di Vodafone Pay e sono rimasta impressionata!
Voi lo conoscete!?? NO?? 
Vi spiego subito come funziona!
In pratica potete pagare presso un qualsiasi punto vendita con il vostro smartphone Android, con SIM NFC. Vi basterà scaricare l’app Vodafone Wallet, QUI potete verificare se il vostro smartphone è abilitato al servizio subito dopo vi sarà possibile collegare una o più carte Master Card ed usufruire di un servizio più che sicuro. Con Vodafone pay sarà possibile fare acquisti in tutti i negozi dotati di un POS contact-less, ormai tutti i negozi ne hanno uno, niente di più semplice. 
Per effettuare un pagamento, sarà sufficiente  avvicinare lo smartphone al POS. I pagamenti sotto i 25€ sono immediati, mentre per autorizzare importi superiori, basterà inserire il proprio PIN. 
 Sembra fantascienza? No, no, è tutto  vero!

I vantaggi sono davvero tanti e da non sottovalutare

  • Pratico perché hai tutte le tue carte Master Card in un’unica app, sicura e veloce
  • I tuoi dati sono al sicuro perché non dovrai più aprire il portafogli in pubblico e mostrare i dati della tua carta al negoziante per effettuare il pagamento 
  • Le tue spese sempre sotto controllo: quando fai un acquisto ricevi immediatamente una notifica dall’app Vodafone Wallet che ti comunica il buon esito dell’operazione
  • La sicurezza della SIM perché le informazioni delle tue carte di pagamento sono custodite all'interno della SIM NFC, per garantirti il massimo della sicurezza 
  • Sicuro, anche in caso di furti perché puoi bloccare il servizio con una chiamata al Servizio Clienti e continuare a usare senza rischi le carte fisiche 
  • Comodo perché paghi semplicemente avvicinando lo smartphone al POS senza nemmeno cercare l’app. 
  • Puoi usarlo sempre, anche quando ti si scarica lo smartphone, grazie alla SIM NFC 

    Non ci credi?  Per capire meglio come funziona guarda questo  video e scopri come è facile!
Ricordate di andare sul sito vodafone nella sezione dedicata per  vedere la compatibilità del vostro smartphone!
Aiuto adesso chi mi ferma più!? per favore non ditelo a mio marito!!ahahhahah



lunedì 22 agosto 2016

Crema Pasticcera con panna da cucina




Sapete quando tornate dalle vacanze e non avete in casa niente ma avete voglia di fare un dolce per la vostra famiglia? Ecco, ieri stavo ero proprio in quella situazione! Siamo tornati e volendo fare un dolce e guardando che cosa mi suggeriva il frigorifero aveva disposizione un guscio di pasta frolla nel freezer  già cotto, dei frutti rossi congelati e volevo fare una crema pasticciera ma purtroppo non avevo in casa latte.
 E' iniziata così la ricerca, ho provato  a frugare di qua e di là per vedere se avevo dei latti vegetali piuttosto che qualcosa che potesse sostituire il latte nella ricetta originale  e così ho scovato in dispensa due confezioni di panna da cucina quella lunga conservazione, sì, so che non sarà la soluzione migliore però ho detto proviamo!

E così ho deciso: ho messo due confezioni di panna da cucina che pesavano 200 g l'una e le ho unite insieme ad un po' di acqua per arrivare alla quantità prevista dalla ricetta cioè 500 g

Sono pienamente consapevole che non è la ricetta della Crema Pasticciera da grande chef però mi rendo anche conto che a tanti capiterà come me di non avere in casa tutto il necessario ma di aver voglia di fare una torta e perciò questa mi sembra una valida alternativa, tra l'altro davvero buona!




Ingredienti

400 g di panna da cucina a lunga conservazione
100 g di acqua 
100 g di zucchero 
due uova intere 
50 g di farina 
un cucchiaio di estratto di vaniglia una bacca di vaniglia

Preparazione

Nel Bimby mettere le due confezioni di panna da cucina e l'acqua e azionare a velocità 3 per miscelare il tutto, unire tutti gli altri ingredienti e cuocere 7 minuti a velocità 4 a 80°

Mettere in un recipiente e coprire subito con la pellicola a contatto in modo da non far formare la pellicina a contatto con l'aria. Se non la usate immediatamente mettetela in frigo appena raffreddata per evitare la proliferazione batterica.

nota: Volendo si potrebbe anche aumentare la dose raddoppiando ingredienti e mettendo a 12 minuti come tempo di cottura

Io l'ho usata per farcire il guscio di frolla e poi ho ricoperto con frutti rossi congelati, vi dirò che non è durata tanto...

Come al solito se provate mi dite come vi è venuta??






venerdì 29 luglio 2016

Dietorelle senza zucchero–better for you

Buzzoole
Lo confesso, non sono una divoratrice di caramelle e a maggior ragione quelle poche che mangio devono assolutamente essere buone, prima di tutto e, il più sane possibili!


Mi è capitato di assaggiare le nuove dietorelle  e vi dirò che mi sono piaciute assai!
Io, chi mi conosce lo sa benissimo, ho la fissa di leggere ingredienti e etichette di qualsiasi cosa acquisto e qui sono rimasta sorpresa:
- ricetta completamente rinnovata
- senza zucchero e dolcificata naturalmente con estratto di stevia
- ricca di succhi di frutta
- senza coloranti e senza aromi artificiali
- senza glutine 
cosa volere di più per una pausa golosa!??


Diciamo che il momento della giornata in cui mi regalo un po' di dolcezza è verso la fine dell'orario di lavoro, quando ormai le energie tendono a calare una o due caramelle mi ridanno la carica per arrivare serena a fine giornata :)







Ci sono davvero un'infinità di gusti e consistenze: ci sono le caramelle gommose (alla liquirizia e alla menta), le morbide alla frutta (tantissimi gusti dalla classica fragola ai più ricercati pompelmo rosso e ciliegia), le dure rinfrescanti (menta e ice), le dure alla frutta ripiene e le gelées (mora, fragola, ciliegia, etc...)


Le mie preferite?? le gelées alla frutta che sanno davvero di frutta!


Piccolo suggerimento: tutte le caramelle di questa gamma sono perfette per decorare le torte (vi ricordate la torta più bella del mondo che ho fatto per la Cresima di Francesco??) per le feste di compleanno dei bimbi, saranno di super effetto e loro potranno fare quello che gli piace di più: mangiare con le mani la torta!!

09_FRAGOLA_flowpack_v2
Ma non solo, con quelle dure e anche con quelle gommose potete fare dei lecca lecca home made senza nessuna fatica: vi basterà prendere uno stecchino per ogni caramella, posizionare stecchini e caramella su di un foglio di carta forno e cuocere alla massima temperatura nel vostro forno per 7/8 minuti al massimo, lasciare raffreddare e... voilà, i vostri lecca lecca senza zucchero sono pronti!
Io proverò nei prossimi giorni, vi aspetto su facebook  e Instagram per le foto!




mercoledì 25 maggio 2016

La torta di mele perfetta

torta di mele intera

Questa per me è la torta di mele perfetta, si fa in 10 minuti in tutto ed è buona proprio come piace a me, con un impasto morbido ma non troppo asciutto e con le mele croccanti che fanno da contrasto, è una ricetta che faccio spesso ma non ho mai pubblicato ma vedo di rimediare subito perché ne vale davvero la pena!

Volendo potete vedere il video della ricetta qui su facebook

 

fetta torta di mele

TORTA DI MELE AFFONDATE

Ingredienti:

200 gr di farina

150 gr di zucchero

2 uova

1 confezione di panna da cucina da 200 ml (proprio quella a lunga conservazione!)

1 bustina di lievito

4 cucchiai di olio di evo leggero

1 pizzico di sale

2 mele golden

Procedimento:

Si sbattono le uova con lo zucchero, si aggiunge l'olio, 1/2 confezione di panna, la farina, il lievito e infine l'altra metà della panna.

Si versa in uno stampo di 22 cm. imburrato e infarinato e si affondano le mele precedentemente tagliate a fette grosse, disposte a raggiera.

Si spolvera di zucchero, cannella e qualche fiocchetto di burro.

Durante la cottura le mele affonderanno un po' e l'impasto si gonfiera tutt'intorno creando un bellissimo disegno.

Si inforna statico a 180/190° per 45 minuti circa.

La ricetta è presa dal blog di Anice e Cannella con qualche piccolissima modifica da parte mia

SOLO UN’ULTIMA COSA: PRO-VA-TE-LA e poi mi darete ragione!

lunedì 23 maggio 2016

Brioche senza impasto alla crema pasticcera

 

DSC_0118

Chi mi conosce sa che amo i lievitati, mi piace davvero tanto vedere il “miracolo” della lievitazione, e mi piace ancora di più vedere il miracolo quando non si impasta nemmeno.

Ricordo che quando portai ad un corso per la prima volta una focaccia senza impasto rimasero tutti a bocca aperta e increduli davanti a tanta bontà e, vi dirò che è successo anche la settimana scorsa con Giulia che non l’aveva mai provata!

La settimana scorsa mi è venuto in mente di non-impastare un pan brioche per provare a farci dei croissant (che rimangono la colazione preferita da queste parti) l’avevo già fatto tempo fa e gli avevo dato la classica forma del pane in cassetta ma se vi dico che lo mangiano meno volentieri forse non ci crederete, anche se è veramente così. Avevo da provare una crema pasticcera in busta nuova nuova appena uscita che mi era stata gentilmente data dall’azienda a CIBUS proprio per testarla e quale occasione migliore che usarla per farcire le mie brioche?

IMG_7663

Vi dirò che ero scettica ma è VERAMENTE BUONA, perfetta per chi non ama cucinare o che non se la sente di fare una crema pasticcera perchè inesperto, ma anche perfetta per le cuoche più esperte per salvare un dolce dell’ultimo minuto per ospiti inattesi, insomma una busta di questa crema in credenza dovremmo tenerla sempre,  basta solo aggiungere latte o acqua (io ho aggiunto latte ma la prossima volta provo conll’acqua) e avere a disposizione un frullatore elettrico o un po’ di braccia e subito  la soddisfazione di preparare un dolce fatto in casa, senza fatica e in poco tempo, un dolce buono, bello e anche senza glutine

il risultato ci è piaciuto molto, non ha retrogusti ed è piacevole al palato, ha dato un tocco in più a queste buonissime brioche

 

BRIOCHE SENZA IMPASTO ALLA CREMA PASTICCERA

INGREDIENTI per circa 20 brioche

  • 500g di farina
  • 200g di burro fuso freddo
  • 150g di acqua a temperatura ambiente
  • 4 uova medie a temperatura ambiente
  • 120g di miele chiaro di acacia
  • 40g di zucchero
  • la punta di 1 coltello di estratto di vaniglia naturale o i semi di 1/2 bacca
  • 4g di sale
  • 7g di lievito di birra secco

burro fuso e zucchero semolato per la finitura + UNA BUSTA DI CREMA PASTICCERA PRONTA Nonna Anita e latte fresco 365ml

 

PREPARAZIONE

In un contenitore capiente mescolare le uova con il burro fuso, l’acqua, il miele, il sale e lo zucchero e gli aromi. Mescolare la farina con il lievito di birra secco e poi versare il tutto sul composto liquido. Con una forchetta mescolare fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Coprire il contenitore con il suo coperchio o con della pellicola e lasciar riposare per due ore a temperatura ambiente (se in casa vostra non fa molto caldo, come da me che ci sono 19° fate lievitare la prima ora a temperatura ambiente e la seconda nel forno precedentemente intiepidito a 50° per 30 secondi e poi lasciano la lucina accesa. Trasferire poi il contenitore in frigo nel ripiano più freddo e lasciarlo lì per minimo 24 ore e fino a 5 giorni

Una volta trascorso il tempo di lievitazione in frigo togliete l’impasto e versatelo sulla spianatoia ben ben infarinata, infarinate anche l’impasto e cercate di dargli una forma rettangolare il più grande che riuscite che vi consentirà di dare un maggior numero di pieghe

iniziate a dare le pieghe a 3 come in questa immagine

(credit _lecodette_)

al vostro impasto girando di 90° ogni volta e continuando fino a che l’impasto ve lo consentirà, io ho dato circa6/7giri di pieghe prima di sentire sotto le mani l’impasto era troppo stressato, ho coperto con pellicola a contatto e lasciato riposare per circa 2 ore a temperatura ambiente sulla pianatoia.

Trascorso questo tempo il nostro impasto sarà ben riposato ed elastico e potremo iniziare dividendo l’impasto in 4 parti che tireremo con il mattarello in una forma il più possibile rettangolare da cui ritagliare i triangoli per fare i nostri croissant (vedi immagine qui sotto)

(credit _lecodette_)

image-22-05-16-22-40

A questo punto posizionate sulle placche del forno rivestite di carta forno le brioche ottenute distanziandole un pochino l’una dall’altra (vedi foto sopra) e copritele con la pellicola, lasciatele riposare fino al raddoppio, io lo ho messe in forno con la lucina accesa e ho anche messo una piccola pentola con acqua in ebollizione per far si che l’ambiente fosse più caldino, visto che fuori faceva ancora freddino se le fate da adesso in poi non credo sarà necessario, ameno che non abbiate una casa particolarmente fredda

Una volta raddoppiate accendete il forno a 180° e cuocetele (avendole prima spennellate con poco burro fuso e spolverizzate con zucchero semolato) per 12/15 minuti.

Le brioche si possono farcire prima di procedere alla formatura con marmellate e creme al cioccolato ma se volete farcirle con crema pasticcera, come ho fatto io, vi consiglio di  farlo una volta cotte.

Ovviamente potete usare la stessa ricetta per fare un pan brioche classico nello stampo da plumcake e farcirlo tagliandolo a metà, vi lascio il link della ricetta originale da cui ho preso spunto dal blog di Martina che non sbaglia mai una ricetta!

,

martedì 17 maggio 2016

Pizza dolce al BBQ





Ecco la Seconda ricetta preparata per il Grill Contest di cui vi parlavo nello scorso post




La ricetta perfetta per l’estate che si sta avvicinando, non so se capita anche a voi di finire di cuocere la carne e avere ancora braci e vi dispiace di non avere più niente da cuocere, ecco questa è la ricetta giusta per “finire le braci” oltre che per preparare un dolce al bbq davvero originale e semplice! 

Anche questa ha decisamente riscosso successo tra gli spettatori che anche per questa ricetta hanno potuto fare un assaggio. Qui potete trovare il video della realizzazione in diretta all'evento 



 
Una ricetta davvero molto semplice per cui  è importantissimo che gli ingredienti siano di primissima qualità, mi raccomando! 




PIZZA DOLCE AL BBQ
INGREDIENTI
per la base
Pasta per pizza già lievitata, olio evo
Per le farciture:
250 g di ricotta vaccina e 1 cucchiaio di zucchero a velo
  • fragole, zucchero e menta fresca
  • cioccolato fondente e cocco in scaglie
  • noci pecan e miele
In una ciotola mettere la ricotta con lo zucchero a velo e mescolare bene e tenere a parte
Tagliare a scaglie il cioccolato fondente
Tagliare le fragole e cospargerle con due cucchiai di zucchero alla menta preparato frullando lo zucchero con alcune foglie di menta fresca
Stendere la pasta per pizza in un rettangolo dello spessore di circa 1cm, con l’aiuto di un bicchiere ricavare delle piccole pizze, spennellare con olio d’oliva e mettere sulla griglia calda, cuocerle da entrambi i lati.
Farcire le pizze grigliate facendo una base di ricotta su cui adagiare i tre tipi di farcitura, rimettere per qualche minuto sulla griglia, servire ben calde! 
 
Ovviamente io ho proposto queste tre farciture ma potete spaziare con la fantasia e anche in base al periodo dell’anno e alla stagionalità dei prodotti che a prescindere va sempre rispettata!
Buon BBQ a tutti! 

Nei prossimi post ho un sacco di cose da raccontarvi! ma voi mi seguite su fb!!? 
qui il link alla mia pagina dove trovate tutti gli aggiornamenti sugli eventi e le iniziative a cui partecipo! vi aspetto!!! 

giovedì 12 maggio 2016

Banane Grigliate per il Grill contest

Una delle attività che preferisco fare e che riguarda la mia passione per la cucina sono gli showcooking, questa ricetta che vi propongo oggi è una delle due che ho presentato all'evento che riguardava il mondo del BBQ organizzato da Riverlife di Rivergaro in occasione del Grill contest 2016 lo scorso 25 aprile
Sono stata onorata di cucinare dove il giorno prima aveva cucinato lo chef stellato di Gambero Rosso Channel Igles Corelli!
La mia ricetta è davvero semplice ma ha riscosso grande successo tra gli spettatori che hanno anche potuto assaggiarla! Qui trovate il video dello showcooking 





BANANE GRIGLIATE AL CIOCCOLATO E COCCO

Tagliare le banane con la buccia nel senso della lunghezza, tagliarle a fette senza togliere la buccia e inserire tra una fetta e l’altra un cubetto di cioccolato fondente.
Mettere le banane così “imbottite” sul barbecue avendo cura di girarle per farle cuocere uniformemente per 5/7 minuti fino a che non sono completamente nere

Per la panna di cocco montata
Prendere il latte di cocco in scatola e tenerlo in frigorifero per almeno 24 ore, trasferirlo per 15 minuti circa in freezer prima di procedere. Trascorso il tempo in frigo prelevate la lattina facendo attenzione a non scuoterla. Aprite la lattina e con un cucchiaio prelevate la parte densa del latte che si trova sulla superficie. Versate la parte che avete prelevato in una ciotola e montate con un frullino finché risulterà soffice e spumosa.

A questo punto le banane saranno pronte, cospargere di cocco in scaglie (si trova tranquillamente all’Esselunga tra la frutta essiccata) aggiungere una cucchiaiata di panna di cocco montata e servire!

ps oggi alle 12.30 se volete potete seguirmi su Cremona 1 (canale 211 del digitale terrestre) sarò ospite di Giovanni Palisto e Cristina Coppola nel loro  programma "Ore 12 per parlarvi dell'evento "Di che Pasta sei?"  che si terrà a Piacenza il prossimo we, in occasione del Pasta Madre day 2016, domani vi racconto di cosa si tratta! vi aspetto!