Browsing Category

Feste dei bambini

Colazione/ Dolci/ Feste dei bambini/ Per tutte le stagioni

Muffin al cocco con Philadelphia

Muffin al cocco, ricettina superVELOCE per una COLAZIONE GOLOSA? Che dite? La volete? E’ di quelle ricette “ignoranti” come le chiamo io,  nata con lo scopo di “far fuori” una quantità un pochino abbondante di Phildelphia che mi sono ritrovata in frigo, un esperimento davvero riuscitissimo!
Sono muffin che si fanno in uno zic al COCCO 🥥 e CIOCCOLATO BIANCO
Senza burro semplicemente golosissimi!

Ingredienti
3 uova 🥚
150g zucchero a velo
120g Farina 00
80g cocco grattugiato
1 conf da 80g di @philadelphiaitalia
45g di latte
80g olio semi di mais 🌽
Un cucchiaino di lievito
A piacere gocce di cioccolato bianco 😋😋
Preparazione
Unire lo zucchero a velo Con le uova intere e con le fuste o con un robot montate finché il composto non diventa chiaro, aggiungere le farine, il Philadelphia, il latte, l’olio di semi e mescolare sempre con le fruste fini
Ad ottenere un composto omogeneo, basteranno 2/3 minuti
Aggiungere il lievito per dolci e mescolare bene per 2 minuti
Versare il composto negli stampini da muffin precedentemente imburrati e infarinati, aggiungere una piccola manciata di gocce di cioccolato in ogni muffin e infornare in forno caldo a 180• per 15 minuti, controllare comunque con lo Stecchino che l’Interno sia asciutto
Lasciate raffreddare per 10 minuti e sformate i muffin, se vi piace potete cospargere con zucchero a velo

carnevale/ Feste dei bambini/ show cooking/ vita da blogger

Coriandoli e stelle filanti con 2 ingredienti


La ricetta di carnevale 
oggi è davvero #fordummies  per principianti e, come ogni volta, i corsisti che l’hanno realizzata insieme a me da Biffi gusto non credevano di arrivare a realizzare la ricetta finita ma sono stati più bravi di me 💪🏻 abbiamo fatto queste stelle filanti 🎉🎊e i coriandoli con un impasto davvero speciale?
Curiosi?? Eccovi accontentati!

RICETTA per CORIANDOLI E STELLE FILANTI CON 2 INGREDIENTI

Un panetto da 80 g di Philadelphia
2 cucchiai  di farina
Coloranti alimentari a piacere

Preparazione:
In una ciotola unite i due ingredienti fino ad ottenere un panetto che potete colorare  a piacere, mettete a riposare in frigorifero per almeno 30 minuti, il mio consiglio è di fare tanti impasti quanti colori volete fare, e di colorare ognuno in modo diverso, ricordate i guanti monouso perché altrimenti alla fine avrete le mani arcobalenate!

Terminato il tempo di riposo, procedete come per delle normalissime chiacchiere:
munitevi di macchinetta per la pasta e iniziate a lavorare con il primo pezzetto di impasto colorato per fare le stelle filanti (ricordate di lasciare gli altri avvolti nella  pellicola per non farli seccare): passate l’impasto tra i rulli partendo dallo spessore più largo fino ad arrivare a quello più stretto (noi ci siamo fermati allo scatto 3)
Quando avrete ottenuto la sfoglia sottile, spolverizzatela un po’ con la farina tagliate con una rotella per la pasta liscia o dentellata delle strisce lunghe  Per modellare le stelle filanti vi serviranno dei cilindri metallici, quelli usati solitamente per formare i cannoli, se non li avete e non avete voglia di comperarli potete fare come ho fatto io, prendete delle normalissime teglie di alluminio usa e getta e ritagliate la base e, aiutandovi con un manico di un cucchiaio di legno date la forma rotonda e voilà, poca spesa e tanta resa! (vedi foto)

Ora, avvolgete sul cilindro, una striscia di pasta  e l
e stelle filanti avranno così la tipica forma a spirale
Per i coriandoli sarà sufficiente ricavare dei piccoli tondi con un coppapasta o,  come abbiamo fatto noi, con il fondo delle bocchette per la sac a poche.
Ora siete pronti per la frittura: riscaldate l’olio, la cui temperatura dovrà oscillare tra i 170° e 180°friggete  le stelle filanti delicatamente e poche per volte immergendole nell’olio. Dovranno cuocere per pochi secondi, per non alterare troppo i colori brillanti dell’impasto. Fate lo stesso con i coriandoli, scolate su carta assorbente e trasferite su un piatto di portata spolverizzando con abbondante zucchero a velo!
Dolci/ Feste dei bambini/ Pasqua/ Primavera/ Torte WOW

Torta WOW alle fragole con crema al mascarpone

La festa del papà è passata da poco e io inizio  già a pensare e cercare idee per dei dolcetti per la festa della mamma, la mia mamma in particolare con i dolci è noiosetta e non le piacciono tutti tutti,  c’è una dolcetto  però a cui non sa dire di no, la torta morbida alle fragole, una torta semplice semplice che si fa in 5 minuti e riesce a tutti, una torta che risulta soffice e ariosa e che, una volta farcita con la crema montata al mascarpone lascerà tutti a bocca aperta!

Questa crema al mascarpone tra l’altro è volutamente senza uova per esaltare il sapore delle fragole che tra poco saranno in presenti in abbondanza negli orti e dal fruttivendolo, oltretutto  sono uno dei frutti preferiti da grandi e piccini che non mancherà sulle nostre tavole

Torta alle fragole 
Ingredienti per la base
100 g farina 00 per dolci
100 g di amido di mais
200 g di burro
200 g di zucchero
i semi di una bacca di vaniglia
4 uova intere
1 bustina di lievito in polvere per dolci
30 fragole circa
Ingredienti per la crema
500 g di mascarpone
250 g di panna liquida fresca
i semi di una bacca di vaniglia

 

Preparazione della crema

Per prima cosa preparate la crema, in una ciotola lavorare il mascarpone con  i semi della bacca di vaniglia con una frusta per farlo ammorbidire

A parte montare la panna ben fredda. A metà montatura aggiungere i semi della bacca di vaniglia e continuare sempre a lavorare la panna sino a che non risulterà spumosa e ben amalgamata! Attente a non montare troppo perché altrimenti la parte liquida si separerà da quella solida e avrete ottenuto un ottimo burro ma che non ci serve per fare questa crema 🙂

Ora unire il mascarpone con la panna delicatamente. Attenzione a non smontare la panna, mescolate con una spatola dal basso verso l’alto per non far uscire dal composto tutta l’aria che avete incorporato montandola

Ottenuto un composto omogeneo, copritela con la pellicola e conservatela in frigorifero fino a quando non sarà il momento di farcire la torta

Preparazione della base

Imburrate e infarinate uno stampo. Lavorate in una ciotola il burro con lo zucchero, fino a montarlo bene, ricordate che è importantissimo incorporare aria per ottenere una torta morbida e ariosa.  Unite la farina, l’amido, i semi della bacca di vaniglia al composto di burro; unite uno alla volta le uova, inserendo il successivo solo quando il precedente è incorporato perfettamente.

Aggiungete la polvere lievitante, amalgamate bene in modo che sia ben distribuita nel composto,così facendo la torta cuocendo in forno non formerà antiestetici avvallamenti.

Versate l’impasto nello stampo  e fate cuocere in forno ventilato a 180° per circa 40 minuti, il controllo con la prova stecchino è sempre consigliato perché ogni forno funziona un po’ a modo suo, e ognuno di noi conosce come cuoce e si sa regolare.

Lasciate raffreddare la torta, sformatela su una gratella quando è tiepida e lasciatela raffreddare completamente, meglio ancora se la mettete in frigorifero, si taglierà più facilmente.

Intanto che la torta si raffredda mondate le fragole, lavatele prima di togliere il picciolo per far si che non assorbano acqua, fatene una dadolata tenendone da parte qualcuna per la decorazione (io ho deciso di farle a fettine tonde, ma potete scegliere di decorare come più vi piace

Quando la torta sarà  ben fredda, tagliatela a metà (o se preferite anche in tre parti),  adagiate uno strato di crema al mascarpone e una dadolata di fragole e ancora un po’ di crema a coprire le fragole,  fate la stessa cosa con il secondo strato (se avete deciso di farlo), adagiate l’ultimo strato di torta e ricoprite con la crema rimasta, decorate a piacimento con le fragole. Io ho preferito non decorare i bordi con la crema al mascarpone, la versione naked mi piace molto ed è anche di tendenza in questo ultimo periodo, potete tranquillamente scegliere di decorare i bordi ed eventualmente anche di utilizzare una sac a poche per fare guarnizioni anche più sontuose 🙂

Come al solito, non dimenticate di taggarmi sui vostri profili social se rifate la ricetta! buon week end!

 

 

CONSIGLIA