Browsing Tag:

biscotti secchi

Biscotti/ Colazione/ Dolci/ Per tutte le stagioni/ Regali home-made

Biscotti di castagne…si fa pulizia!

biscotti di castagne1

Capita anche a voi ne sono sicura di comperare ogni tipo di genere alimentare perché ci vorreste cucinare qualcosa di particolare, e poi lo lasciate a vegetare nella credenza per mesi, controllando di tanto in tanto la scadenza e dicendo a voi stesse che tanto manca moooolto tempo prima che scada e poi vi ritrovate a dover pensare a cosa combinarci proprio il giorno prima che scada!
Ebbene è la storia di questa farina! gira tu, che giro anche io da un blog all’altro mi son ricordata che avevo visto questi biscottini in uno dei miei blog preferiti, di quelli per i quali mi riservo la lettura la sera, da sola, quando tutti sono a dormire perché è un tempo per me, di relax e la maggior parte delle volte mi ritrovo a ridere e parlare allo schermo proprio come se avessi davanti questa signora che tanto mi piace per i suoi modi e le sue ricette, entrambi sembrano arrivare direttamente dal passato e sono tremendamente raffinati.
Beh, tornando alla ricetta non ho cambiato molto se non la farina, li ho fatti con quella di farro integrale e ci stava proprio bene, vi assicuro.
La riporterò pari, pari qui sotto per vostra comodità ma vi consiglio se non lo avete mai fatto di provare ad entrare nel mondo di Sabrine attraverso il suo blog, poi mi direte!
Ingredienti
farina di castagne: 100 gr
farina bianca 00: 100 gr (io di farro integrale 150 g)farina integrale di grano: 50 gr
zucchero grezzo di canna: 80 gr
burro: 100 gr
latte: 6 cucchiai
sale fino: un pizzicco
Preparazione
Tirate fuori il burro dal frigo con mezz’ora d’anticipo.
Mettete nel mixer le farine, lo zucchero e il sale e fate andare per un paio di secondi (non di più, sennò vi perdete il “crunch crunch” della farina integrale…). Poi aggiungete il burro a tocchetti e il latte, e fate andare a intermittenza finché il composto non diventa una palla (non più di altri dieci secondi).
Rovesciate l’impasto in una ciotola, sigillate con della pellicola e mettete in frigo per mezz’ora (o anche due giorni, se vi fa comodo).
Accendete il forno a 170° e foderate di carta forno una teglia per biscotti (che non sarebbe la leccarda che usate per l’agnello arrosto…).
Stendete l’impasto col matterello in una sfoglia di 4 mm di spessore, tagliate i biscotti della forma che preferite e infornateli per 8-10 minuti. Non perdeteli d’occhio (non dimentichiamoci mai che ogni forno risponde a regole sue…) e appena li vedete colorirsi un po’ estraete la teglia dal forno, girateli e continuate la cottura per qualche altro minuto (diciamo 5-10 al massimo). In sintesi: tirateli fuori quando sono del colore di quelli della foto da entrambe le parti, tenendo presente che il mix di farina di castagne e farina integrale li rende… naturalmente abbronzati.
Fateli raffreddare su una griglia da pasticciere e conservateli in una scatola di latta: reggono alcuni giorni (un po’ meno se siete di quelli che per concentrarsi hanno ogni tanto bisogno di un cappuccino con un paio di biscotti croccanti…)
Dimenticavo che io per renderli ancora più golosi li ho accoppiati a due a due  unendoli con la meravigliosa Nocciolata che Rigoni di Asiago mi ha gentilmente inviato! Vi dirò che ero scettica ma è forse meglio di quella famosa, soprattutto è naturale!

biscotti di castagne
con questo post partecipo al contest davvero originale di “L’amaranto e il melograno”. Fateci un giro, ne vale la pena!

 Con questa ricetta partecipo al contest di Lia di Montagne di Biscotti sul farro

Biscotti/ Collaborazioni/ Dolci/ Feste dei bambini

Tre piccioni con un post ;P e un tradimento…

Pasqua3   pasqua Ecco cosa riesce a fare il poco tempo, mi ha costretto a pensare ad una ricetta che mi permettesse di fare tutto quello a cui tenevo in una volta sola! E’ così che pensa e ripensa, cerca e ricerca, naviga di qua, leggi di là ho tirato fuori questi biscottini meravigliosi: che hanno nel loro interno lo zenzero, che sono fatti con una farina specialissima che mi è davvero piaciuta e che sono stati stampati con le meravigliose formine che la Decora mi ha gentilmente inviato. Fin qui tutto ok… ma vi devo confessare che l’ho fatto, l’ho tradito… come, chi?? Lui, il mio amato Bimby! Ho fatto tutto nel Kenwood che mi ha regalato la mia mamma, e direi che il risultato mi ha soddisfatto, decisamente soddisfatto! Tranquille il Bimby oggi ha comunque fatto il suo dovere cucinando un polipo con le patate da urlo (vorrei mai che mi si offendesse!!) Ora vi spiego meglio: 1- la mitica calimerina del web ha indetto questo bel contest sullo zenzero (che tra l’altro io adoro, soprattutto candito) e come facevo io a non partecipare?? Lei che (non ho ancora capito come fa) è sempre presente da tutte noi, con parole mai scontate e, nel mio caso specifico, è sempre la prima a commentare!! Ebbene eccoti, care Fede, questi biscottini per il tuo …zenzer (i)AMO? Per non correre il rischio di dimenticarmi l’ho fatto subbbbito!! banner zenzero 2- I signori dei Molini Pivetti mi hanno gentilmente inviato dei campioni dei loro prodotti che io mi sono “sacrificata” a provare per voi, vi dirò, appena arrivati mi son detta: “chissà mai cosa può avere di speciale questa farina!”, invece… la frolla di questi biscotti è risultata particolarmente setosa, diciamo che mi è piaciuta 🙂 3- La Decora mi ha inviato queste formine (uno spettacolo) e non solo una serie di pennarelli per alimenti e del fondente, come potevo resistere?? Anche se il tempo è poco le ho dovute provare! decora_banner_blog Ma senza indugiare oltre, passo alla ricetta (la forlla è di Sara Fiordifrolla con lo zenzero al posto dell’arancia e senza quel burro che qui non son proprio riuscita a trovare 🙁 ) pasqua2     pasqua4

Biscottini Pasquali di frolla al burro salato e zenzero

Ingredienti

  • 400 g farina Molino Pivetti per tutti gli usi
  • 4 tuorli d’uovo
  • 120 g di zucchero a velo
  • 200 g di burro salato
  • un cucchiaio abbondante di zenzero fresco grattugiato

Procedimento Nel Ken ho messo lo zucchero con il burro a pezzetti freddo di frigorifero e ho azionato alla minima velocità, fino a quando non si sono ben sabbiati, come dice Nigella devono assumere l’aspetto di sabbia umida; poi ho aggiunto uno alla volta le uova (solo i tuorli), lo zenzero grattugiato e, per ultima, la farina, fino a quando non si è formata una palla. Io ne ho preparata una dose così e una dose al cacao (in quest’ultima ho messo 400 g di farina meno due cucchiai, aggiungendo due cucchiai di cacao amaro). Ho avvolto tutto nella pellicola e sono scappata al lavoro, di ritorno, ho tolto l’impasto dal frigo, l’ho steso sulla spianatoia in uno spessore di circa 5 mm e ho stampato i biscotti, li ho messi su una teglia ricoperta di carta forno e li ho infornati in forno preriscaldato a 180° per 15 minuti controllando però dopo 10 minuti che tutto procedesse bene. Li ho sfornati e lasciati raffreddare. Ho steso il fondente avendo cura di mettere sulla spianatoia dello zucchero a velo e di avere le mani ben pulite in uno strato sottile, con gli stessi stampini ho fatto le forme e poi le ho adagiate sui biscotti freddati mettendo sotto un pochino di gelatina di albicocche per far aderire meglio il tutto, infine ho decorato con i pennarelli. Ecco basta un po’ di fantasia!! e se volete trovare i prodotti Decora qui trovate tutti gli indirizzi dei rivenditori. Come al solito se li provate… fatemi sapere! ciao!!

Bimby/ Biscotti/ Colazione/ Dolci/ Feste dei bambini/ Finger food/ Per tutte le stagioni/ Regali home-made

Lo sweet moment di casa Pappa e Cicci

baci

Eccomi in ritardo come non mai, all’ultimo che più all’ultimo non si può, ma Lei me lo è anche venuto a dire e come potevo io non partecipare? Io che sono golosissima di dolci ma che in questo periodo (causa dieta) non ne posso mangiare mi sono detta: troverò lo sweet moment della famiglia, e sono proprio loro i baci di dama, in una versione rivisitata che avevo assaggiato in quel del Salone  del gusto  di Torino, mi erano tanto piaciuti che mi sono riproposta di provare a farli e non ho fatto niente di più che sostituire la farina 00 con la farina di castagne più buona che io abbia mai assaggiato, bio, macinata a pietra e essiccata nel forno a legna, trovata per caso al Conad e comperata perché usciva dal sacchetto un profumo indescrivibile.

baci3

 

E’ stato un esperimento riuscitissimo, qui le castagne piacciono in ogni forma e fattura, dunque ho sfondato una porta aperta ma mi hanno detto che erano addirittura più buoni  di quelli presi al Salone. Vi lascio la ricetta con il consiglio di provarli assolutamente in questa versione alternativa, magari come ho fatto io biscottando con il mio piccolo mostro, abbiamo fatto le palline insieme (lui si è stufato abbastanza presto e poi mi ha chiesto se li poteva mangiare anche se non li aveva fatti! 😛) insomma ora che si avvicinano le feste sono il passatempo ideale per stare un po’ con i nostri bimbi ma anche un bel regalino home-made da fare a chi ci sta più  a cuore.

 

baci1

Baci di dama alle castagne

Ingredienti

  • 100 g Mandorle
  • 150 g burro
  • 150 g farina di castagne
  • 100 g zucchero semolato
  • mezza bacca di vaniglia
  • un pizzico di sale
  • 60 g di cioccolato al latte

Preparazione Io nel Bimby, voi dove volete, mettete le mandorle insieme allo zucchero e riducete tutto in farina, aggiungete il burro, la farina e la vaniglia insieme al pizzico di sale e azionate fino a che non si sia formato un impasto della consistenza  della sabbia molto bagnata, toglietelo dal mixer e con le mani formate una palla che andrebbe lasciata riposare in frigo per almeno mezz’ora, io questa volta ho provato a formare le palline subito mettendole sulla teglia ricoperta di carta forno leggermente distanziate tra loro e poi le ho messe fuori sul balcone (viste le temperature degli ultimi giorni è meglio che in frigo) a raffreddare per un’ora (io fino a che non avevo tempo di cuocerle). Ho acceso il forno a 160° e, una volta raggiunta la temperatura, ho messo la teglia con le palline presa direttamente dal balcone, le ho lasciate cuocere 10 minuti e poi le ho rimesse a freddare sul balcone. Le ho successivamente accoppiate a due a due mettendo tra di loro del cioccolato al latte fatto fondere nel microonde per qualche minuto ad un basso voltaggio (io 160W). Le ho di nuovo lasciate riposare fino a che non si fosse solidificato il cioccolato ed ecco che i nostri baci sono pronti per essere gustati, magari in compagnia di un buon the caldo o di una cioccolata. Con questa ricetta partecipo al contest del Gattoghiotto e al contest di Giallozafferano “BISCOTTI PER GIOCO      image                      image