Browsing Tag:

secondi

antipasti/ Estate/ Gluten free/ Piatti unici/ Secondi piatti

Sempre per la rubrica : “ricette veloci”: Coniglio in insalata con peperoni

Diciamo che questa oltre che essere veloce è anche di riciclo, che non fa mai male. Non so voi ma io mi ritrovo spesso a dover cambiar faccia a piatti preparati e avanzati per non sentirmi dire: “ce ne è an cooooo ra??? con tono scocciato da quasi tutti  i membri della famiglia. Questo è un ottimo modo per riciclare la carne o le verdure grigliate avanzati. Di solito è un piatto che prepara la mia mamma, che non ama sperimentare e cucina sempre le stesse cose da sempre, dunque è collaudatissimo, lo prepara con il pollo ma questa volta io mi trovavo del coniglio arrosto avanzato e ho provato a farlo. La ricetta è veloce e si può gustare sia freddo che caldo (meglio tiepido, di questi tempi) ed è ottimo anche messo in un panino o in una focaccia da portarsi in spiaggia o in una gita in montagna!(se non siete a dieta!) 

insalata coniglio

Pollo Coniglio in insalata con peperoni grigliati

Ingredienti

  • Coniglio (o carne bianca che più vi piace) cotto arrosto, disossato e ridotto in straccetti (circa mezzo)
  • due peperoni grigliati (uno giallo e uno rosso, sarà più scenografica la vostra insalata) e tagliati in filetti delle stesse (o quasi) dimensioni della carne
  • 2 o 3 acciughe sott’olio
  • 4 cucchiai di olio
  • 1 spicchio di aglio schiacciato
  • 2 o 3 cucchiai di aceto rosso

Preparazione In un tegame antiaderente mettere l’aglio, le acciughe, l’olio e l’aceto, fate cuocere a fiamma bassa finché le acciughe non si saranno sciolte, basteranno 3 o 4 minuti. Bene, ora il lavoro più grosso è stato fatto, prendete  i peperoni e ripassateli nel tegame con il condimento, a fuoco spento mi raccomando, mescolate bene, aggiungete gli straccetti di carne. E’ decisamente più buono se preparato in anticipo in modo che i sapori si fondano insieme ma si può mangiare anche appena fatto! ps: scusate se non mi fermo a commentare tutti i vostri post ma in questi giorni proprio non ce la faccio, riesco a leggervi di corsa, spero arriverà un momento per fare tutto con più calma! un bacio!!!

Gluten free/ Per tutte le stagioni/ Secondi piatti

–foodblogger day- ricetta n.1 Picola ad caval

Immagine 1404 Come vi avevo promesso ecco la prima delle tre ricette che ho cucinato per il foodblogger day a Bologna dalle Sorelle in pentola. Ci avevano chiesto di portare un piatto tipico della nostra terra e, non potendo portare  i classici “pisarei e faso” per motivi logistici quali gli spostamenti con vari mezzi per arrivare a destinazione, ho deciso di cucinare la “Picola di cavallo con la polenta” Ricetta tradizionale e semplicissima oltre che veloce da preparare, di sicuro effetto e dal gusto per niente scontato. Ingredienti per 4 persone: – 500 g di carne di cavallo macinata una volta sola non troppo magra se no rimane troppo asciutta.
– mezza carota
– mezza gamba di sedano
– mezza cipolla  le verdure devono essere in proporzioni uguali regolatevi per la grandezza.
– olio q.b. per soffriggere le verdure
– concentrato di pomodoro (io qui vado a occhio finché non vedo che arriva ad un bel colore arancione intenso)
– una foglia di alloro Preparazione:
in un tegame basso e largo (io preferisco antiaderente) metti l’olio e le verdure tritate finemente con il mixer (io son noiosa e le trito separatamente e poi le unisco una a una iniziando dalla carota, poi con il sedano e per ultima la cipolla, ma se siete di corsa va bene anche tutte insieme!)
Fate soffriggere bene senza far colorire troppo, poi mettete la carne, fate  passare bene in modo che tutta cambi colore (non so se mi sono spiegata bene) e, quando tutta ha cambiato colore, mettete il concentrato di pomodoro, se serve mezzo bicchiere d’acqua (regolatevi  in base a quanto liquido rilascia la carne, ma non preoccupatevi se ne mettete troppa basta alzare un po’ la fiamma per farla evaporare!), aggiungete  la foglia di alloro e lasciate cuocere per massimo 20/25 minuti a fuoco medio.
In tutto ti serviranno circa 30 minuti non di più altrimenti si indurisce troppo la carne e diventa stopposa. Questa ricetta abitualmente si serve accompagnata alla polenta (fresca, fritta o grigliata non importa!), ma è ottima anche gustata con una bella fetta di pane casereccio, magari anche due per fare la classica scarpetta.

antipasti/ charity/ contorni/ Per tutte le stagioni/ Secondi piatti/ vita da blogger

Serata messicana per 60 persone (post senza foto… non c’era tempo!)

  mexican882 Questo post purtroppo è senza immagini per mancanza di tempo!  Chi mi conosce o chi mi segue su fb sa da almeno una settimana mi stavo preparando alla cena tex-mex che  insieme a Beatrice e Gianluca (la fantastica coppia proprietaria  di quattro piccoli mostriciattoli adorabili) abbiamo deciso di organizzare, una cena a tema in parrocchia per le famiglie! Ora devo fare OUTING: “Io soffro  (me la sono autodiagnosticata ormai da tempo) della sindrome di Gertrude, sindrome  che indica la tendenza compulsiva e a tratti patologica a rispondere affermativamente a proposte, richieste e provocazioni, quasi mai valutandone con attenzione le conseguenze. La risposta non comporta necessariamente sventura, talvolta qualche ripensamento.” (tratto dall’omonimo libro di Lella Costa), in parole povere:  difficilmente (MAI direbbe mio marito!) riesco a dire NO, e anche questa volta quando Beatrice e Gianluca mi hanno detto:”ci aiuti tu??” Non ce l’ho fatta,  e così abbiamo iniziato l’avventura, le adesioni crescevano di continuo e la mia preoccupazione cresceva  proporzionalmente (avevo soprattutto timori riguardo le quantità). Non avevo mai cucinato i piatti che avevo intenzione di fare e mi ero riproposta di provarli prima ma, tra tutte le cose che avevo da fare non ne ho avuto il tempo, così mi sono messa alla ricerca delle ricette su Giallozafferano, sezione cucina tex-mex, mi sono scaricata tutto, ho cercato grazie all’aiuto della mia calcolatrice umana (il mio dolce marito che non si stufa mai dei miei mille impegni, non ultimo questo!) di fare le proporzioni (è stata dura) dopodiché ho stilato il menù. La cena è stata ieri sera.  Il tutto è iniziato al giovedì mattina quando io e Daniela (la mia figliastra vi ricordate ve ne avevo già parlato!) siamo andate al Metro a fare buona parte della spesa grossa (caspita se era grossa!!) Il giovedì sera ho proceduto con l’ammollo dei fagioli rossi e neri. Il venerdì è stato il giorno della cottura dei fagioli che si è protratta dalle 3 del pomeriggio fino a sera inoltrata verso le 10 con annessi e connessi (io ho il top della cucina bianco e i fagioli macchiano non poco :(, una faticaccia pulire tutto!) Meno male che c’era la mia mamma che li ha fatti cuocere nel pomeriggio!! Al sabato mattina  siamo andati a fare l’altra parte della spesa io e Giovanni, arrivati alla cassa (avevamo preso il *salvatempo*, per chi non lo sapesse  è un lettore ottico di codici a barre che permette di fare la spesa “risparmiando” tempo) guardando il carrello abbiamo detto alla cassiera che se ci capitava la rilettura le lasciavamo il carrello intero!! era così pieno, ma così pieno che non potete immaginarvelo! Insomma venendo al dunque ieri pomeriggio ci siamo ritrovate in 5 a ramazzare in cucina! Diciamo la verità, io personalmente mi sono anche divertita a fare lo chef! Avevo a disposizione 5 aiuti veramente bravi  (Daniela, Beatrice, Ornella, Alberta e Nicoletta) e attenti alle mie indicazioni, io ordinavo e loro eseguivano: taglia questo, taglia quello, no così son troppo grossi i peperoni, più fini le cipolle …. insomma non so se loro si son tanto divertite, io son pignolina quando cucino!! Eccovi dunque il menù per circa 60 persone che abbiamo cucinato! Vi riporto le ricette con le dosi per quattro persone (credo che quelle per 60 non vi servano!) con le modifiche che ho fatto io perché alcune spezie erano di difficile reperibilità dalle mie parti.

NACHOS TIPICOS

  • tortillas chips in busta
  • formaggio edamer
  • jalapenos

Mettere su un piatto uno strato di tortillas chips fino a ricoprirlo, adagiarvi sopra tante fette di edamer (tagliato preferibilmente con l’affettatrice molto sottile) fino a ricoprire le tortillas. Mettere nel forno o nel microonde fino a che il formaggio non si sia fuso, togliere dal forno e  mettervi sopra qualche anello di jalapenos, mangiare prima che si risolidifichi il formaggio!

 

 

BURRITOS CON VERDURE

Preparate le verdure: tagliate la cipolla sottile, la zucchina e il pomodoro a cubetti piuttosto piccoli, il peperone, le foglie di iceberg alla julienne e i funghi a fettine sottili. Sgocciolate, dall’acqua, i fagioli rossi (se li prendete in scatola ovviamente) e il mais.
In una padella capiente mettete 4 cucchiai di olio di oliva e fate rosolare la cipolla; aggiungete quindi i funghi, il peperone, la zucchina, il passato di  pomodoro, l’insalata iceberg, i borlotti e il mais. Aggiungete il preparato (è piuttosto piccante fate attenzione e mettetelo per gradi), aggiustate di sale e pepe e cuocete per 10 minuti.
Scaldate le tortillas nel forno microonde o in una padella antiaderente, mettete nel centro un po’ di verdure e chiudete su se stessi prima due lati e poi gli altri due, dando alla tortilla la forma di un saccottino: preparate in questo modo le altre 3 tortillas.
Servite i burritos di verdure caldi accompagnandoli con salsa guacamole e crema di fagioli.  

 

  FAJITAS DI MANZO E POLLO

  • Carne di manzo 400 gr (io l’ho preso già tagliato a straccetti)
  •  Pollo petto 400 gr
  •  Cipolle 1 grossa
  •  Olio di oliva 3-4 cucchiai
  •  Pepe macinato a piacere
  • mezza scatola di pomodori pelati in cubetti
  •  Peperoni 1 giallo e 1 rosso
  •  Sale q.b.
  •  Worcestershire sauce 2 cucchiaini
  • un cucchiaio di seasoning mix fajitas *Casa Fiesta*

Tagliate  il pollo a striscioline della larghezza di circa 1 cm, Nel frattempo mondate e tagliate a striscioline i peperoni e la cipolla, poneteli in una padella antiaderente  assieme a un goccio d’olio e fate soffriggere a fuoco moderato fino a quando le verdure saranno ammorbidite, aggiungete la carne  alle verdure; fatela cuocere 2-3 minuti mischiandola bene agli altri ingredienti quindi aggiungete il pomodoro, salate, pepate, aggiungete del succo di limone, la salsa Worchestershire (io non l’ho potuta mettere perché una persona era allergica all’aceto e son riuscite buone ugualmente) e le spezie per fajitas. Fate cuocere ancora per qualche minuto, in modo che i sapori si mischino tra loro, quindi portate a tavola la carne e ponete vicino ad ogni commensale 2-3 tortillas e delle ciotoline contenenti salsa messicana, guacamole, panna acida, crema di fagioli (che mi ero riproposta di fare e non ci sono riuscita per mancanza di tempo) e formaggio Edamer tagliato alla julienne .
Ogni commensale potrà così comporre a piacimento la propria fajitas .  

 

 

TACOS CON SALSICCIA E FAGIOLI

  • 400 g di salsiccia luganega fresca
  • due belle cipolle grandi
  • una scatola di pomodoro
  • 400 g di fagioli rossi e neri lessati (o in scatola)
  • 3/4 cucchiai di olio
  • spezie per tacos  e burritos un cucchiaino

Tagliate la cipolla sottilissima nel robot o a mano, fatela soffriggere in tre o quattro cucchiai di olio e quando sarà imbiondita aggiungete la salsiccia spellata e ridotta in tocchetti piccoli, lasciate passare fino a quando  avrà tutta cambiato di colore poi aggiungete i pomodori e lasciate cuocere ancora per una ventina di minuti; a questo punto aggiungete i fagioli e le spezie e lasciate ridurre il tutto.

 

 

 

CHILI CON CARNE

Per preparare il chili,  mondate la cipolla e quindi tritatela finemente; lavate il peperone, tagliatelo in due, eliminate i semi e i filamenti interni e tagliatelo a listarelle sottili. Proseguendo nella preparazione del chili, prendete un tegame e disponetevi l’olio, la cipolla, la carne trita di tutti e due i tipi e lasciate soffriggere tutto, unite il  peperone; lasciate cuocere gli ingredienti assieme alla carne per 10 minuti, poi aggiungete la polpa di pomodoro, le spezie per tacos e burritos e il sale, quindi continuate la cottura per circa 25 minuti aggiungendo, qualora serva, il brodo di manzo (in questa fase potete aggiungere, volendo, la scorza grattugiata di 1 lime). Trascorso questo  tempo, unite i fagioli e fate addensare la preparazione, poi spegnete il fuoco.  

  Ognuno di questi *ripieni* potrà essere usato per farcire le tortillas di grano o di mais (che ovviamente abbiamo comprato pronte!!) che andranno prima riscaldate in forno o al microonde o ancora in una padella antiaderente. Ricordatevi le birre!! Questa cena fa venire taaaanta sete!!! Uff!! ce l’ho fatta a finire anche il post!! Concludendo è stata un successone, è andato tutto liscio (a parte che si è rotto il riscaldamento della sala il giorno prima, per fortuna non c’era freddo ed eravamo in tanti che ci siam scaldati lo stesso), tutti hanno mangiato soddisfatti e nessuno è dovuto correre al pronto soccorso (un’altra delle mie paure!). Devo ammetterlo, cucinare per tanti è stato faticoso ma è sempre bello vincere certe  sfide!! Ciao a tutti e buona settimana!!!!