Dolci/ Natale/ Ricette Base/ Senza latticini/ senza uova

Glassa all’acqua: tutti i segreti per farla

Se c’è un modo per rendere magiche le giornate e passare del tempo divertente coinvolgendo anche i piccoli di casa, è fare un dolce e decorarlo con la glassa all’acqua. Ah, come mi sono divertita negli anni con questa base di pasticceria! Ecco quindi come farla, vi svelo tutti i segreti per non sbagliare.

Glassa all’acqua: 2 ingredienti

glassa acqua torta

La glassa all’acqua è la soluzione più semplice in assoluto per abbellire in un attimo qualsiasi torta abbiate sfornato… soprattutto se ha qualche magagna: angoli bruciacchiati, un colore pallido, crepe.

Procedimento

Tutto ciò che vi occorre per farla è un bel po’ di zucchero a velo e poche gocce di acqua. Per glassare una torta intera vi servirà una confezione da 125 g di zucchero a velo – più o meno -, che dovrete mixare unendo poche gocce di acqua a temperatura ambiente alla volta. Mi raccomando, non esagerate perché se otterrete una glassa troppo liquida allora non potrete fare altro che aggiungere ulteriore zucchero.

Per decorare frolle e biscotti vi consiglio di fare una glassa spessa, con poca acqua: fluida ma pastosa, da stendere con una palettina o un cucchiaino. Per le torte (ciambelle, muffin, plumcake) potete farne anche una più fluida, che riuscite a versare.

Se volete, potete insaporire leggermente alternando all’acqua poche gocce di succo di limone.

Quali coloranti usare e come

La glassa all’acqua può sicuramente essere colorata: consiglio coloranti in gel o polvere, che siano idrosolubili (ovvero che si sciolgono nell’acqua; a differenza dei coloranti liposolubili, che si sciolgono nei grassi come tuorli, albumi, burro).

Anche in questo caso vale la stessa raccomandazione: aggiungete pochissimo colorante per volta, perché se esagererete dovrete aggiungere ulteriore zucchero a velo e ulteriore acqua.

Glassa al cacao

Per la glassa al cacao i coloranti non servono, e lo zucchero a velo va mixato con cacao amaro. Provate a mixare 100 g di zucchero a velo con 20 g di cacao e procedere come per la glassa semplice. Giocate, anche in questo caso, sulla consistenza della glassa regolandovi con l’acqua.

Differenze con la ghiaccia reale

Le due glasse principali usate in pasticceria sono appunto glassa all’acqua, e ghiaccia reale. Quest’ultima è a base di albumi montati con zucchero a velo pari a 5 volte il loro peso, e poco succo di limone: il risultato è una glassa molto spessa, che permette di fare decorazioni molto minuziose e che resta in forma (al contrario, la glassa all’acqua si dilata e si adatta alla forma del dolce). L’altra differenza sostanziale è che la ghiaccia reale si asciuga completamente, mentre la glassa reale non si indurirà mai del tutto.

Se dovete, ad esempio, decorare biscotti e regalarli in una confezione, fate la ghiaccia reale!