Warning: Parameter 2 to azindex_posts_where() expected to be a reference, value given in /home/pappaeci/public_html/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288
Senza categoria Archives - Pagina 2 di 9 - Pappaecicci
Browsing Category

Senza categoria

Autunno/ Liquori e Bevande/ Natale/ Regali home-made/ Senza categoria

Uva sotto spirito: regalino goloso perfetto con zero fatica!

Poca spesa e tanta resa, così recita un detto, che incarna lo spirito di questo regalino.

uva sotto spirito1
Intanto che si trova ancora dell’uva buona potete preparare questo vasetto che sarà sicuramente apprezzatissimo da chi lo riceverà, servono circa 6 minuti da quando iniziate per preparare un vaso a regola d’arte! poi lo lasciate al buio per almeno un mesetto e voilà! pronto per la consegna!! allora, tutti al lavoro!!

uva sotto spirito

UVA SOTTO SPIRITO

Ingredienti per un vaso
circa 25 acini di uva ben lavati, asciugati  e con attaccato ancora un piccolo pezzetto di raspo
tre cucchiai di zucchero
mezza bacca di vaniglia
tre chiodi di garofano
una stecca di cannella di circa 5/6 cm
alcool 95°  circa 200ml
Procedimento
Mettete gli acini in un vaso perfettamente pulito e asciutto dando qualche colpetto ogni tanto per farli ben assestare, unite il resto degli ingredienti e coprite fino a coprire tutti gli acini con alcool 95°, chiudete on un coperchio anch’esso pulito, possibilmente nuovo e mettete a riposare per 30 giorni in un luogo fresco e buio.

Collaborazioni/ Senza categoria

Volere bene agli elettrodomestici… continuano i consigli.. [post sponsorizzato]

  Spero che il post precedente con la Special Guest Star vi sia piaciuto, perché lui si è divertito, e, visto che volevamo parlarvi di un altro prodotto, gli ho chiesto se se la sentiva … e lui ha accettato! Dopo avervi spiegato come fare per risparmiare usando la vostra lavastoviglie, oggi vi volevo raccontare cosa fare per eliminare i cattivi odori. Ci sono ovviamente sempre i rimedi della nonna, aceto e limone; se il primo vi ho già consigliato di aggiungerlo al cura lavastoviglie per potenziarne i risultati, vi dirò che per il limone abbiamo riscontrato che lasciarlo nella lavastoviglie per diversi lavaggi dà come risultato un odore sgradevole, meglio è lasciarlo in lavastoviglie quando non la utilizzate, per esempio prima di partire per le vacanze, o se vi assentate per un week end, perché altrimenti rischiereste di trovarvi la lavastoviglie invasa dalle muffe! PRIL1DEO Noi preferiamo usare un deodorante in perle, precisamente PRIL-ODOR-BLOCK; siamo un po’ sensibili agli odori in casa, e vogliamo qualcosa che li tolga ma senza lasciarne altri e questo è perfetto, persino quando in lavastoviglie finiscono i piatti reduci da una serata di frittata o uova sode, due pietanze che hanno il potere di lasciare uno sgradevolissimo odore anche quando i piatti sono stati lavati.   Che dirvi se non che l’unico modo per farmi sapere se ho ragione è quello di provarli?? Dimenticavo… lo stesso prodotto è presente in altre due profumazioni: limone e mela verde.

Senza categoria

Focaccia-tatin di cipolle rosse

  IMG_0276   Questa volta bando alle ciance eccovi direttamente la ricetta della focaccia più buona che io abbia mai fatto! Prendendo spunto da quanto racconta sempre Bonci, il grande cuoco, mago della pizza e dei lievitati, ho provato a fare questa focaccia rovesciata alle  cipolle rosse! UNA DELIZIA!! INGREDIENTI per una teglia di  focaccia (30×40 cm) 100 g di pasta madre rinfrescata la sera prima 300 g di farina (150g farro integrale  e 150g frumento integrale) 170 ml di acqua 1 e 1/2 cucchiaini di sale fino 1/2 cucchiaino di malto d’orzo 2 grandi cipolle rossa tagliate a fettine sottili olio evo 7/8 cucchiai Preparazione Io ho fatto con il Bimby ma, come al solito, siete liberissimi di fare a mano o con un altro robot o impastatrice. Mettere nel boccale 200g di pasta madre rinfrescata la sera prima, le farine, l’acqua (tenendone da parte 15 ml ) azionate a vel 6/7 fino a che non si sarà formata una palla, a questo punto azionate per 3 minuti a vel spiga. A questo punto aggiungere il sale sciolto nell’acqua che avevamo tenuto da parte e aggiungetelo alla palla di impasto direttamente dal foro, lasciate andare ancora a vel Spiga fino a quando non sentirete che il sale e l’acqua sono stati incorporati, ci vorranno un paio di minuti. L’impasto deve risultare morbido, non appiccicoso ma nemmeno troppo “gnucco” dunque se le vostre farine assorbiranno bene potete aggiungere anche altra acqua (magari 10 ml alla volta per non rischiare di dover ri-aggiungere altra farina!) Togliete l’impasto dal boccale e formate sull’asse di legno una palla, richiudendolo su se stesso. Mettetelo a riposare in un luogo al riparo da correnti d’aria coperto con la pellicola o con uno straccio inumidito per non farlo troppo seccare. Lasciate lievitare fino al raddoppio (i tempi varieranno dalla forza della vostra pasta madre e dalla temperatura che avete in casa, io l’ho lasciato circa 6 ore, temperatura circa 20°) Prendete una teglia e ungete il fondo con 4/5 cucchiai di olio evo e distribuitelo bene su tutto il fondo, distribuite in modo ordinato le cipolle tagliate sottilmente , salate. Prendete l’impasto che sarà lievitato e, sulla spianatoia leggermente infarinata , cercate di stenderlo della misura della teglia solo con l’aiuto dei polpastrelli senza usare il mattarello, premete leggermente fino a che non avrete ottenuto il risultato desiderato e rovesciate la pasta  nella teglia cercando di coprire tutte le  cipolle, irrorate con l’olio restante, salate con sale fino e mettete in forno caldo 250° per i primi 8 minuti appoggiando la teglia direttamente sul fondo del forno, passato questo tempo spostate la teglia in alto nella griglia più su per altri 15/20 minuti, controllando che sia ben cotta e colorita ma soprattutto non cruda (il tempo potrà variare in base allo spessore della vostra focaccia, dunque tenetela d’occhio Occhiolino) Quando la focaccia sarà cotta toglietela dal forno, lasciatela raffreddare tanto da non ustionarvi e rovesciatela su di un asse di legno. IL PREGIO DI QUESTO TRUCCHETTO è CHE LE CIPOLLE CUOCIONO SENZA SECCARE TROPPO E RIMANGONO UMIDE MA BEN COTTE VISTO CHE LA FOCACCIA FA DA “COPERCHIO” E TRATTIENE TUTTA LA LORO UMIDITA’ E LA FOCACCIA CUOCE PERFETTAMENTE SUL FONDO, CHE FONDO NON  è ! PS L’HO SPERIMENTATA ANCHE CON LE PATATE, ESATTAMENTE NELLO STESSO MODO, IL RISULTATO è DAVVERO STREPITOSO!! PROVATELO E FATEMI SAPERE!! Con questa ricetta partecipo a Salutiamoci di questo mese, ospitato da Valentina conosciuta meglio come “LA cuoca pasticciona”   ps mi scuso per la qualità della foto ma sono riuscita a farla solo con il cellulare altrimenti erano talmente affamati che se non stavo attenta sbranavano anche me!