Browsing Tag:

sottovetro

antipasti/ Gluten free/ Natale/ Per tutte le stagioni/ ricette della tradizione

Giardiniera delicata

Questa ricetta la dovete assolutamente provare! Io adoro invasare, negli ultimi anni è poco il tempo e non sono così produttiva come in passato ma una o due conserve cerco sempre di farle, tipo questa o queste sono alcuni esempi! Sta arrivando la stagione delle verdure fresche, colorate e buone che hanno tutto il sapore del sole che ci scalderà questa estate e cosa c’è di più buono che rinchiudere in un vaso tutto questo sapore?? Vi confesso che questa giardiniera è così buona che la preparo anche d’inverno, si, sono tra quelle persone che consumano peperoni anche quando non sono di stagione! La ricetta non è mia, l’ha scovata una mia cara amica sul forum di Gennarino e da quando l’ho provata non ho più cambiato ricetta!! Quella che troverete di seguito è la ricetta presa integralmente da lì, non ho cambiato una virgola, è perfetta!! La fatica più grande di questa ricetta sta nella pulitura e taglio delle verdure, fatto quello è velocissima, siate pazienti e ne varrà la pena! giardiniera delicata GIARDINIERA DELICATA INGREDIENTI X 9 BARATTOLI DA 250GR.
3 kg. verdure totali tra:
carote, sedano, fagiolini, peperoni, cavolfiore, cipolline(io metto gli scalogni), zucchine
– per la salamoia:
1/2kg olio di semi
1/2 kg aceto di mele
1 bicchierone di vino bianco (300ml)
1 hg di zucchero
1/2 hg sale fino
Preparazione
Lavare le verdure tenendole separate e successivamente tagliarle della stessa misura per ottenere una cottura il più omogenea possibile
Portare ad ebollizione in una pentola tutti gli ingredienti per la salamoia.
Appena bolle gettarvi le carote, il sedano e i fagiolini, fare bollire per 3 minuti.
Aggiungere ora il peperone il cavolo e le cipolline e fare bollire per altri 3 minuti, poi aggiungere le zucchine e fare bollire per 1 minuto.
Scolare subito le verdure, non buttando via il liquido, disporle su un vassoio coperto da carta da forno avendo cura di stenderle ben larghe.
Quando il liquido è freddo mettere le verdure nei barattoli versarvi il liquido e chiudere con il coperchio possibilmente nuovo o comunque integro Mi raccomando di usare le solite precauzioni: vasi pulite e  sterilizzati e coperchi nuovi o perfettamente conservati Io la conservo in frigorifero e non ne faccio mai più delle quantità sopra descritte perché, se lasciata a lungo in dispensa, rimane buona ma le verdure  perdono  in croccantezza!

antipasti/ Ricette con la frutta

Limoni confit.. e son tornata!

Tornata.. non che me ne fossi andata in vacanza, sia chiaro eh!

Diciamo che quando ho aperto il blog questa sera, dopo davvero trooopppotempo,quasi non ci credevo nemmeno io, la data dell’ultimo post risale, a moltigiorni fa.. quasi due mesi!
In questo periodo sono successi molti avvenimenti, un intervento chirurgicoper la mia mamma, un negozio da portare avanti contemporaneamente ad un trasloco dello stesso.. a dirlo così sembra tutto facile ma credetemi, traslocare una Cartolibreria è una di quelle cose che non auguri nemmeno al tuo peggior nemico, mai e poi mai! Avete idea di quanti articoli ci sono, di che dimensioni hanno!? tanti e tanto piccoli per la maggior parte!

Per fortuna io e la mia socia siamo circondate di grandi amici che ci hannoaiutato, abbiamo trovato bravi artigiani che hanno fatto tutto a tempo di record e sono stati pazienti di fronte alle nostre richieste, ci siamo rimboccate lemaniche e abbiamo scartavetrato, tinteggiato, fatto tutto ciò che si poteva perché volevamo un negozio bellissimo… e così è!

Dopo tanta fatica finalmente riesco a rimettermi al pc per curare quell’elemento  della mia vita a cui tengo tanto ma che spesso viene sacrificato
a favore di tutto il resto (figli, mamma, lavoro…), il Mio Blog

Pur non avendo praticamente cucinato in questo periodo sono riuscita a non far morire il mio lievito madre, diciamo che è stato preso in punto di morte qualche volta, ma sempre ha dato prova della sua forza, ho anche provato a farequalche piccolo esperimento di panificazione, che arriverà su questi schermi tra qualche giorno.

Oggi vi propongo una non-ricetta che da tempo che avevo adocchiato: I limoni confit, semplicissima e veloce e così in un attimo di pausa tra uno scatolone e l’altro ho invasato questi meravigliosi limoni che venivano direttamente dalla Sicilia.

 

Vi confesso che non li ho ancora assaggiati, il profumo che si sente aprendo il vaso è strepitoso però.

Credo che li proverò nel fine settimana in un cous cous alle verdure,mi piacerebbe provarli anche in una ricetta di biscotti come suggerisce Virginia nel suo blog da cui ho preso spunto per la realizzazione

Ingredienti
limoni rigorosamente bio
sale grosso
alloro qualche foglia

Preparazione
A dir poco banale, si tagliano in quattro parti i limoni senza arrivare fino in fondo, si aprono a fiore e si riempiono di sale grosso, si adagiano nel vaso
prescelto avendo cura di premere bene. Si aggiunge il succo spremuto di altri 3/4 limoni.
Vanno lasciati in un luogo al riparo dalla luce per almeno 20/30 giorni dopodiché di possono usare sia per preparazioni dolci che salate avendo cura di togliere la polpa e utilizzare la buccia.

Sono tornata con una  ricetta veramente facilissima, provatela, fatemi sapere e io prometto di fotografare il cous cous!

Buon week end! Io me ne andrò al Salone del Libro con la scusa di andarci per lavoro ma farò sicuramente tappa al padiglione dedicato alla cucina, se volete seguire con me, vi aspetto sui miei profili di  FB e Instagram.

Conserve, marmellate e salse/ Dolci/ Natale/ Regali home-made

Dulce de leche e i miei Auguri

dulce de leche fiocchi

E’ stato un dicembre ricco di impegni, di nuove conoscenze e NUOVI PROGETTI  che mi hanno entusiasmata, vero è che io mi entusiasmo con poco, ma arrivata ormai alla Vigilia di Natale mi
sento più ricca e non parlo di soldi ovviamente!
dulce de leche
In questo Avvento che ci ha accompagnato fin qui vi ho dato suggerimenti per preparare #regalinigolosi  per le persone a cui volete bene o anche solo per qualcuno che dovevate ringraziare, il Natale è proprio quel momento che ci apre i cuori  al dono e a tal proposito vi riporto un brano di un bel libro di Enzo Bianchi, “Il pane di ieri” che ho ricevuto in dono lo scorso anno e che trovo davvero significativo:

“Il cibo cucinato e condiviso – il pasto – è il luogo di comunione, di incontro e di amicizia: se infatti mangiare significa conservare e incrementare la vita, preparare  da mangiare per un altro significa testimoniargli il nostro desiderio che egli viva, e condividere la mensa testimonia la volontà di unire la propria vita a quella del commensale. sì perché nella preparazione, nella condivisione e nell’assunzione del cibo si celebra il mistero della vita e chi ne è cosciente sa scorgere nel cibo approntato sulla tavola il culmine di una serie di atti di amore compiuti da parte di chi il cibo lo ha cucinato e offerto come dono all’amico”

Oggi per augurarvi Buon Natale ho scelto una ricetta non veloce ma decisamente buona, mettete da parte l’idea per un regalinogoloso da fare in ogni momento dell’anno, io la trovo utilissima per smaltire il latte fresco che non riesco a consumare, non so se capita anche a voi, ma con i giorni di festa magari si fanno previsioni di consumo errate e si acquista troppo di una cosa e troppo poco di un altra, a me capita spesso con il latte, fresco, quello UHT non riesco proprio a consumarlo.. bene, se capita io lo riciclo così!

Dulce de leche (ricetta di Giada di Fiordilatte)

Ingredienti:
500ml latte fresco
125g di zucchero bianco
una punta di cucchiaino di bicarbonato di sodio
Procedimento
Io lo preparo nel Bimby ed è quasi banale, inserisco tutti gli ingredienti nel boccale per 40/45  20 minuti a vel 5 temperatura Varoma, mettendo il cestello per la cottura a vapore al posto del misurino, come si fa per le marmellate, per evitare gli schizzi. Trascorso questo tempo il dulce de leche sarà pronto, io lo preferisco non troppo brunito (come vedete dalla foto) ma se volete potete prolungare leggermente la cottura fino a coloritura desiderata!
Una volta pronto lo invaso e richiudo, ovviamente il contenitore dovrà essere pulitissimo e il coperchio o la guarnizione nuovi o almeno in ottimo stato!
Io lo adoro anche semplicemente mangiato a cucchiaiate ma vi assicuro che spalmato su una fetta di pane tostato sarà  spettacolare! fatemi sapere se vi piace se provate a farlo!
Con questa ricetta davvero semplice chiudo la serie di post dedicata ai #regalinigolosi, spero di avervi dato spunti interessanti e di avervi tenuto compagnia.

Vi auguro un Sereno Natale!
 
 

Ci risentiamo il 27 con le ricette per il Cenone di capodanno! Ancora auguri di cuore a tutti!

dulche de leche auguri Franci

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Sonia

VOGLIA-DI-NATALE

CONSIGLIA