All Posts By:

pappaecicci

Colazione/ Dolci/ Per tutte le stagioni/ Regali home-made/ show cooking/ Sottovetro/ vita da blogger

Torta all’acqua in barattolo

Nuovo week end in arrivo e nuovo showcooking, questa volta ho messo in barattolo una torta! Il tema di questo mese degli eventi Scavolini mi ha divertito davvero tanto, cucinare in barattolo mi ha aperto un mondo, ho studiato e ricercato ricette in giro per il web e poi ho deciso di sperimentare una delle mie torte da colazione preferite con questo metodo di cottura, il risultato? Una bomba!
La torta cotta in questo modo ci permette ogni mattina di  fare  colazione con una torta come appena sfornata anche se preparata 2 o tre settimane prima
Questa volta ho usato un contenitore in vetro, un normalissimo, o quasi, vasetto per marmellate.
Volete sapere tutti i TRUCCHI per avere una TORTA FRESCA ogni mattina senza spignattare ogni sera???
Vi aspetto sabato pomeriggio a Lissone allo show-room Scavolini  con uno showcooking da leccarsi i baffi 😋

TORTA ALL’ACQUA IN BARATTOLO

INGREDIENTI
3 uova
240 g zucchero
130 g acqua
250 g farina
1 bustina lievito
120 g di olio oliva aromatizzato al limone
Vaniglia
PREPARAZIONE
Prima di tutto sterilizzare i vasetti di vetro che andranno usati.
Montare le uova intere con lo zucchero fino a che diventano spumose. Aggiungere olio, acqua, vaniglia, farina e per ultimo il lievito.
Imburrare e infarinare il vasetto di vetro, versare fino a circa metà della capienza massima. Cuocere in forno caldo a 180° gradi
Per 35/40 minuti. Controllare la cottura con lo stecchino.
Una volta cotto, togliere i vasetti dal forno immediatamente e tapparli con tappi in buono stato, meglio se nuovi.
La torta così invasata si conserverà fuori dal frigo per diverse settimane
#tips1 è necessario usare vasetti in vetro di forma perfettamente cilindrica, importante è che non abbiano un restringimento all’imboccatura 😉
#tips2 è un regalo perfetto per quei pensierini di Natale, tra l’altro molto comodo perché si può preparare con largo anticipo, basteranno un tag e un nastrino e sarà graditissimo da chi lo riceverà
#tips3 perfetto anche come segnaposto per la tavola di Natale, etichettina con il nome e stop! Preparatene in anticipo e un Natale zero stress è assicurato!
antipasti/ Collaborazioni/ Finger food/ Per tutte le stagioni

Onion Rings

Onion Rings un termine inglese molto usato e molto di tendenza in questi ultimi anni, la mia nonna non li chiamava così ma le cipolle fritte le ha sempre fatte! ahahha

 

E voi li fate? A noi piacciono molto, ho provato diverse ricette, ho provato a farli in forno ma la frittura è inutile dirlo, dona a questo piatto tutto un altro sapore, se poi si frigge con un olio buono e buono che riduce il tipico odore di fritto, non fa schiuma ma lascia il fritto asciutto e croccante, friggere diventa un vero piacere

Questo olio si chiama Frienn e la sua formulazione con olio di girasole altoleico, priva di olio di palma e ad alto contenuto di antiossidanti naturali, gli conferisce proprietà uniche come la elevata stabilità alle alte temperature, elevato punto di fumo, totale assenza di schiuma in frittura e assenza di cattivi odori. L’insieme di acido oleico (80%) e vitamina E, permettono a Frienn, il cui nome stesso richiama la lunga tradizione di fritti regionali italiani (“frienn” significa infatti “friggendo” in dialetto campano), di non bruciare e di realizzare fritture dal sapore mediterraneo, dall’aspetto chiaro e dal gusto leggero, croccante e asciutto.

Vi dicevo che la mia nonna friggeva le cipolle ma io non ho usato la sua ricetta, che tra l’altro non conosco, ho usato la ricetta di un grande chef che ammiro molto, le cui ricette difficilmente mi deludono Simone Rugiati, la sua tempura mi ha permesso di partecipare alla fantastica esperienza della Rice Experience ormai diversi anni fa e ho voluto, riaggiustandola un pochino, riprodurla di nuovo per questi onion rings.

INGREDIENTI

100 g di farina 00

100 g di farina di riso

100 g di semola rimacinata

1 cucchiaio di paprika

1 cucchiaio di curcuma

1 cucchiaio di aglio in polvere

2 cipolle grandi tagliate a fette da cui ricavare gli anelli

1/2 cucchiaio di sale fino

acqua frizzante ghiacciata q.b.

olio per friggere

PREPARAZIONE

In una ciotola miscelate le tre farine e aggiungete acqua fino a che non diventa una pastella simile alla consistenza dello yogurt (non quello compatto, ovviamente) sciogliete bene i grumi mescolando energicamente.
Nel frattempo avrete messo a scaldare l’olio (il fritto per essere buono e asciutto necessita di una buona quantità di olio, non siate tirchi! Non è vero che se c’è tanto olio ne assorbiranno di più, funziona esattamente al contrario! Per intenderci almeno 3 dita di olio) in una capace padella, quando sarà caldo intingete gli anelli di cipolle nella pastella e scolatela un pochino immergeteli nell’olio fino a che non vedrete che iniziano a prendere colore (io li preferisco un po’ chiarini ma li si tratta di gusti) lo shock termico che avviene tra la pastella ghiacciata e l’olio bollente farà rimanere croccante il vostro fritto.

 

Finger food/ Lievitati Salati/ Per tutte le stagioni/ Regali home-made/ show cooking/ vita da blogger

Pane veloce in barattolo

La stagione degli show cooking è ricominciata, si forse non è mai finita, ma diciamo che l’autunno è arrivato e nuovi appuntamenti mi aspettano in giro per il nord Italia, e per il prossimo appuntamento ho pensato ad una ricetta insolita: il pane in barattolo!

Dopo il primo appuntamento con le barrette a Corte Biffi ci potremo ritrovare in quel di Torino, nello show room Scavolini per una ricetta davvero particolare!

Avete mai pensato di cuocere il pane in una lattina dei pelati?? Io era da un po’ di tempo che volevo provarci e questo show cooking è stato il pretesto per provarci! A me diverte sempre trovare soluzioni originali e inusuali per provare ricette classiche e tradizionali!

Tutti abbiamo fatto un pane veloce tipo questo, facile da fare,  ma avevate mai pensato di cuocerlo in lattina!? no?? Allora è arrivato il momento di provarci!

 

 

PANE VELOCE IN BARATTOLO

INGREDIENTI

800 g Farina

300 ml di latte

250 g di burro

4 uova

7 g di lievito secco

PER IL RIPIENO

50 g di formaggio a tocchetti

50 g di prosciutto, wurstel o salame (in dadini)

Salsa di pomodoro

Origano secco

Inoltre:

5/6 lattine

Come procedere:

prima di tutto preparate i barattoli in modo da accogliere l’impasto che andrete a realizzare: tagliate 5 strisce di carta da forno, prendendo la misura del barattolo e rivestite le pareti di ciascun barattolo, aiutandovi con una spillatrice fermate la carta così starà in posizione ma mi raccomando abbiate cura di rimuovere il punto dopo aver inserito l’impasto.

Preparazione

Mescolare in una ciotola burro, uova, latte e lievito secco con il frullatore a immersione. Quindi aggiungere la farina e impastare il tutto a mano fino ad ottenere un composto liscio ed uniforme.

Dividere l’impasto in 5 parti uguali, allargate ogni pezzo di impasto su di una spianatoia come per stendere una pizza, aggiungete al centro gli ingredienti scelti per il ripieno e richiudete l’impasto facendo attenzione a non far fuoriuscire il ripieno, cercate di formare una palla che posizionerete nel barattolo di latta.

In questi ultimi posizionate l’impasto e quindi cuocete a 180 °C in forno ventilato per 30 minuti.

CONSIGLIA Panini maialini