Warning: Parameter 2 to azindex_posts_where() expected to be a reference, value given in /home/pappaeci/public_html/wp-includes/class-wp-hook.php on line 286
Pane Archives - Pagina 3 di 6 - Pappaecicci
Browsing Tag:

Pane

antipasti/ Collaborazioni/ Estate/ Per tutte le stagioni/ Piatti unici

Panino veloce e gustoso ideale per il Brunch

panino veloce e gustoso   Ricetta veloce e gustosa oggi! Perfetta per un brunch, pasto a metà tra la colazione è il pranzo, è il pasto adatto per chi a metà mattinata ha un voglia di qualcosa e non riesce ad arrivare all’ora di pranzo. Che sia dolce o salato, il brunch è stuzzicante e fatto di piatti semplici da mordere. e in questo periodo “PIATTI SEMPLICI DA MORDERE” è IL MIO UNDICESIMO COMANDAMENTO: sarà che i miei figli sono adolescenti (e si sa che gli adolescenti vanno matti per queste cose!), sarà che io sono straimpegnata al lavoro, sarà che preparare cose veloci mi dà  una gran soddisfazione ma ultimamente sulla mia tavola appaiono panini di ogni tipo! Ovviamente cerco di mettere cose sane e gustose al tempo stesso, questa volta è il contest Ponti che mi ha dato lo spunto iniziale per creare questo spettacolare panino! Bastano 5 minuti se partite con ingredienti pronti, qualcosina in più se, come me, preparate il roastbeef in casa o se siete bravissimi e vi preparate anche il pane (tipo questi con farina di farro integrale)

Ingredienti

  • 4 panini integrali
  • 100 g di roastbeef affettato
  • 1 piccola cipolla di tropea
  • 150 g peperoni in agrodolce ponti
  • un cucchiaio di senape
  • un cucchiaio di yogurt greco
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 1 cucchiaino di aceto di vino ponti dolceagro
  • pepe

Preparazione Emulsionate l’olio con  l’aceto , la senape e una macinata di pepe, aggiungete lo yogurt e lasciate insaporire mentre preparate il resto degli ingredienti Sgocciolate i peperoni in conserva e tagliateli a striscioline, sbucciate la cipolla e affettatela sottilmente Farcite  i panini: tagliate a metà, spalmate su ognuna una parte della salsina alla senape, alternate la carne  agli ingredienti preparati, mettete ancora qualche goccia di salsina  alla senape e servite!

Senza categoria

Focaccia-tatin di cipolle rosse

  IMG_0276   Questa volta bando alle ciance eccovi direttamente la ricetta della focaccia più buona che io abbia mai fatto! Prendendo spunto da quanto racconta sempre Bonci, il grande cuoco, mago della pizza e dei lievitati, ho provato a fare questa focaccia rovesciata alle  cipolle rosse! UNA DELIZIA!! INGREDIENTI per una teglia di  focaccia (30×40 cm) 100 g di pasta madre rinfrescata la sera prima 300 g di farina (150g farro integrale  e 150g frumento integrale) 170 ml di acqua 1 e 1/2 cucchiaini di sale fino 1/2 cucchiaino di malto d’orzo 2 grandi cipolle rossa tagliate a fettine sottili olio evo 7/8 cucchiai Preparazione Io ho fatto con il Bimby ma, come al solito, siete liberissimi di fare a mano o con un altro robot o impastatrice. Mettere nel boccale 200g di pasta madre rinfrescata la sera prima, le farine, l’acqua (tenendone da parte 15 ml ) azionate a vel 6/7 fino a che non si sarà formata una palla, a questo punto azionate per 3 minuti a vel spiga. A questo punto aggiungere il sale sciolto nell’acqua che avevamo tenuto da parte e aggiungetelo alla palla di impasto direttamente dal foro, lasciate andare ancora a vel Spiga fino a quando non sentirete che il sale e l’acqua sono stati incorporati, ci vorranno un paio di minuti. L’impasto deve risultare morbido, non appiccicoso ma nemmeno troppo “gnucco” dunque se le vostre farine assorbiranno bene potete aggiungere anche altra acqua (magari 10 ml alla volta per non rischiare di dover ri-aggiungere altra farina!) Togliete l’impasto dal boccale e formate sull’asse di legno una palla, richiudendolo su se stesso. Mettetelo a riposare in un luogo al riparo da correnti d’aria coperto con la pellicola o con uno straccio inumidito per non farlo troppo seccare. Lasciate lievitare fino al raddoppio (i tempi varieranno dalla forza della vostra pasta madre e dalla temperatura che avete in casa, io l’ho lasciato circa 6 ore, temperatura circa 20°) Prendete una teglia e ungete il fondo con 4/5 cucchiai di olio evo e distribuitelo bene su tutto il fondo, distribuite in modo ordinato le cipolle tagliate sottilmente , salate. Prendete l’impasto che sarà lievitato e, sulla spianatoia leggermente infarinata , cercate di stenderlo della misura della teglia solo con l’aiuto dei polpastrelli senza usare il mattarello, premete leggermente fino a che non avrete ottenuto il risultato desiderato e rovesciate la pasta  nella teglia cercando di coprire tutte le  cipolle, irrorate con l’olio restante, salate con sale fino e mettete in forno caldo 250° per i primi 8 minuti appoggiando la teglia direttamente sul fondo del forno, passato questo tempo spostate la teglia in alto nella griglia più su per altri 15/20 minuti, controllando che sia ben cotta e colorita ma soprattutto non cruda (il tempo potrà variare in base allo spessore della vostra focaccia, dunque tenetela d’occhio Occhiolino) Quando la focaccia sarà cotta toglietela dal forno, lasciatela raffreddare tanto da non ustionarvi e rovesciatela su di un asse di legno. IL PREGIO DI QUESTO TRUCCHETTO è CHE LE CIPOLLE CUOCIONO SENZA SECCARE TROPPO E RIMANGONO UMIDE MA BEN COTTE VISTO CHE LA FOCACCIA FA DA “COPERCHIO” E TRATTIENE TUTTA LA LORO UMIDITA’ E LA FOCACCIA CUOCE PERFETTAMENTE SUL FONDO, CHE FONDO NON  è ! PS L’HO SPERIMENTATA ANCHE CON LE PATATE, ESATTAMENTE NELLO STESSO MODO, IL RISULTATO è DAVVERO STREPITOSO!! PROVATELO E FATEMI SAPERE!! Con questa ricetta partecipo a Salutiamoci di questo mese, ospitato da Valentina conosciuta meglio come “LA cuoca pasticciona”   ps mi scuso per la qualità della foto ma sono riuscita a farla solo con il cellulare altrimenti erano talmente affamati che se non stavo attenta sbranavano anche me!

charity/ Collaborazioni/ Per tutte le stagioni/ Primi piatti

Gnocchetti di pane … io Odio mangiare sola!

gnocchetti di pane

Io odio mangiare sola! Non mi piace, per me i pasti sono fatti per condividere  quanto ci è accaduto durante le ore  in cui non ci siamo visti, per chiedere come è andata la scuola o il lavoro, per chiedere quali sono i programmi per la giornata e gli impegni che abbiamo… insomma per me i pasti sono rigorosamente fatti di chiacchiere che si sovrappongono, risate, litigate e discussioni.  Ma sempre tutti insieme, almeno il più possibile, qui ci si aspetta tutti per pranzare o cenare insieme e guai ad iniziare se non ci siamo tutti!
Quando ho letto il titolo del post di Virginia mi ha subito colpito e ho iniziato a pensare ad una ricetta quando…  ho visto questo post di Cindy per questo meritevole progetto e ho pensato che potevo rifarli anche io magari cambiando un po’ in qua e un po’ in là come al mio solito e così è stato E QUASI NE è USCITA UNA RICETTA NUOVA…
UNA RICETTA PER UN PROGETTO IMPORTANTISSIMO!
Da Virginia ho “rubato” le info per capire qualcosa in più:

““Può essere che di ProgettoMondo Mlal fino ad oggi abbiate sentito parlare poco o nulla. Non è certamente tra i loghi più “pubblicizzati” dei nostri media e questo non certo per la sua ininfluenza (è la settima Ong in Italia) quanto perché, al contrario di tanti, non spreca fondi in pubblicità.
Si tratta di una Organizzazione di volontariato internazionale nata nel 1966 per coordinare l’impegno dei tanti laici che in quel periodo decidevano di fare un’esperienza di volontariato in Sud America. Poi è diventata una Ong e di cooperazione allo sviluppo e in 45 anni di ininterrotto impegno ha realizzato più di 400 programmi di sviluppo, indirizzati a rendere i popoli di Africa e America Latina autori della propria crescita, nel rispetto dell’indipendenza delle proprie comunità.
Assicurare un’alimentazione adeguata al neonato e alla sua mamma, promuovere la distribuzione di almeno un pasto al giorno nelle scuole, sostenere programmi di sicurezza alimentare, di accesso all’acqua potabile e di gestione delle risorse naturali, sono gli obiettivi della campagna “IO NON MANGIO DA SOLO” Per maggiori dettagli, oggi su Gastronomia Mediterranea trovate tutte le notizie relative al Mlal e ai progetti specifici della campagna.
Cosa possiamo fare noi che, col miglior cibo, abbiamo la fortuna di essere a contatto tutti i giorni?
Regaliamo una ricetta che abbia come protagonista il pane!””

Questo è quanto ci ha chiesto Virginia e io non potevo proprio cogliere questo appello!
Ho pensato di preparare un primo piatto che, come sa chi mi legge da un po’, è uno dei preferiti qui in casa: GLI GNOCCHI, gnocchi espressi, con ingredienti poveri  e di riciclo (che in questo periodo ci torna anche un po’ comodo risparmiare, no?)
Ho preparato questi gnocchetti in maniera molto simile a quelli di Cinzia ma velocizzando un pochino i tempi visto che li volevo preparare per il pranzo senza dover aspettare il tempo del riposo.

INGREDIENTI
400 g di pane grattugiato finemente (io ne avevo di diversi tipi avanzato e ho usato quello)
2 uova intere
400 ml di latte fresco
100 g di farina 00
100 g di Gran Kinara grattugiato fresco
per il condimento: 100 g di burro salato Fattorie Fiandino e salvia fresca

PROCEDIMENTO
Mettere in una terrina il pane grattugiato, il formaggio e mescolare un pochino, aggiungere il latte in cui avrete unito le uova e iniziare ad impastare con la forchetta, aggiungere la farina e spostarsi sulla spianatoia, formare una palla e lasciare riposare per una decina di minuti.
A questo punto tagliare una fetta di impasto, formare un rotolino sul piano infarinato e con un coltello tagliare gli gnocchi della misura desiderata esattamente come si fa per gli gnocchi di patate.
Mettere in un tegame capiente il burro e la salvia e far sciogliere senza friggere il burro, aggiungere gli gnocchi (che avrete precedentemente lessato in acqua bollente e salata)  per qualche minuto e servire ben caldi spolverati con un altro po’di Formaggio grattugiato.

Ad impreziosire questa ricetta hanno contribuito i prodotti inviatimi dalle Fattorie Fiandino per il loro contest, a cui partecipo con questa ricetta